IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

Un’abitazione energeticamente autosufficiente, flessibile, mobile, in grado di adattarsi ai diversi contesti climatici e di assicurare il miglior benessere psico fisico, nel rispetto dell’ambiente.

 

Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

 

Questa è in due parole Biosphera Equilibrium, evoluzione dei precedenti progetti Biosphera 1.0 e Biosphera 2.0 lanciato nel 2016 e testato nelle diverse condizioni atmosferiche, da quelle molto fredde di Courmayeur, all’umidità di Riccione, fino al clima cittadino di Milano, per verificarne la tenuta a seconda delle condizioni, da a -20° a +40°, e il benessere delle persone che vivevano il modulo abitativo passivo.

 

Biosphera 3.0 va oltre, utilizza infatti tutte le tecnologie efficienti presenti nelle versioni precedenti, integrando nuove soluzioni tecnologiche e architettoniche.

 

Esterno modulo abitativo Biosphera Equilibrium

 

Obiettivo principale del progetto Biosphera Equilibrium, promosso da Aktivhaus in collaborazione con diversi enti, università e imprese, è quello di testare le tecnologie più innovative al mondo nell’ambito della bioedilizia per utilizzarle negli edifici di nuova costruzione, progettati considerando la centralità del benessere psico fisico dell’uomo. Le nuove tecnologie utilizzate sono dunque volte ad una reale rigenerazione psico-fisica, che coinvolge i 5 sensi, per garantire a chi abita il modulo una sensazione diffusa di benessere, che verrà testata e monitorata. 

 

Interno di Biosphera Equilibrium, progetto ecosostenibile itinerante

 

Sono state infatti integrate le più innovative e avanzate tecnologie sviluppate secondo i principi della Biofilia, che aiutano a raggiungere il perfetto equilibrio di tutti i sensi. Alla realizzazione del progetto infatti, sottolinea il suo ideatore Mirko Taglietti, hanno partecipato biologi, psicologi, architetti, ingegneri, botanici, creativi, illuminotecnici, neuroscienziati...

 

Interno di Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

 

Il modulo abitativo di 42m2 vanta altissime prestazioni fisiche, energetiche, ambientali e biofiliche; riesce infatti a produrre 4 volte l’energia di cui necessita: degli 8.000 KWh/anno prodotti, ne solo sufficienti solo 2.000 KWh/anno per garantire il massimo comfort abitativo.

Si tratta dunque di un modulo attivo e, considerando che il mondo delle rinnovabili sta evolvendo verso un sistema in grado di impattare sui nostri comportamenti a 360°, parte dell’energia in più servirà ad alimentare un’auto elettrica nel corso del road show che partirà a breve e che vedrà protagonista il modulo abitativo per tutto il 2019. 


Il modulo in particolare sarà testato come abitazione per due persone, scuola per 10 persone, ufficio per 3 persone e residenza sanitaria e le persone che vivranno in Biosphera indosseranno un apposito braccialetto tramite il quale saranno sottoposte a un costante monitoraggio fisiologico e parteciperanno a un’indagine biofilica condotta attraverso test scritti.

 

Prima tappa a Locarno, seguita da Spreitenbach, Rohrschach e Airolo. Nel 2019 si continua con Bolzano, Dobbiaco, Val di Non, Milano, Como, Valmorea, Bari, Roma, Verona.

 

Interno di Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

 

Biosphera Equilibrium è realizzato con pannelli Xlam certificati Pefc, tecnologia costruttiva particolarmente sostenibile ed è dotata di sistemi di riscaldamento e raffrescamento radianti a soffitto che, insieme ai componenti dell'involucro, assicurano il miglior comfort sia in estate che in inverno.

Rockwool per Biosphera

Come nel precedente progetto Rockwool ha partecipato alla realizzazione del modulo Biosphera Equilibrium con i propri prodotti in lana di roccia che garantiscono ottime prestazioni energetiche e un alto standard di comfort termoacustico.

In particolare per una parete è stata utilizzata la soluzione di facciata ventilata ROCKWOOL REDAir, costituita dal pannello in lana di roccia ROCKWOOL Fixrock 033 VS di spessore 160 mm rivestito da un velo nero con funzione estetica e dal pannello di rivestimento Rockpanel in lana di roccia compressa, verniciata e rifinita con un originale decorazione artistica e con elementi stilizzati che richiamano la natura.

 

Nell'altra parete è stato scelto il nuovo sistema di isolamento termico a cappotto ROCKWOOL REDArt Casa che si caratterizza per ottime prestazioni e attenzione al design. Al centro del sistema il pannello in lana di roccia ROCKWOOL Frontrock Casa di spessore 160 mm., con un valore di conducibilità di 0,034w/[mK].

I Pannelli Rockwool sono stati utilizzati anche per l'isolamento delle partizioni interne, della copertura e del piano di calpestio. 

 

Illuminazione CoeLux

CoeLux ha installato i propri sistemi LS Ice, due nell’ambiente notte e uno nell’area bagno, che uniscono effetti visivi ed emozionali influenzando in maniera positiva lo stato psicofisico delle persone, creando l’illusione di uno spazio più grande.

In particolare il sistema CoeLux LS Ice è dotato di una cornice profonda 10 cm. su sui riflette la luce del sole generando un fascio di luce diretta di 45 gradi e un leggero fascio di luce nella direzione opposta.

 

I sistemi Coelux installati in Biosphera

 

Sono tre gli elementi che caratterizzano il sistema CoeLux: una tecnologia LED all’avanguardia in grado di replicare lo spettro della luce solare, un sofisticato sistema ottico che crea la profondità di visione, nano e micro particelle capaci di riprodurre fedelmente le caratteristiche dell’atmosfera a seconda del movimento dello spettatore nello spazio.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
08/02/2019

Il progetto dell’asilo di MAD Architects a Pechino tra passato e futuro

Non un semplice asilo, ma un incredibile progetto architettonico: lo studio MAD Architects è la prestigiosa firma del nuovo Courtyard Kindergarten, il cui progetto verrà ultimato nel 2019   a cura di Fabiana ...

06/02/2019

Pareti in legno, performanti ed ecosostenibili

Nell’edilizia in legno c’è molta attenzione all’eco sostenibilità. Lo testimoniano le varie proposte presenti a Klimahouse, attente all’efficienza energetica   a cura di Andrea Ballocchi       Il ...

29/01/2019

Il Canada e il suo centro sulla sostenibilità ad energia zero

La città canadese di Hamilton, in Ontario, ha inaugurato da poco il nuovo Joyce Center for Partnership and Innovation building. Il primo edificio istituzionale dell’intero Canada ad energia zero: un laboratorio e un centro di ricerca incentrato ...

24/01/2019

Wikkelhouse, la tiny house in cartone 100% riciclabile

Le case del futuro? In cartone e 100% riciclabili. Questo è l’ambizioso progetto di Fiction Factory, una sfida che rivoluzionerà il modo di intendere le abitazioni   a cura di Fabiana Valentini     Wikkelhouse, ...

16/01/2019

In Europa si lavora alla ristrutturazione zero energy

Il progetto UE Transition Zero vuole estendere in Europa il metodo Energiesprong per ristrutturare e trasformare vecchie abitazioni in case Net Zero Energy   a cura di Andrea Ballocchi     L’edilizia deve cambiare il proprio status ...

16/01/2019

L'edificio in legno più alto d'Europa è a Jesolo

Lo studio DEMOGO ha realizzato a Jesolo la Cross Lam Tower, una struttura di 12 piani realizzata secondo i principi della bioarchitettura. E' l'edificio in legno più innovativo e alto d’Europa. Su Casa.it le abitazioni in ...

11/01/2019

IR Arquitectura sperimenta con il design modulare

Una mini casa per vivere a contatto con la natura. Formata da 5 moduli essenziali, dotata di pannelli solari e flessibile a seconda delle esigenze   a cura di Fabiana Valentini     Le case del futuro? Essenziali, ecologiche e di piccole ...

21/12/2018

Amsterdam Valley, un'oasi verde nel quartiere commerciale

Il quartiere Zuidas di Amsterdam è il principale centro d’affari internazionali dei Paesi Bassi. A causa del suo target business, il quartiere non attrae l’interesse di chi vorrebbe viverci. Almeno sino ad ora.   a cura di Tommaso ...