IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Enermanagement Industria di FIRE per l'energia rinnovabile

Enermanagement Industria di FIRE per l'energia rinnovabile

Durante il convegno Enermanagement Industria, organizzato da FIRE, è stato possibile discutere delle strategie e delle politiche volte al raggiungimento dell’efficienza energetica in Italia.

 

Convegno FIRE

 

E’ necessario che l’Italia adotti nuove soluzioni, soprattutto ora che il Parlamento Europeo ha approvato, tra gli altri obiettivi, quelli per l’efficienza energetica da qui al 2030.

 

“Gli attuali scenari fanno pensare ad un incremento dei consumi nel prossimo futuro. Servono delle policy forti che da un lato vanno ad attuare e mettere in campo quelle soluzioni che già abbiamo e che, dall’altro, convincano le imprese che investire nel contesto energetico è necessario e utile per essere competitivi sul mercato. Infine, servono politiche che smuovano il mondo della finanza. Se non si percorrono queste strade sarà impossibile raggiungere gli obiettivi europei”.

 

Le parole di Dario Di Santo sottolineano la necessità e l’urgenza di agire nella direzione della sostenibilità energetica e di incrementare la competitività dell’industria nazionale.

 

In uno scenario segnato da un mercato dell’energia che sta attraversando una fase di transizione è fondamentale considerare l’utente finale nel ruolo di produttore e tener conto della rivoluzione che interessa le filiere produttive e tutto ciò che riguarda il rapporto tra le imprese che realizzano il prodotto finale e i fornitori.

 

Enermanagement Industria ha permesso a rappresentati istituzionali e aziende di trattare temi di carattere normativo/tecnologico, di parlare di best practice e approfondire strategie di business.

 

Il tema comune nelle presentazioni è stato quello delle risorse, che hanno un ruolo fondamentale nelle dinamiche delle scelte aziendali, sottolineando la necessità di un impiego minore con una maggiore qualità di utilizzo delle stesse, affinché si possano raggiungere gli obiettivi fissati dall’UE e si possa registrare un aumento della competitività delle imprese italiane.

 

Per raggiungere tali obiettivi è necessario far leva sull'ICT, unendo sistemi di connessione, sensori e capacità di trasmissione dei dati con tutto ciò che riguarda l'intelligenza artificiale.

 

E' fondamentale, inoltre, incrementare il sistema di gestione dell’energia (SGE) affinché le varie funzioni aziendali possano comunicare tra di loro in modo ottimale, sviluppando cultura ed un approccio olistico verso i temi e le problematiche e soluzioni comuni per esigenze e competenze differenti.


FIRE partecipa al progetto europeo MBENEFIT ed è partner per l’Italia del progetto ESI EUROPE, indirizzato a piccole medie imprese.

In questo modo la federazione supporta le aziende consolidandone l'attività, in autonomia o assieme ad altri stakeholder, per il miglioramento del quadro di policy.

di Fabiana Murgia

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/01/2019

Presentato il Fondo Nazionale per l'Efficienza Energetica

Presentato al Mise lo strumento, atteso da 4 anni, che dovrebbe eliminare le barriere agli interventi di efficientamento energetico e muovere 1.7 miliardi di euro di investimenti. Discusse le regole operative con gli stakeholder     E’ ...

17/01/2019

Efficientamento energetico, si parte delle scuole

Città metropolitana di Milano, regione Lombardia e Fondazione Cariplo insieme per finanziare interventi di riqualificazione energetica di 18 edifici scolastici di istruzione superiore. La modalità è il finanziamento tramite terzi, ...

17/01/2019

L'energia rinnovabile è la fonte più competitiva nei paesi arabi

I paesi del GCC, Consiglio di Cooperazione del Golfo, nell'ambito dei propri piani di sviluppo, installeranno 7 gigawatt (GW) di nuova capacità di energia elettrica da fonti rinnovabili entro gli inizi del ...

16/01/2019

In Europa si lavora alla ristrutturazione zero energy

Il progetto UE Transition Zero vuole estendere in Europa il metodo Energiesprong per ristrutturare e trasformare vecchie abitazioni in case Net Zero Energy   a cura di Andrea Ballocchi     L’edilizia deve cambiare il proprio status ...

15/01/2019

L’idrogel salato che cattura l’umidità dell’aria per produrre acqua

L’aria della Terra contiene quasi 13 mila miliardi di tonnellate d’acqua, una riserva di acqua potabile enorme e rinnovabile. Ogni tentativo di sfruttare questa fonte di acqua è stato inefficiente, costoso e complesso. Almeno sino ad ...

14/01/2019

La corretta gestione della risorsa idrica in Italia

Il 30 gennaio a Milano la presentazione del Water Management Report: focus sulle applicazioni e il potenziale di mercato in Italia       L'Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano presenta il 30 gennaio ...

10/01/2019

Rinnovabili al 30% nel 2030 nel Piano nazionale per energia e clima

Mise e Ministero dell’Ambiente hanno inviato alla Commissione europea la proposta per il Piano nazionale integrato per l'Energia ed il Clima (PNIEC) al 2030. Una volta approvato gli obiettivi saranno vincolanti      Inviata a ...

09/01/2019

Canapa “rinforzata”, l’edilizia green migliora e conviene

Il progetto europeo ISOBIO ha sperimentato e intende promuovere materiali edili naturali a base canapa commercialmente interessanti   a cura di Andrea Ballocchi     La canapa e altri materiali naturali sono ottimi alleati per abbattere ...