IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

Un’abitazione energeticamente autosufficiente, flessibile, mobile, in grado di adattarsi ai diversi contesti climatici e di assicurare il miglior benessere psico fisico, nel rispetto dell’ambiente.

 

Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

 

Questa è in due parole Biosphera Equilibrium, evoluzione dei precedenti progetti Biosphera 1.0 e Biosphera 2.0 lanciato nel 2016 e testato nelle diverse condizioni atmosferiche, da quelle molto fredde di Courmayeur, all’umidità di Riccione, fino al clima cittadino di Milano, per verificarne la tenuta a seconda delle condizioni, da a -20° a +40°, e il benessere delle persone che vivevano il modulo abitativo passivo.

 

Biosphera 3.0 va oltre, utilizza infatti tutte le tecnologie efficienti presenti nelle versioni precedenti, integrando nuove soluzioni tecnologiche e architettoniche.

 

Esterno modulo abitativo Biosphera Equilibrium

 

Obiettivo principale del progetto Biosphera Equilibrium, promosso da Aktivhaus in collaborazione con diversi enti, università e imprese, è quello di testare le tecnologie più innovative al mondo nell’ambito della bioedilizia per utilizzarle negli edifici di nuova costruzione, progettati considerando la centralità del benessere psico fisico dell’uomo. Le nuove tecnologie utilizzate sono dunque volte ad una reale rigenerazione psico-fisica, che coinvolge i 5 sensi, per garantire a chi abita il modulo una sensazione diffusa di benessere, che verrà testata e monitorata. 

 

Interno di Biosphera Equilibrium, progetto ecosostenibile itinerante

 

Sono state infatti integrate le più innovative e avanzate tecnologie sviluppate secondo i principi della Biofilia, che aiutano a raggiungere il perfetto equilibrio di tutti i sensi. Alla realizzazione del progetto infatti, sottolinea il suo ideatore Mirko Taglietti, hanno partecipato biologi, psicologi, architetti, ingegneri, botanici, creativi, illuminotecnici, neuroscienziati...

 

Interno di Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

 

Il modulo abitativo di 42m2 vanta altissime prestazioni fisiche, energetiche, ambientali e biofiliche; riesce infatti a produrre 4 volte l’energia di cui necessita: degli 8.000 KWh/anno prodotti, ne solo sufficienti solo 2.000 KWh/anno per garantire il massimo comfort abitativo.

Si tratta dunque di un modulo attivo e, considerando che il mondo delle rinnovabili sta evolvendo verso un sistema in grado di impattare sui nostri comportamenti a 360°, parte dell’energia in più servirà ad alimentare un’auto elettrica nel corso del road show che partirà a breve e che vedrà protagonista il modulo abitativo per tutto il 2019. 


Il modulo in particolare sarà testato come abitazione per due persone, scuola per 10 persone, ufficio per 3 persone e residenza sanitaria e le persone che vivranno in Biosphera indosseranno un apposito braccialetto tramite il quale saranno sottoposte a un costante monitoraggio fisiologico e parteciperanno a un’indagine biofilica condotta attraverso test scritti.

 

Prima tappa a Locarno, seguita da Spreitenbach, Rohrschach e Airolo. Nel 2019 si continua con Bolzano, Dobbiaco, Val di Non, Milano, Como, Valmorea, Bari, Roma, Verona.

 

Interno di Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

 

Biosphera Equilibrium è realizzato con pannelli Xlam certificati Pefc, tecnologia costruttiva particolarmente sostenibile ed è dotata di sistemi di riscaldamento e raffrescamento radianti a soffitto che, insieme ai componenti dell'involucro, assicurano il miglior comfort sia in estate che in inverno.

Rockwool per Biosphera

Come nel precedente progetto Rockwool ha partecipato alla realizzazione del modulo Biosphera Equilibrium con i propri prodotti in lana di roccia che garantiscono ottime prestazioni energetiche e un alto standard di comfort termoacustico.

In particolare per una parete è stata utilizzata la soluzione di facciata ventilata ROCKWOOL REDAir, costituita dal pannello in lana di roccia ROCKWOOL Fixrock 033 VS di spessore 160 mm rivestito da un velo nero con funzione estetica e dal pannello di rivestimento Rockpanel in lana di roccia compressa, verniciata e rifinita con un originale decorazione artistica e con elementi stilizzati che richiamano la natura.

 

Nell'altra parete è stato scelto il nuovo sistema di isolamento termico a cappotto ROCKWOOL REDArt Casa che si caratterizza per ottime prestazioni e attenzione al design. Al centro del sistema il pannello in lana di roccia ROCKWOOL Frontrock Casa di spessore 160 mm., con un valore di conducibilità di 0,034w/[mK].

I Pannelli Rockwool sono stati utilizzati anche per l'isolamento delle partizioni interne, della copertura e del piano di calpestio. 

 

Illuminazione CoeLux

CoeLux ha installato i propri sistemi LS Ice, due nell’ambiente notte e uno nell’area bagno, che uniscono effetti visivi ed emozionali influenzando in maniera positiva lo stato psicofisico delle persone, creando l’illusione di uno spazio più grande.

In particolare il sistema CoeLux LS Ice è dotato di una cornice profonda 10 cm. su sui riflette la luce del sole generando un fascio di luce diretta di 45 gradi e un leggero fascio di luce nella direzione opposta.

 

I sistemi Coelux installati in Biosphera

 

Sono tre gli elementi che caratterizzano il sistema CoeLux: una tecnologia LED all’avanguardia in grado di replicare lo spettro della luce solare, un sofisticato sistema ottico che crea la profondità di visione, nano e micro particelle capaci di riprodurre fedelmente le caratteristiche dell’atmosfera a seconda del movimento dello spettatore nello spazio.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
10/12/2018

L’edificio per uffici più sostenibile al mondo? Il Bullitt Center di Seattle

Realizzato quattro anni fa, il Bullitt Center di Seattle può vantare diverse tecnologie che l’hanno reso uno degli edifici più sostenibili al mondo. Certificato Living Building Challenge, per i prossimi 250 anni eviterà bollette ...

07/12/2018

Una foresta urbana a Treviso

A Treviso, di fronte al fiume Sile, dove un tempo sorgeva una struttura industriale in abbandono, lo studio Stefano Boeri Architetti ha realizzato un piccolo “bosco urbano” a misura della città   a cura di Claudia ...

28/11/2018

Il gioiello europeo di Pegognaga

Nel piccolo paese mantovano è stata realizzata la prima Passivhaus Plus di livello europeo. Una ristrutturazione di due edifici che ha seguito i principi della progettazione energeticamente sostenibile,  con un’attenzione insistente ...

23/11/2018

La casa del futuro efficiente e alimentata da rinnovabili de La Sapienza a Dubai

Il 28 novembre si svolgerà la cerimonia di chiusura e premiazione del Solar Decathlon Middle East 2018 a cui partecipa l’Università Sapienza di Roma con il progetto ReStart4Smart     Il Solar Decathlon Middle East ...

23/11/2018

La Torre di Controllo di Pininfarina e AECOM nel nuovo Aeroporto di Istanbul

Il concept della torre di Controllo disegnata da Pininfarina e AECOM del nuovo aeroporto di Istanbul mescola influenze provenienti dai settori aerospaziale e automotive con elementi evocativi della cultura turca. Un progetto che regala un nuovo elemento ...

21/11/2018

Architettura, sport e sostenibilità per la sede del Graafschap College

Il Graafschap College di Doetinchem ha aperto una nuova filiale nello zona dello  Sportpark. Un edificio moderno, indipendente dal punto di vista energetico grazie a fotovoltaico, illuminazione Led e solare termico    a cura di Tommaso ...

12/11/2018

La rinascita di Chernobyl: da nucleare, ad energia solare

A più di 30 anni dal disastro nucleare della centrale di Chernobyl, un impianto fotovoltaico da 1MW ha iniziato a produrre energia pulita che soddisfa il fabbisogno energetico di 2 mila abitazioni. Una rinascita per tutta la zona della vecchia ...

09/11/2018

Progetto di riqualificazione di un condominio con criteri di sostenibilità certificata

Da un iniziale problema di ammaloramento della facciata di un edificio con il distacco di alcune piastrelle, alla diagnosi energetica, alla riqualificazione efficiente dell’immobile, nel rispetto del progetto originario. L’intervento di ...