IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Dalla collaborazione tra industria, università ed istituzioni nasce il "Diamante fotovoltaico"

Dalla collaborazione tra industria, università ed istituzioni nasce il "Diamante fotovoltaico"

Viene inaugurato domani alle ore 11 nel Parco di Villa Demidoff a Pratolino, vicino a Firenze, "Diamante", un prototipo di centrale energetica solare innovativa, progettato nel 2007 nell'ambito di una ricerca condotta congiuntamente dalla facoltà di Ingegneria dell'Università di Pisa e da ENEL Ricerche.
Frutto del migliore design italiano che coniuga armonia delle proporzioni e innovazione tecnologica, "Diamante" è una struttura geodetica formata da 38 pannelli fotovoltaici a celle monocristalline, orientati a sud, e 42 facce in vetro temprato.
L'impianto è alto 12 metri, ha un diametro di 8 metri e può essere montato e smontato in maniera semplice e rapida grazie alla struttura fatta di aste e nodi filettati.
Realizzato in vetro e acciaio, "Diamante" oltre che una tecnologia innovativa per la produzione di energia, ha dimensioni che seguono le proporzioni presenti in natura e nasce per integrarsi con luoghi naturali o di particolare rilevanza artistica: assomiglia, infatti, più a un'opera d'arte che ad una centrale energetica ad energia solare.
L'impianto resterà di proprietà di Enel, mentre l'energia ricavata sarà ceduta a titolo gratuito alla Provincia di Firenze ed impiegata per l'illuminazione del Parco di Pratolino - Villa Demidoff dove "Diamante" illuminerà i viali e la statua del Gigante dell'Appennino, opera del Giambologna: un luogo di bellezze naturali e meraviglie, nato nella seconda metà del Rinascimento e dal 1981 destinato a parco pubblico, che, con i suoi laghetti e opere di grandi artisti, immerge il visitatore in un ambiente incontaminato dalla ricca varietà di forme vegetali e presenze artificiali.
Nel 2007 Emilio Vitale, preside della facoltà di Ingegneria, chiamò a far parte del gruppo di lavoro per il progetto il professor Pier Luigi Maffei, docente di Architettura tecnica. Il progetto è stato poi sviluppato, in sede di tesi di laurea, dall'ingegner Eleonora De Michele.
"Il sistema - spiega Maffei - intende dimostrare la possibilità di impiegare l'energia rinnovabile del sole per la produzione dell'idrogeno. Al suo interno ci sono tre sfere in vetroresina disposte secondo la geometria aurea dove sono collocati i serbatoi degli idruri metallici che, mediante un processo di elettrolisi, consentono di ottenere energia elettrica di giorno e di notte. I pannelli fotovoltaici in silicio policristallino, adeguatamente orientati, montati su alcune delle facce triangolari, sono infatti in grado di produrre energia elettrica che per il surplus viene accumulata sotto forma di idrogeno. Il sistema integrato di produzione e stoccaggio di energia da fonte solare assicura una continuità di erogazione e garantisce l'autosufficienza energetica di un piccolo condominio".
"Diamante" è predisposto anche per utilizzare la geotermia quale fonte energetica ecosostenibile, tramite una sonda centrale di accesso a falde sotterranee, per sfruttare il gradiente termico per la produzione di condizionamento dell'aria, in estate ed in inverno.
Nella parte inferiore della struttura si trova la sala apparati con le macchine necessarie al processo energetico e spazi didattici che accoglieranno scolaresche e visitatori
"Diamante" si proietta nel futuro per la sua versatilità, che consentirà di sperimentare i più evoluti sistemi fotovoltaici via via che il loro sviluppo tecnologico li renderà disponibili sul mercato e potrà essere usato anche nella mobilità, come distributore di energia per veicoli elettrici.

Dalla collaborazione tra industria, università ed istituzioni nasce il 'Diamante fotovoltaico'

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
13/12/2019

Boom fotovoltaico, nel 2019 +100% in Europa

Il 2019 sarà l'anno con la crescita più significativa del fotovoltaico europeo dal 2010: 16,7 GW di nuove installazioni. La Spagna con 4,7 GWha registrato la crescita più significativa. Entro la fine del 2019, l'UE avrà ...

12/12/2019

Gennaio-agosto 2019, + 49% per le rinnovabili

Crescono nei primi 9 mesi del 2019 le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico che nel complesso a fine agosto 2019 raggiungono 771 MW. + 200% per eolico,+28% per fotovoltaico. L'Osservatorio di Anie ...

11/12/2019

Accordo sulla Manovra, la plastic tax a 0,40 centesimi

La tassa partirà da luglio, quella sullo zucchero da ottobre. La legge di Bilancio dopo l’accordo di maggioranza arriva a 32 miliardi, ma le tensioni nel governo non finiscono. Intanto di plastica se ne produce più dell’acciaio, ...

11/12/2019

Al via le domande in Friuli per bando accumulo per il fotovoltaico

Via libera da parte dell'Amministrazione regionale del Friuli, alla concessione di contributi straordinari per l'acquisto e l'installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica. Domande solo on line. I bandi e gli incentivi promossi ...

10/12/2019

Piccole innovazioni sostenibili che trasformano l'abitare

Tutti noi possiamo e dobbiamo fare scelte più consapevoli e sostenibili nel nostro quotidiano, che limitino la nostra impronta ecologia. Alcune proposte per gli arredi indoor e outdoor che ci possono aiutare   la redazione

09/12/2019

La transizione energetica oltre il PNIEC

Il limite di emissioni di CO2 che l’Italia non può superare per rispettare l’aumento della temperatura globale entro 1,5° è di 3,8 miliardi di tonnellate. Lo Studio firmato Eurac Research. L’opportunità economica ...

05/12/2019

Solo un paese su 5 ha una strategia sanitaria per affrontare il cambiamento climatico

Proteggere la salute delle persone dai pericoli del cambiamento climatico, come per esempio lo stress da calore, tempeste e tsunami non è mai stato più importante, ma secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità la maggior parte dei ...

03/12/2019

COP25: le strategie per limitare il riscaldamento di 1,5°

In un momento in cui si intensificano gli allarmi per i livelli di emissioni in atmosfera senza precedenti, eventi metereologici estremi, surriscaldamento con conseguente aumento della siccità, la COP 25 di Madrid rappresenta un’occasione ...