IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Dall’Escherichia Coli l’energia per le celle fotovoltaiche

Dall’Escherichia Coli l’energia per le celle fotovoltaiche

Un’equipe di ricercatori della University British Columbia, capitanata dal professor Vikramaditya Yadav, è riuscita a produrre energia modificando geneticamente il batterio e aumentando la produzione di licopene, un potente pigmento fotoattivo. È la nuova frontiera delle celle biogeniche.

 

a cura di Tommaso Tautonico

 

Dal batterio Escherichia Coli l’energia per le celle fotovoltaiche

 

Produrre energia sfruttando il fotovoltaico in modo economico, sostenibile e in presenza di cielo coperto, è il sogno di moltissimi ricercatori. Un filone molto attivo della ricerca riguarda le così dette celle “biogeniche”, fatte cioè di organismi viventi.


I ricercatori della University British Columbia, sfruttando un colorante presente nel batterio di Escherichia Coli, sono riusciti ad ottenere più energia di quanta ne sia mai stata prodotta utilizzando le celle biogeniche.

Celle biogeniche: dai batteri l’energia del futuro? 

Le celle solari sono gli elementi strutturali dei pannelli fotovoltaici. Hanno la capacità di convertire la luce in corrente elettrica ma, come tutti sappiamo, hanno grossi limiti legati alle condizioni climatiche.

 

Una cella solare

 

La ricerca portata avanti dal gruppo di scienziati ha utilizzato un approccio opposto rispetto a quello classico utilizzato sinora con le celle biogeniche.

 

Tutte le ricerche portate avanti si sono concentrate sull’estrazione della tintura naturale che i batteri utilizzano per la fotosintesi, un processo costoso, complesso e che utilizza solventi tossici in grado di degradare la tintura estratta.

 

Produzione energia modificando geneticamente il batterio dell’Escherichia Coli

 

In questo caso, i ricercatori non hanno estratto la tintura dai batteri ma, attraverso l’impiego di tecniche di ingegneria genetica, hanno stimolato il batterio di Escherichia Coli affinché producesse grandi quantità di licopene, lo stesso pigmento che conferisce ai pomodori il loro tipico colore rosso-arancio. Un colorante molto efficace nell’intercettare la luce naturale.


Gli scienziati hanno poi ricoperto i batteri con un minerale in grado di agire da semiconduttore ed hanno applicato la miscela su una superficie di vetro. "Abbiamo registrato la più alta densità di corrente per una cella solare biogenica", ha detto il capo del progetto, il professor Yadav. "Questi materiali ibridi che stiamo sviluppando possono essere fabbricati in modo economico, sostenibile e, con una discreta ottimizzazione, potrebbero funzionare con efficienze comparabili a quelle delle celle solari convenzionali".

 

Infatti quello che i ricercatori hanno registrato è stata una densità di corrente pari a 0,686 milliampere per centimetro quadrato, quasi il doppio rispetto allo standard di 0,362 ottenuto da altre ricerche.


Il professor Yadav rimane con i piedi per terra. È difficile stimare i risparmi ma, probabilmente, con questa tecnica, si dovrebbe ridurre il costo della produzione di colorante a circa un decimo. Le potenzialità di questi materiali biogenici permetterebbero di avere energia in moltissimi ambienti con bassa luminosità come miniere o esplorazioni in acque profonde. Il massimo sarebbe individuare un processo che non uccida i batteri, in modo che possano produrre ininterrottamente la tintura necessaria. La ricerca avanza e chissà cosa ci riserva il futuro.

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
23/01/2019

Hawaii verso il 100% di rinnovabili grazie a un nuovo progetto di fotovoltaico + accumulo

Inaugurato lo scorso dicembre nell'isola di Kaua'i il più grande impianto solare al mondo con batterie. Obiettivo delle Hawaii è di coprire il 100% di energia con le rinnovabili entro il 2045       Entro il 2045, ...

09/01/2019

+9% le installazioni di rinnovabili fra gennaio-novembre

Pubblicato da Anie Rinnovabili l'Osservatorio di novembre 2018: crescono nei primi 11 mesi dell'anno le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico che complessivamente raggiungono circa 836 MW     Crescono del 9% ...

20/12/2018

L'energia solare come servizio a noleggio

Da oggi privati e aziende possono noleggiare una centrale elettrica fotovoltaica: si occupa di tutto Green Genius e i clienti pagano esclusivamente l'elettricità prodotta dall'impianto     L'energia solare deve essere alla portata ...

13/12/2018

Dalla corretta regolamentazione parte la nuova era del fotovoltaico italiano

Il fotovoltaico in Italia è un settore dalle grosse potenzialità tra autoconsumo, comunità energetiche, contratti di acquisto di energia a medio-lungo termine e digitalizzazione, ma è necessaria una maggiore chiarezza. Se ne ...

04/12/2018

Un nuovo rivestimento ottimizza l'efficienza dei pannelli fotovoltaici

Sviluppata nell'ambito di un progetto dell'UE, la nanoparticella di SolarSharc autopulente, duratura e realizzata a basso costo, aumenta del 4% l'efficienza produttiva dei pannelli     Il progetto SolarSharc (SOLARSHARC - A durable ...

03/12/2018

Nuove opportunità di mercato per il fotovoltaico

Gli ambiziosi obiettivi per il fotovoltaico italiano che chiedono di triplicare l'installato da qui al 2030 si possono raggiungere: nel corso del Forum ITALIA SOLARE 2018 in programma l'11 dicembre si approfondiranno sfide ...

20/11/2018

Come garantire 68 GW di potenza fotovoltaica installata in Italia al 2030

In occasione del Forum ITALIA SOLARE 2018 in programma a Roma l’11 dicembre, aziende, istituzioni, investitori e operatori del settore si confronteranno sul presente e futuro del mercato fotovoltaico nel nostro paese       “A ...

15/11/2018

Tariffe incentivanti e detassazione Tremonti Ambiente, prorogati i termini

Il GSE ha prorogato al 31 dicembre 2019 il termine indicato per l'attestazione della rinuncia al beneficio fiscale, precedentemente fissato al 22 novembre, per gli operatori incorsi nel divieto di cumulo tra Conti Energia e la  “Tremonti ...