Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente

Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente

Tra Cordovado e Sesto al Reghena in provincia di Pordenone, si sta costruendo un’abitazione con struttura tradizionale, quindi di lunga durata e bassa manutenzione, con consumi talmente ridotti per il riscaldamento ed il raffrescamento estivo da essere considerati quasi nulli.
Casa Climablock come tutte le abitazioni sarà dotata di elettrodomestici che, con il loro funzionamento, generano calore: il frigorifero per creare al suo interno freddo, rilascia calore all’esterno, la lavatrice, il televisore, il ferro da stiro e tutti gli altri elettrodomestici per funzionare generano calore. La novità è che in questa nuova casa, saranno proprio queste fonti di calore, unite all’irraggiamento solare, che nei mesi freddi entra attraverso i vetri non oscurati, a garantire il benessere termico assieme ad un piccolissimo impianto termico a bassa temperatura. 
Il comfort estivo sarà, invece, garantito da murature e coperture dotate di grande massa (anche 700 kg/mq) che assicurano che il sole, nel corso delle ore in cui irraggia maggiormente, non riesca a riscaldare la struttura in tutto il suo spessore, impedendo, di fatto, al calore di penetrare all’interno dell’edificio, oltre, ovviamente, a sistemi di ombreggiamento e oscuramento dei serramenti esterni.
Ma la vera novità è che questi risultati, raggiunti con grande facilità costruttiva, si stanno ottenendo con costi decisamente interessanti rispetto a quelli che si potrebbero sostenere per abitazioni con prestazioni inferiori costruite con altre tecnologie.
Il progetto
In fase di progettazione dell’edificio è stata data grande attenzione all’orientamento dell’abitazione, infatti per le caratteristiche climatiche della provincia di Pordenone, sono state  realizzate limitate aperture a nord e più ampie a sud. Vengono utilizzati serramenti ad alte prestazioni inseriti nelle murature costruite con il sistema Climablock della Pontarolo Engineering, vincitore del premio innovazione 2008, è stato definito "la più grande invenzione dopo il mattone". Climablock  garantisce antisismicità ai massimi livelli,  grande isolamento (trasmittanza di 0,14 W/m2K con soli 39 cm di spessore – per chi non fosse del settore si sappia che 0,14 W/m2K è un dato assolutamente eccezionale), assenza totale di ponti termici e qualità costruttiva certa anche con mano d’opera non specializzata (si monta come un lego) e tempi di realizzazione ridotti ad 1/5: i muri del primo piano, ad esempio, comprensivi di struttura in cemento armato, isolamento spessore 24 cm, controtelai, scarichi ecc. sono stati eseguiti da 3 operai in solo un giorno e mezzo.
Il progetto prevede inoltre di dotare l’abitazione di un impianto di pulizia dell’aria interna (ventilazione) controllato e continuo che, nell’espellere l’aria viziata, ne usa il calore per riscaldare l’aria che entra con un recupero anche del 90% del calore stesso.
I considerevoli risparmi costruttivi e di gestione rendono la casa un eccellente esempio di biocostruzione o, più correttamente, sostenibile al massimo dei livelli ottenibili oggi.
Spesso, però, le ottime prestazioni degli edifici non corrispondono poi ad un reale benessere per gli abitanti, mentre questa casa è speciale anche sotto l’aspetto del comfort, in quanto la parete Climablock è dotata di un importante spessore d’isolamento all’esterno (18 cm) e all’interno (6 cm) della muratura, ed è proprio la presenza di quest’isolamento interno che garantisce che la temperatura superficiale della parete sia praticamente uguale a quella dell’ambiente, dando così un eccellente sensazione di benessere. Le pareti non isolate internamente, quindi ad una temperatura inferiore rispetto a quella dell’aria interna, al contrario, danno una fastidiosa percezione di disagio dovuta all’irraggiamento del corpo freddo, a volte poco percettibile ma sufficiente a creare una sensazione sconfortevole. A tutto questo si aggiunge la qualità dell’aria interna che sarà sempre pulita, nuova, non viziata per il ricambio continuo con recupero di calore.
 
La Pontarolo Engineering S.p.a. specializzata nel risparmio energetico, nel comfort abitativo e nel biocostruire, produttrice del sistema Climablock, ha ampliato la presenza di tecnici per consulenze personalizzate gratuite e per visite in cantiere affinché l’esperienza dell’azienda sia a disposizione di chi vuole progettare fabbricati sostenibili e realmente costruibili a prezzi competitivi.
 
Per ulteriori informazioni
www.pontarolo.com

Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente
Casa Climablock
Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente
Il cantiere
Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente
Il cantiere
Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente
Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente
Climablock angolare
Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente
Blocco Climablock
Casa Climablock: massimo comfort e consumi quasi nulli per una grande attenzione all'ambiente

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
27/03/2020

Canada: progettato il primo edificio in legno a zero emissioni di carbonio

Quello che sorgerà in Ontario è un progetto pensato per riunire in un edificio, la cultura indigena con quella occidentale. Un esempio concreto di come l’istruzione può contribuire a ridurre il danno ambientale, eliminando le ...

19/03/2020

Sossusvlei lodge: l’hotel sostenibile nel cuore del deserto africano

Un hotel di lusso, immerso in un oceano di dune, affioramenti rocciosi e pianure di ghiaia che promette, oltre a paesaggi mozzafiato, di ridurre al minimo l’impatto antropico su un ecosistema delicato come il deserto   la ...

19/03/2020

Torino, il Green Pea di Farinetti

Aprirà alla fine dell’estate. È il Green Pea, la nuova scommessa di Oscar Farinetti: un edificio per acquisti verdi, che mette in pratica i principi dell’architettura ecologica e li mostra per spiegarli ai futuri clienti. Il progetto ...

28/02/2020

Nuovo campus tecnologico di Shenzhen, che sembra una catena montuosa

Situato nella baia di Qianhaia in Cina, il nuovo campus tecnologico del colosso tecnologico cinese occuperà 133 ettari. Il suo profilo ondulato, i pannelli fotovoltaici e i numerosi spazi verdi dimostrano un connubio ...

26/02/2020

Efficienza energetica in alta quota: così rinasce il borgo antico

In una borgata in Alta Val di Susa, a più di 1600 metri d’altezza, è stato avviato un progetto di riqualificazione che vede protagonista URSA Italia. Ecco le sfide affrontate.   a cura di Andrea Ballocchi     Indice ...

25/02/2020

Efficienza energetica negli edifici storici: le strategie per ridurre i consumi

La necessità di ridurre drasticamente le emissioni inquinanti, in un’epoca che sembra dirigersi sempre più verso un incontrollato declino ambientale, deve interessare in modo considerevole quella consistente fetta di edificato storico che ...

14/02/2020

La serra bioclimatica per il risparmio energetico, un progetto di ENEA

ENEA lancia un nuovo progetto sostenibile realizzando una serra bioclimatica con orto idroponico finalizzata allo studio e alla valutazione delle nuove prestazioni energetiche della “Scuola delle Energie”, l’edificio su ...

10/02/2020

La nuova sede Unipol a Milano: una torre tonda con serra bioclimatica

Un altro grattacielo si aggiungerà presto allo skyline di Milano. Il nuovo quartier generale della Unipol, nella zona di Porta Nuova, sarà il primo della città a poter contare su una forma tonda. L'edificio punta alla certificazione LEED ...