IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Efficienza energetica e rinnovabili, sempre più investimenti nonostante la crisi

Efficienza energetica e rinnovabili, sempre più investimenti nonostante la crisi

L'energia verde è uno dei pochi business al mondo realmente in crescita, ma esiste ancora una serie di resistenze da superare sia a livello politico che imprenditoriale. È quanto emerge dalla tavola rotonda dedicata ai temi dell'innovazione, efficienza energetica e sostenibilità ambientale, ospitata all'interno dell'Innovation Forum 2009 di Idc. Il momento favorevole dell'intero settore delle energie rinnovabili è stato evidenziato da Nino Tronchetti Provera, Ceo di Ambienta, società specializzata negli investimenti nel comparto ambientale. «Il settore ambientale è uno dei pochi business in crescita - spiega Tronchetti Provera - Nel nostro piccolo abbiamo raccolto in pochi mesi 160 milioni di euro in investimenti di private equity. Tutte le aziende impegnate nelle energie alternative che lavorano con noi hanno in programma di assumere nuovi addetti nei prossimi mesi».

Lo stato di salute del settore, in controtendenza con lo scenario economico internazionale, secondo il numero uno di Ambienta dipende fondamentalmente dalla scarsità delle risorse naturali: «Il nostro pianeta viaggia verso i 9 miliardi di abitanti e le risorse sono quelle che sono. Il recente calo delle quotazioni del greggio non deve trarre in inganno: in pochi anni il petrolio è comunque passato da 9 a 40 dollari, ed è destinato a risalire sopra i 60». Nel corso dell'Innovation forum l'economista Giacomo Vaciago ha fornito una spiegazione del crollo delle quotazioni degli idrocarburi. Secondo Vaciago i listini di riferimento hanno iniziato a invertire la tendenza a partire dal 14 luglio 2008, quando cioè il presidente americano George Bush decise di togliere il divieto presidenziale alle nuove perforazioni offshore. A partire da quel momento, spiega l'economista, sono terminate le speculazioni degli edge funds e il prezzo del petrolio è potuto scendere.

Ma nonostante la rapida discesa del brent, come detto, il settore energetico è sempre più cosciente dell'importanza di modificare gli attuali equilibri energetici. Una strada condivisa è quella dell'efficienza: «Sappiamo tutti che l'efficienza energetica - spiega Paolo Quaini, direttore efficienza energetica di Edison - è la leva per affrontare le criticità ambientali che abbiamo davanti». Eppure le imprese sono reticenti a investire in questo ambito: secondo il responsabile di Edison, l'ostacolo principale deriva dal fatto che puntare sull'efficienza energetica significa per un azienda mettere soldi in un segmento che non corrisponde al proprio core business. Il ritorno sull' investimento, poi, è difficilmente quantificabile.
La strada sembra però segnata, a dispetto delle titubanze: « Sul solare l'Italia credo abbia già perso il treno - evidenzia Tronchetti Provera - Nonostante il mondo dei media e la business community non l'abbiano ancora capito, nel nostro paese c'è spazio per una crescita della filiera dell'efficienza energetica. D'altronde, nonostante le recenti disposizioni dell'amministrazione Obama, gli Usa partono molto dietro di noi in questo settore. Gli americani hanno sempre pagato e tassato poco l'energia e sinora non si sono mai davvero interessati ai temi dell'efficienza».

Fonte: ilsole24ore.com

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
17/01/2019

L'energia rinnovabile è la fonte più competitiva nei paesi arabi

I paesi del GCC, Consiglio di Cooperazione del Golfo, nell'ambito dei propri piani di sviluppo, installeranno 7 gigawatt (GW) di nuova capacità di energia elettrica da fonti rinnovabili entro gli inizi del ...

16/01/2019

In Europa si lavora alla ristrutturazione zero energy

Il progetto UE Transition Zero vuole estendere in Europa il metodo Energiesprong per ristrutturare e trasformare vecchie abitazioni in case Net Zero Energy   a cura di Andrea Ballocchi     L’edilizia deve cambiare il proprio status ...

15/01/2019

L’idrogel salato che cattura l’umidità dell’aria per produrre acqua

L’aria della Terra contiene quasi 13 mila miliardi di tonnellate d’acqua, una riserva di acqua potabile enorme e rinnovabile. Ogni tentativo di sfruttare questa fonte di acqua è stato inefficiente, costoso e complesso. Almeno sino ad ...

14/01/2019

La corretta gestione della risorsa idrica in Italia

Il 30 gennaio a Milano la presentazione del Water Management Report: focus sulle applicazioni e il potenziale di mercato in Italia       L'Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano presenta il 30 gennaio ...

10/01/2019

Rinnovabili al 30% nel 2030 nel Piano nazionale per energia e clima

Mise e Ministero dell’Ambiente hanno inviato alla Commissione europea la proposta per il Piano nazionale integrato per l'Energia ed il Clima (PNIEC) al 2030. Una volta approvato gli obiettivi saranno vincolanti      Inviata a ...

09/01/2019

Canapa “rinforzata”, l’edilizia green migliora e conviene

Il progetto europeo ISOBIO ha sperimentato e intende promuovere materiali edili naturali a base canapa commercialmente interessanti   a cura di Andrea Ballocchi     La canapa e altri materiali naturali sono ottimi alleati per abbattere ...

08/01/2019

Le buone notizie su ambiente ed energia che hanno caratterizzato il 2018

Il sistema energetico globale è in rapida trasformazione, gli obiettivi di sviluppo sostenibile al 2030 e l'accordo di Parigi sul clima, impongono ai paesi, città e imprese di tutto il mondo di intraprendere azioni significative per lo sviluppo ...

07/01/2019

Isola URSA a Klimahouse: va in scena la sostenibilità!

In occasione di Klimahouse di Bolzano, dal 23 al 26 gennaio torna “Isola URSA”, la struttura dal grande impatto visivo che quest'anno ospiterà momenti di formazione e approfondimento su sostenibilità e ambiente, moderati da ...