IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Comune di Parma: incentivi per nuove facciate degli edifici impianti rinnovabili

Comune di Parma: incentivi per nuove facciate degli edifici impianti rinnovabili

Migliorare la qualità degli edifici storici, premiando chi decide di ristrutturare la propria facciata o di usare fonti di energia rinnovabili per la propria abitazione. E' l'obiettivo degli incentivi adottati dal Comune di Parma per assicurare a tutti i soggetti (proprietari, acquirenti, imprese edili) che intervengono sul patrimonio edilizio vecchio e nuovo, la possibilità di acquisire vantaggi per realizzare interventi di miglioramento della qualità dell'edificio, di efficienza energetica, di sostenibilità ambientale.
Si tratta di un intervento che segue le misure anticrisi presentate dall'urbanistica a marzo, quando il Comune di Parma aveva messo a punto un pacchetto che proponeva incentivi sugli oneri e sulle procedure edilizie, per l'avvio e il completamento degli interventi urbanistici e per chi ritira nei prossimi sei mesi le licenze.
Di seguito gli incentivi previsti:
Nel caso di edifici esistenti
1. Premio volumetrico
2. Semplificazione delle pratiche edilizie (sostituzione della DIA con semplice comunicazione)
3. Riduzione della tassa per occupazione del plateatico per il montaggio del ponteggio per un periodo massimo di 6 mesi
4. Incentivi ed agevolazione nella fase di cantierizzazione con particolare riferimento a quanto concerne l'accesso al cantiere da parte dei mezzi d'opera
5. Riduzione degli oneri di urbanizzazione secondaria
6. Scomputo delle superfici necessarie ad accogliere accorgimenti strutturali e/o impiantistici collegati all'utilizzo delle energia rinnovabili e/o al riscaldamento/raffrescamento passivo
7. Recupero ai fini abitativi di sottotetti esistenti
8. Possibilità di inserimento di tasche nel tetto
9. Possibilità di aumentare il rapporto aero-illuminometrico
 
Nel caso di nuovi edifici
1. Premio volumetrico
2.  Premio volumetrico per interventi disciplinati dal Poc
3. Scomputo delle superfici necessarie ad accogliere accorgimenti strutturali e/o impiantistici collegati all'utilizzo delle energia rinnovabili e/o al riscaldamento/raffrescamento passivo
 
Il pacchetto anticrisi di marzo prevedeva i seguenti interventi:
I. Incentivi sugli oneri e sulle procedure edilizie
1. Rateizzazione oneri per gli anni 2009-2010
2. Congelamento dei valori relativi alle quote delle monetizzazioni (costo del terreno e dell'opera) per gli anni 2009-2010
3. Prolungamento automatico della proroga sulle scadenze dei PdC / DIA per gli anni 2009-2010
4. Omogeneizzazione dei tempi di realizzazione delle opere di urbanizzazione ai tempi di realizzazione degli stralci funzionali dei Pua
II. Incentivi sugli strumenti di pianificazione
5. Diminuzione della superficie minima per l'attivazione dei sub-ambiti di trasformazione garantendo la progettazione unitaria e la funzionalità delle urbanizzazioni
6. Partenza immediata dei sub-ambiti di trasformazione produttivi e misti e di quelli legati alla realizzazione di opere di interesse pubblico urgenti
7. Primo stralcio del RUE cartografico per favorire interventi mirati di tipo produttivo e misto
8. Eliminazione dei costi del processo perequativo con conseguente diminuzione del valore del contributo

Comune di Parma: incentivi per nuove facciate degli edifici impianti rinnovabili

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
13/09/2019

A Klimahouse Lombardia 2019 la nuova palestra scolastica nZEB

In occasione di Klimahouse Lombardia 2019, fiera annuale dedicata all’educazione e allo sviluppo sostenibile e sensibile ai temi di riqualificazione del patrimonio scolastico, sarà possibile visitare il cantiere della nuova palestra della Scuola ...

12/09/2019

Boeri lancia ForestaMi, la foresta urbana da 3 milioni di alberi per Milano

Stefano Boeri lancia un nuovo progetto di riforestazione urbana per Milano. ForestaMi prevede la piantumazione di centomila alberi solo quest’anno, per raggiungere una quota di oltre tre milioni di piante entro il 2030. Si parte da parchi e scali ...

12/09/2019

Un nuovo materiale lascia passare la luce e trattiene il calore solare

In un lavoro pubblicato sulla rivista ACS Nano, un team di ricerca del MIT ha confermato di aver prodotto un materiale leggero, con struttura in silice, capace di trattenere il calore solare. Si tratta di un tipo di aerogel in grado di far passare il 95% ...

11/09/2019

Nuovo Governo: lo sviluppo sostenibile parte integrante della Legge di Bilancio

Il discorso del premier Giuseppe Conte sulla fiducia, stop a nuove trivelle e al via con il ‘green new deal’. Tanti i temi ambientali da portare avanti, dall’economia circolare all’inserimento dei principi ecologici nella ...

10/09/2019

CittÓ, un decalogo green contro il climate change

Per ridurre gli effetti del climate change le città devono essere parti attive. Da qui nasce la dichiarazione per l’adattamento ai cambiamenti climatici   a cura di Andrea Ballocchi     Indice degli argomenti: Il ...

09/09/2019

I buoni progetti europei

Al via BUILD UPON2, il secondo capitolo del progetto di World Green Building Council e dei suoi partner tra cui anche Green Building Council Italia, finanziato dall’Unione Europea  e mirato a riqualificare gli edifici entro il ...

06/09/2019

Efficienza energetica e innovazione: Cover App lancia il davanzale coibentato

La necessità di rendere gli edifici sempre più efficienti dal punto di vista energetico ha spinto alla creazione di soluzioni innovative e ingegnose nell’ambito dell’edilizia sostenibile. Ne è un esempio l’idea ...

05/09/2019

Pannelli isolanti dai rifiuti e riciclo dei pannolini

Il progetto Recepit, nato dalla collaborazione tra la divisione ricerca di AzzeroCO2, Modoolab, e il Cnr, rende possibile il recupero della componente cellulosica dei prodotti assorbenti che, non essendo biodegradabili, ogni anno in Italia arrivano a 170mila ...