IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Banca Etica per l'ambiente - Il Progetto Energia

Banca Etica per l'ambiente - Il Progetto Energia

Banca Popolare Etica è una realtà unica nel panorama bancario italiano ed internazionale.
E' infatti l'unica banca che - accanto alla trasparenza in tutti i processi - garantisce una destinazione dei finanziamenti mirata esclusivamente ad ambiti di interesse collettivo: dalla cooperazione sociale (in particolare quella legata ai servizi socio assistenziali) alla cooperazione internazionale, dalla tutela dell'ambiente alla promozione della cultura, dalla produzione di energia da fonti rinnovabili all'agricoltura biologica.
Nata nel 1999 Banca Etica opera oggi su tutto il territorio nazionale con 12 filiali e una rete di "banchieri ambulanti" e offre ai propri clienti un'ampia gamma di prodotti e servizi che permettono una completa operatività bancaria (libretti di risparmio, conti correnti, bancomat, carte di credito, obbligazioni, mutui prima casa, prestiti personali, fondi d'investimento).
La protezione dell'ambiente e la riduzione di CO2 rientrano tra le priorità dell'attività finanziaria di Banca Etica che ha per questo messo a punto il "Progetto Energia": si tratta di un'ampia gamma di prodotti di finanziamento per le persone fisiche e giuridiche che desiderano investire per migliorare la propria efficienza energetica e per utilizzare energie prodotte con fonti rinnovabili.
 
INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA
Banca Etica finanzia l'adeguamento o l'installazione di nuovi impianti che garantiscono maggiore efficienza nell'utilizzo di energia termica (impianti solari termici, sostituzione caldaie, isolamento termico) e di energia elettrica (lampade ed elettrodomestici a basso consumo), interventi di efficienza idrica, impianti di cogenerazione, soluzioni per la mobilità sostenibile.
Questi i prodotti disponibili:
Credito al Minor Consumo: piccoli interventi fino a 10'000 euro
Mutuo Etichetta Energetica: piccoli interventi fino a 40'000 euro
Mutuo Efficienza Energetica: interventi fino a 200'000 euro
 
Interventi di ristrutturazione energetica delle abitazioni
Banca Etica sostiene l'acquisto della prima casa e la ristrutturazione volta a migliorarne l'efficienza energetica con due prodotti specifici:
Mutuo Chirografario Ristrutturazione Efficiente
Copre le spese per gli interventi di ristrutturazione dell'abitazione se almeno il 50% dell'importo del finanziamento sia destinato ad interventi di efficienza energetica. Dà la possibilità di integrare interventi in campo energetico (isolamenti termici, cambio caldaie, pannelli solari per l'acqua calda, sostituzione infissi) con interventi di ristrutturazione standard, secondo le esigenze del cliente.
Ha un potenziale di mercato molto elevato, soprattutto per la possibilità, da parte del cliente, di beneficiare delle detrazioni del 55% per gli interventi "energetici" e delle detrazioni del 36% per la ristrutturazione normale.
Mutuo Prima Casa Acquisto e Ristrutturazione Efficiente (Ipotecario e Fondiario)Finanzia sia l'acquisto che la ristrutturazione delle abitazioni per i quali almeno il 50% delle spese di ristrutturazione sia destinato ad interventi di efficienza energetica e, nel caso di contestuale acquisto, almeno il 50% delle spesa di finanziamento sia destinato alla ristrutturazione. Nel caso di solo acquisto, questo prodotto coprirà le spese per l'acquisto di abitazioni con consumo termico annuo inferiore ai 50 kWh/m2/anno, che corrisponde alla classe B di CasaClima (un "classico" esempio di edificio in classe B è la sede centrale di Banca Etica a Padova). Le recenti novità in materia edilizia già prescrivono costruzioni "efficienti" per i consumi energetici: con questo prodotto Banca Etica vuole incentivare ancora di più lo sforzo dei clienti per il contenimento dei consumi nelle case.
 
Impianti a fonti energetiche rinnovabili
I privati e le organizzazioni hanno a disposizione diverse opportunità per finanziare impianti che utilizzano fonti rinnovabili quali il fotovoltaico, la biomassa, l'eolico, l'idroelettrico e la geotermia. Queste proposte vanno ad inserirsi all'interno del "Progetto Energia" di Banca Etica, il cui obiettivo è offrire strumenti finanziari adeguati alle esigenze di efficienza tecnologica, di tutela ambientale e di autosostenibilità energetica delle comunità locali.
Fotovoltaico
I soci e clienti di Banca Etica hanno a disposizione due proposte di finanziamento per sostenere la realizzazione di impianti fotovoltaici: il "Mutuo Fotovoltaico 100", un mutuo fino a 20 anni per persone fisiche e persone giuridiche ed il "Conto EnergEtico" che ha rappresentato un'assoluta novità nel settore dei finanziamenti di impianti fotovoltaici. Non si tratta di un mutuo o di un leasing - prodotti già presenti sul mercato - ma di un fido di conto corrente che viene decurtato in modo coerente all'incentivo statale del Conto Energia.
E' rivolto esclusivamente a privati che installano impianti fino a 6 kWp. Una delle caratteristiche principali è la durata dell'operazione: i 20 anni massimi previsti per il rimborso possono essere preceduti da un massimo di 2 anni per il pagamento dei soli interessi, per non gravare troppo sul cliente negli step iniziali di installazione dell'impianto e l'entrata a regime del Conto Energia.
L'altra caratteristica che rende unico il Conto EnergEtico è la modalità di rimborso: ha scadenze annuali e permette al cliente di «annullare» gli sfasamenti tra gli accrediti garantiti dal Conto Energia (elevati in estate, bassi in inverno) e le rate di un classico mutuo.
 
Il fotovoltaico finanziato da Banca Etica ha prodotto in un anno:
3.369 MWh pari al fabbisogno annuale di circa 962 famiglie e ha permesso di evitare l'emissione di 1.961 tonnellate di CO2 e di 5.541 kg di ossidi di azoto pari a 4'750 barili di petrolio
(dati aggiornati al 31/12/2009)

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
23/10/2018

Nuovi modelli di teleriscaldamento a bassa temperatura

Sarà testato in quattro siti reali il modello sviluppato da Eurac Research per recuperare calore di scarto dalle attività produttive: nuovo progetto Life4HeatRecovery sul recupero del calore di scarto per teleriscaldamento e ...

18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...

18/10/2018

I nuovi modelli del mercato elettrico

Quello energetico è un settore in profonda trasformazione: un’analisi di Althesys del mercato e di quanto sia necessario fare per non trovarsi impreparati   E’ in atto una profonda transizione del mercato elettrico, nel modo di ...

17/10/2018

La diffusione delle energie rinnovabili passa attraverso politiche abilitanti

Irena, che partecipa all'Assemblea dell'Unione Interparlamentare in corso a Ginevra, è convinta che sia necessario accelerare la trasformazione energetica globale attraverso la condivisione delle conoscenze e la collaborazione tra forzze politiche, ...

15/10/2018

La sostenibilit deve fare rete

Che cosa significa smart, cosa sono gli smart building e quali aspetti coinvolge il futuro smart? E’ partita da qui la terza edizione di KlimahouseCamp, momento di confronto e dibattito di alto livello tra importanti attori del mondo accademico, ...

15/10/2018

La visione di Di Maio per un Italia rinnovabile e sostenibile

L’impegno del Governo per la sostenibilità annunicato da Di Maio in un video messaggio prevede introduzione dell’Ires verde, conferma ecobonus e risorse a sostegno delle rinnovabili     Il vice premier e Ministro dello ...

10/10/2018

Le bioenergie guideranno la crescita delle rinnovabili al 2023?

IEA ha pubblicato uno studio in cui si parla delle bioenergie come le rinnovabili che cresceranno maggiormente fino al 2023, grazie alle importanti possibilità di utilizzo nel settore del calore e dei trasporti nei quali le altre fonti green ...

09/10/2018

Limitare il surriscaldamento a 1,5 per salvare il pianeta

Presentato il Rapporto IPCC che lancia l'allarme per il clima: necessario intensificare gli sforzi per combattere il surriscaldamento globale, puntare sulle rinnovabili e ridurre i consumi energetici, limitando il surriscaldamento a 1,5°  A poche ...