IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > L’hotel di lusso sul Lago di Como certificato CasaClima

L’hotel di lusso sul Lago di Como certificato CasaClima

Il Sereno è un hotel a cinque stelle sulle rive del Lago di Como. Oltre ad essere un albergo di lusso, vanta caratteristiche sostenibili di tutto rispetto: materiali naturali di provenienza locale, giardini verticali, illuminazione e ventilazione naturale, che hanno permesso di ottenere la certificazione CasaClima.

 

la redazione

 

L’hotel di lusso Il Sereno sul Lago di Como certificato CasaClima

 

Ispirato alla Casa del Fascio di Giuseppe Terragni, ma con un tocco di contemporaneità, Il Sereno è un albergo di lusso che celebra il patrimonio storico e naturale del Lago di Como.

 

Per rimarcare il connubio con lo splendido paesaggio naturale in cui è inserito, lo studio di architettura Patricia Urquiola, progettista dell’edificio, ha utilizzato materiali naturali di origine locale, come marmo e legno.
Mi sono ispirata ai colori del lago e alla sua acqua brillante, alla natura delle montagne spettacolari e al vicino paese di Torno” afferma la designer e architetto Patricia Urquiola in una nota stampa. “La tavolozza dei colori è il lago. Include i toni del verde, azzurro, rame e grigio. Per Il Sereno abbiamo utilizzato materiali naturali (pietra, legno, fibre naturali di lana) per uno stile sostenibile e un'eleganza senza tempo”.

 

L’hotel di lusso Il Sereno sul Lago di Como certificato CasaClima

 

30 suite circondate dalle Alpi italiane, costruite su una darsena esistente, di proprietà statale inalienabile, realizzate con quanto di meglio si possa chiedere ad un hotel di lusso e sostenibile.

Il Sereno: lusso e sostenibilità senza compromessi

Lo studio di architettura milanese ha cercato di integrare il più possibile l’edificio con le bellezze naturali circostanti. Per rafforzare il senso di continuità con il paesaggio, gli architetti hanno commissionato al famoso designer di pareti verdi Patrick Blanc la creazione di tre giardini verticali. Il più grande è installato sulla facciata di fronte al lungolago settentrionale, per ammorbidire l'aspetto della struttura, mentre le altre due installazioni si trovano vicino all'ingresso sul lato sud.


Per rendere l’esperienza ancor più immersiva, gli architetti hanno pensato per alcune parti dell’edificio, a vetrate a tutta altezza per separare gli interni dai balconi, senza soluzione di continuità, regalando una vista affascinante sul lago e sulle montagne.

 

Le vetrate a tutta altezza che caratterizzano l'ecohotel il Sereno


Un’analisi approfondita del sito ha permesso un posizionamento ottimale dell'edificio e della sua facciata principale, consentendo una ventilazione e illuminazione naturale in grado di ridurre notevolmente i consumi energetici dell'hotel.

 

Interno dell'ecohotel Il Sereno sul Lago di Como

 

L'attenzione dei progettisti agli elementi di risparmio energetico e ai materiali eco-compatibili ha permesso all’hotel Il Sereno di ottenere la prestigiosa certificazione CasaClima. I materiali sono tutti naturali e principalmente locali: come la Pietra di Fossena per i pavimenti e Ceppo Lombardo per la facciata e alcune parti degli interni.


Il posizionamento strategico consente inoltre di ammirare il lago da ogni stanza e dalle aree comuni di questo meraviglioso eco hotel, perfettamente integrato sulle sponde di uno degli scenari più belli d’Italia: il Lago di Como.

 

img by www.patriciaurquiola.com

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
28/02/2020

Nuovo campus tecnologico di Shenzhen, che sembra una catena montuosa

Situato nella baia di Qianhaia in Cina, il nuovo campus tecnologico del colosso tecnologico cinese occuperà 133 ettari. Il suo profilo ondulato, i pannelli fotovoltaici e i numerosi spazi verdi dimostrano un connubio ...

26/02/2020

Efficienza energetica in alta quota: così rinasce il borgo antico

In una borgata in Alta Val di Susa, a più di 1600 metri d’altezza, è stato avviato un progetto di riqualificazione che vede protagonista URSA Italia. Ecco le sfide affrontate.   a cura di Andrea Ballocchi     Indice ...

25/02/2020

Efficienza energetica negli edifici storici: le strategie per ridurre i consumi

La necessità di ridurre drasticamente le emissioni inquinanti, in un’epoca che sembra dirigersi sempre più verso un incontrollato declino ambientale, deve interessare in modo considerevole quella consistente fetta di edificato storico che ...

14/02/2020

La serra bioclimatica per il risparmio energetico, un progetto di ENEA

ENEA lancia un nuovo progetto sostenibile realizzando una serra bioclimatica con orto idroponico finalizzata allo studio e alla valutazione delle nuove prestazioni energetiche della “Scuola delle Energie”, l’edificio su ...

10/02/2020

La nuova sede Unipol a Milano: una torre tonda con serra bioclimatica

Un altro grattacielo si aggiungerà presto allo skyline di Milano. Il nuovo quartier generale della Unipol, nella zona di Porta Nuova, sarà il primo della città a poter contare su una forma tonda. L'edificio punta alla certificazione LEED ...

31/01/2020

Tetto romboidale per la nuova sede Adidas in Germania

15 mila metri quadri, una forma a diamante in pianta con un caratteristico tetto a forma di rombo. È Halftime, la nuova sede tedesca del famoso marchio sportivo, presentata nel 2018 ma appena completata.    a cura di Tommaso ...

28/01/2020

Solstice on the park: il grattacielo che massimizza la luce solare

26 piani, 250 appartamenti e un tetto verde con una vista impressionante sul vicino parco e sullo skyline di Chicago. Il tutto progettato secondo il concetto del solar carving, la modellazione architettonica che migliora l’uso della luce solare. ...

24/01/2020

The Orbit, la smart city del futuro che non rinuncia all’ambiente

Immaginate di trasformare una cittadina dai connotati rurali in una città del futuro, che combina fibra ottica, veicoli autonomi e aeroporti per droni, senza perdere la connessione con l’ambiente naturale.   a cura di Tommaso ...