IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Casa G a energia quasi 0 realizzata in bioarchitettura

Casa G a energia quasi 0 realizzata in bioarchitettura

Dalla riqualificazione di un rustico di fine 800 Tiziana Monterisi Architetto ha realizzato a Moneglia un’abitazione Nzeb utilizzando esclusivamente materiali naturali e spesso poco sfruttati in edilizia quali paglia di riso, argilla, cocciopesto e legno trattato con oli naturali

 

Casa G a energia quasi 0 realizzata in bioarchitettura

 

Alla base dei progetti firmati dall’architetto Tiziana Monterisi vi è la certezza che lo sviluppo sostenibile possa assicurare un futuro migliore e che tale filosofia debba essere alla base dei progetti edilizi attraverso l’utilizzo di risorse naturali o secondarie.

 

Questa la cultura fondante del progetto “Casa G” firmato da Tiziana Monterisi Architetto a Littorno, frazione del Comune di Moneglia in provincia di Genova.

 

L’intervento nasce dalla riqualificazione efficiente di un rustico di fine 800 di cui si è mantenuta la muratura portante in pietra locale e che ha portato alla realizzazione di un edificio per la villeggiatura moderno e di design, in cui l’attenzione alla sostenibilità ambientale è altissima in ogni aspetto. I lavori hanno beneficiato degli Ecobonus del 65% e 50% per interventi di riqualificazione energetica e ristrutturazione edilizia.

 

Lo studio biellese ha voluto valorizzare ciò che la natura già offriva, da una parte l’edificio esposto a sud sfrutta la luce del sole, e dall’altra il fresco pergolato protegge dal caldo eccessivo regalando momenti di relax.

Il progetto 

Il progetto ha previsto l’utilizzo solo di materiali naturali al 100% che assicurano ottime performance energetiche e minimizzano l’impatto ambientale: Casa G è infatti un’abitazione a energia quasi 0, in cui il fabbisogno energetico è minore di 15 kWh/mq/anno.  Per l’approvvigionamento di calore, oltre a una piccola stufa a legna, sono utilizzati esclusivamente gli apporti solari passivi

 

L’abitazione è realizzata su 2 livelli, in cui i 2 piani sono divisi da una soletta di legno fatta a mano.  Il tetto è stato demolito e ricostruito con intelaiatura in legno e tamponamento in balle di paglia di riso. Lo stesso sistema è stato utilizzato per la realizzazione del cappotto esterno dell’edificio. L’intonaco esterno è in calce. I serramenti sono a triplo vetro e doppia camera.

 

L’umidità è controllata sia dagli intonaci interni in argilla che dalla ventilazione naturale assicurata dal territorio collinare in cui si trova l’abitazione che sorge a 185 metri sul livello del mare.

 

Grazie ai materiali utilizzati anche per le finiture interne, tra cui l’argilla, le pitture derivanti da chimica vegetale, il cocciopesto e il legno trattato con oli naturali, le superfici acquistano un aspetto materico e gli ambienti sono salubri poiché viene minimizzata l’energia grigia dell’edificio

 

Casa G a Moneglia, materiali naturali per le finiture interne

 

Grazie a tutti gli accorgimenti costruttivi l’abitazione prevede costi di gestione e costi di manutenzione minimi assicurando in qualsiasi periodo dell’anno ottimo comfort senza che sia necessario sostenere spese per il riscaldamento o l’impianto di condizionamento.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/09/2018

A New York appartamenti futuristici firmati Zaha Hadid

Il progetto 520 West 28th Street è il palazzo futuristico firmato dall’architetto Zaha Hadid. Un edificio sbalorditivo, alto 11 piani, che sorge nelle vicinanze dell’affascinante High Line Park di  New York.   a cura di Tommaso ...

11/09/2018

Hong Kong ospiterà Aero Hive, il grattacielo che respira

Lo studio di architettura Midori Architects ha vinto il premio Skyhive Skyscraper Challenge con il progetto futuristico Aero Hive. Due grattacieli progettati per adattarsi alle sfide del clima locale e ridurre la CO2 nell’aria.   a cura di ...

07/09/2018

Una villa ad alta efficienza energetica con SPA

A Brembio, in provincia di Lodi è in via di realizzazione uno dei primi progetti Ecolibera, con tetto fotovoltaico, piscina e SPA.    a cura di Silvia Giacometti     Ecolibera non è solo un progetto ma un concetto ...

07/09/2018

ZEPHIR Passivhaus Italia per la riqualificazione delle Torri di Madonna Bianca

Il Team di progettazione ZEPHIR Passivhaus Italia in collaborazione con gli Studi Bombasaro e Campomarzio ha vinto il concorso di progettazione di tre delle 11 torri di Villazzano che saranno riqualificate secondo la prospettiva nzeb e dell’efficienza ...

06/09/2018

Vivere in case ecosostenibili ricavate da vecchie navi mercantili

Marine Doc è il progetto che prevede la trasformazione delle vecchie navi fluviali mercantili in disuso, in nuove abitazioni di lusso ed eco sostenibili, completamente autonome dal punto di vista energetico.   a cura di Tommaso ...

05/09/2018

Alloggio temporaneo ad energia solare: sostenibilità ambientale e sociale

A Cambridge, un simpatico edificio del XIX secolo, che rischiava di essere demolito, è stato ristrutturato e trasformato in un alloggio alimentato ad energia solare a disposizione delle famiglie più bisognose. Il cuore del progetto? Puntare ...

31/08/2018

In Brasile la sostenibilità entra in classe

A Tocantins, in Brasile, è stata realizzata una scuola che ha previsto l'utilizzo di materiali locali dove la sostenibilità ambientale è al centro di tutto. I bambini apprendono senza perdere il senso di appartenenza alla loro terra e il ...

27/08/2018

National Trade Building ad alta sostenibilità

Il National Trade Building è un progetto ideato dallo Studio Marco Piva per la città di Harbin in Cina. Si tratta di un progetto innovativo poichè ricorre a un sistema modulare, con un disegno di ritmi di facciata che, come una texture, ...