IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Aumentano le cooperative impegnate nelle rinnovabili

Aumentano le cooperative impegnate nelle rinnovabili

Cresce nel 2011 il numero delle cooperative impegnate nel settore delle energie rinnovabili, con più risorse investite soprattutto nel fotovoltaico. Un importante balzo in avanti in questo segmento lo hanno fatto registrare le cooperative di produzione lavoro che da 0,306 megawatt di potenza (MWp) istallata nel 2010, sono passate lo scorso anno ad una potenza fotovoltaica di oltre 5,30 megawatt.
È quanto emerge dai dati del Rapporto Energia 2011 elaborato da Federlavoro e Servizi - Confcooperative sulla base dell'elenco degli impianti iscritti presso il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) che, riguardo le fonti rinnovabili, solare fotovoltaico in testa (situazione fotografata al Quarto Conto Energia), mostra come la cooperazione, con focus sul settore produzione lavoro, ne sappia cogliere, malgrado la crisi, le opportunità economiche, contribuendone al contempo allo sviluppo nel nostro Paese.
Dall'indagine risulta che a fine 2011 su oltre 327mila impianti registrati nel nostro Paese al Gse, 1.299 sono riconducibili a 931 cooperative. Di queste, quasi la metà, 435, sono aderenti a Confcooperative (erano 198 nel 2010 con una crescita del 121%) che, con 58,73 MWp di potenza istallata nel 2011- il triplo (+220%) rispetto ai 18,85 del 2010 - rappresentano il 47% della potenza installata dalla cooperazione in Italia (127 MWp) e che, tradotto in produzione di energia elettrica, equivalgono a più di64 milioni di kWh annui, pari al fabbisogno di oltre 22mila famiglie. Da sola, la cooperazione di lavoro fa stimare una produzione di 5,9 milioni di kilowattora pari al fabbisogno di oltre 2.000 famiglie.
«I numeri del rapporto - afferma Massimo Stronati, presidente Federlavoro e Servizi- Confcooperative - evidenziano come, nel giro di appena due anni, le nostre imprese, anche grazie alla presenza di politiche mirate allo sviluppo del settore, individuino sempre più nelle fonti verdi, settori remunerativi che incidono sensibilmente sul loro patrimonio (nel caso di cooperative con impianti più grandi), oltre che validi strumenti per integrare il loro reddito (soprattutto per quelle con impianti più piccoli. Non solo. La formula cooperativa ben si coniuga con la produzione diffusa di energia da fonte rinnovabile, con le cooperative del settore che si pongono al servizio delle stesse comunità in cui producono questa energia, occupandosi tra l'atro anche dell'efficientamento energetico del patrimonio pubblico degli enti locali».
«La produzione di energia rinnovabile sta registrando un boom in Italia - continua Stronati - per questo esortiamo fortemente le cooperative che investono nel settore a crescere in dimensioni, integrarsi e aggregarsi per affrontare al meglio una concorrenza sempre più agguerrita. Un aiuto può venire dal lavorare in rete. Non a caso l'anno scorso Federlavoro ha promosso la nascita del Conesco, il primo Contratto di rete che associa le Energy Service Companies (ESCo) aderenti, che sta dando ottimi risultati in termini di capacità di penetrazione nel mercato e di stabilità».
In quali regioni operano le cooperative - Il Nord evidenzia il più alto numero di cooperative che investono nel fotovoltaico. Le 347 imprese settentrionali registrate al GSE hanno istallato 49 MWp (16 MWp nel 2010), pari al 39% del valore totale della cooperazione e pari all'82% del valore totale installato nel sistema confederale. Spiccano su tutte le cooperative aderenti del Trentino Alto Adige (27,5 MWp), con il 46% di potenza istallata. Seguono le cooperative del Veneto (7,8 MWp) e dell'Emilia Romagna (6,2 MWp), rispettivamente con il 13 e 11% di potenza istallata.
Nel Centro Italia con quasi 6 MWp installati nel 2011 (0,5 MW nel 2010), le 46 aderenti iscritte al Gestore Servizi Energeticipesano per l'11% (3% nel 2010) sul totale installato dal sistema Confcooperative. Le regioni in cui si registra la crescita maggiore in campo fotovoltaico sono il Lazio e l'Umbria, rispettivamente con 3,5MWp (6% sul totale Confcooperative nazionale) e 1,6 MWp installati.
Il Sud conta 47 operatori aderenti iscritti, con la Sardegna (1,4 MWp), la Puglia (1,2 MWp) e la Sicilia (0,9 MWp), prime classificate tra le regioni meridionali in quanto a potenza istallata. Le aderenti del Mezzogiorno però arrancano ancora. Nonostante abbiano raddoppiato il valore della potenza installata (da 2,2 MWp a 4,3 MWp), cedono sulla quota di energia fotovoltaica prodotta, passata dal 12% del 2010 al 7% del 2011.
Riguardo la produzione lavoro, le 35 imprese iscritte al GSE, sono tutte titolari di un impianto, eccetto tre che sono titolari di due impianti ed una che è titolare di tre impianti (in totale 40 impianti registrati). 22 cooperative hanno sede nel Nord Italia, (11 solo in Emilia Romagna), 5 in Centro Italia e 8 nel Mezzogiorno. Dei 40 impianti totali, 9 sono di piccola taglia (da 2 a 15 kWp), 22 di taglia medio - piccola (da 15 a 50 kWp), 5 di media dimensione (da 50 a 100 kWp), 3 sono medio - grandi (da 100 a 1 kWp) e uno è di grandi dimensioni (superiore a 1 MWp).
Biogas e Biomasse, Bioliquidi, idroelettrico, eolico - Nel 2011 si registra una crescita di progetti e investimenti da parte delle cooperative anche sul fronte delle altre fonti rinnovabili. Sono infatti 120 in tutto le cooperative titolari di impianti, dato più che raddoppiato rispetto alle 58 cooperative rilevate nel 2010, per una potenza cumulata di 129 MWp, più del doppio rispetto alla potenza installata nel 2010 (77 MWp).

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
24/09/2018

Detrazione del 50% per sistemi di accumulo collegati al fotovoltaico

L'Agenzia delle Entrate rispondendo all'interpello di un contribuente ha chiarito che l'acquisto di un sistema di accumulo collegato al fotovoltaico, sia contestuale che successivo all'installazione dell'impianto solare, dà diritto alla detrazione del ...

21/09/2018

Monitoraggio GSE delle fonti rinnovabili nelle regioni italiane

Il GSE ha pubblicato i dati statistici sui consumi di energia rinnovabile nelle Regioni italiane, con monitoraggio degli obiettivi burden sharing.        Ai sensi del Decreto Legislativo 28 del 3/3/11 e del Decreto 11/5/2015 del ...

11/09/2018

Bozza nuovo decreto rinnovabili con incentivi al fotovoltaico

Sta girando in questi giorni la bozza del nuovo Decreto Rinnovabili, già approvata da Ministro dello Sviluppo Economico, che prevede incentivi per gli impianti alimentati da rinnovabili, tra cui il fotovoltaico per il periodo 2018/2020 e introduce il ...

10/09/2018

A luglio le rinnovabili coprono il 36,6% della domanda di energia. In calo il fotovoltaico

A luglio 2018 la domanda di energia è aumentata dell’1,3% rispetto allo stesso mese del 2017. Tengono le rinnovabili grazie alla buona performance dell'idroelettrico (+13,9%); calano fotovoltaico, eolico e ...

05/09/2018

Qualit e professionalit sono i requisiti minimi necessari per lattivit di O&M

Le attività di gestione e manutenzione (O&M) degli impianti fotovoltaici sono ormai diventate un segmento autonomo nel settore dell'energia solare; sempre più numerose sono le aziende che si dedicano specificamente a questo tipo di ...

04/09/2018

Fine dei dazi per i pannelli fotovoltaici cinesi

Lo scorso 31 agosto la Commissione Europea ha deciso di rimuovere le misure anti-dumping per l'importazione in Europa di moduli e celle fotovoltaiche provenienti dalla Cina      Da ieri, 3 settembre sono stati rimossi i dazi ...

03/09/2018

Uno dei pi grandi impianti fotovoltaici dEuropa per Fiera Milano Rho

A2A e Fondazione Fiera Milano hanno siglato la partnership per la realizzazione dell’impianto solare che inizialmente avrà una capacità di oltre 10 MWp, assicurando un risparmio di circa 5mila tonnellate di CO2 ...

30/08/2018

DallEscherichia Coli lenergia per le celle fotovoltaiche

Un’equipe di ricercatori della University British Columbia, capitanata dal professor Vikramaditya Yadav, è riuscita a produrre energia modificando geneticamente il batterio e aumentando la produzione di licopene, un potente pigmento ...