IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Fotovoltaico: +10% di capacità installata a livello globale, grazie soprattutto ai paesi extra UE

Fotovoltaico: +10% di capacità installata a livello globale, grazie soprattutto ai paesi extra UE

Presentato l’Osservatorio per le energie rinnovabili, l’Europa perde la leadership nel fotovoltaico

LOsservatorio per le energie rinnovabili realizzato dalla  Fondazione Silvio Tronchetti Provera in collaborazione con la Regione Lombardia e presentato oggi a Milano in occasione del convegno "Energie rinnovabili, efficienza energetica e smat grids, scenari ed opportunità", presenta uno scenario per il mercato fotovoltaico in cui nel 2013 per la prima volta i Paesi extra Ue sorpassano l’Europa, che perde così la propria leadership. Sorpasso dovuto più che alla crisi del mercato europeo, all’esplosione del mercato internazionale, che ha fatto registrare una crescita del 128% tra il 2011 e il 2012.
La Cina, secondo i dati contenuti nel Solar Energy Report 2013 - studio dell’Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano che ogni anno analizza le dinamiche della filiera del settore fotovoltaico - dovrebbe essere il primo mercato globale del settore del fotovoltaico a livello di nuova capacità installata, stimata per il 2013 in circa 8,6 GW. Seguita da Giappone con 6,3 GW e Stati Uniti con circa 4,2 GW, grazie al rinnovo del programma di incentivi e all’annunciata realizzazione di nuovi impianti di grande taglia.

Marco Tronchetti Provera, presidente della Fondazione Silvio Tronchetti Provera ha sottolineato: “I dati dell’Osservatorio dimostrano che l’Europa e con essa l’Italia stanno perdendo competitività. La perdita di mercato del fotovoltaico italiano impone al Paese di rispondere tempestivamente attraverso investimenti in nuove tecnologie per trovare soluzioni sempre più efficienti e competititve e capaci di ridurre i costi. Per sviluppare un settore strategico come quello delle energie rinnovabili è necessaria pertanto un’azione congiunta da parte di tutti - imprese, istituzioni e comunità scientifica - in grado di ridare slancio alla nostra economia tutelando contemporanemente l’ambiente”.

 

In particolare secondo i dati dell’Osservatorio, la capacità fotovoltaica installata a livello globale nel 2013 dovrebbe chiudersi a circa 33,7 GW, in crescita del 10% rispetto al 2012. L’Europa, pur mantenendo un ruolo importante, conta solo per il 30% delle nuove installazioni. La Germania mantiene la posizione di leadership in Europa con un nuovo installato di 3,8 GW, nonostante un’effettiva contrazione del mercato.
L’Italia, dopo essersi confermata nel corso del 2012 al terzo posto del mercato su scala globale, si attesta nel 2013 su una capacità installata di circa 1,26 GW. Il volume d’affari generato in Italia dal settore fotovoltaico nel 2012 si  è più che dimezzato a circa 6,2 miliardi di euro, per l’effetto congiunto della riduzione dei prezzi e della contrazione del mercato. Dei 6,2 miliardi di giro d’affari, il 33% è rappresentato dal mercato dei grandi impianti, il 32% dal residenziale, il 29% da quello industriale e solo il 6% dal mercato delle centrali solari. Le stime per il 2013 prefigurano uno scenario per il mercato italiano caratterizzato da una ulteriore contrazione nel volume d’affari complessivo superiore al 50%.

I mercati dell’Est Europa, che già nel 2012 avevano registrato risultati positivi proseguono con lo stesso trend anche nel 2013, grazie soprattutto ai meccanismi di incentivazione governativi.

 

Dal convegno è emerso come sia sempre più importante l’attenzione all’evoluzione delle “smart grid”,  cioè a tutte le strutture e procedure di gestione innovative che garantiscono sicurezza e affidabilità del sistema elettrico facendo fronte alle criticità legate alla gestione delle fonti “non programmabili”.
Secondo le stime elaborate dallo “Smart Grid Executive Report 2013”, al fine di rendere “intelligenti” le diverse fasi del sistema elettrico (generazione, trasmissione, distribuzione ed utenza) è necessario un volume di investimenti per le diverse soluzioni tecnologiche stimabile nell’ordine dei 30 miliardi di euro da qui al 2020.  Tra le soluzioni tecnologiche ci sono, in particolare, gli smart inverter, i sistemi di controllo e di ottimizzazione degli asset, quelli di automazione e sensoristica, Demand Response Management System, Advanced Metering Infrastructure, Home Management System e i sistemi di storage. Gli scenari di diffusione di queste tecnologie sono influenzati dall’evoluzione del quadro normativo-regolatorio, che definisce il “perimetro d’azione” dei diversi attori del sistema elettrico e stabilisce obblighi e/o incentivi a carico degli stessi, impattando in maniera sostanziale sulla redditività degli investimenti.

 

“Regione Lombardia guarda con estremo interesse e incentiva lo sviluppo di modelli di utilizzazione energetica più sostenibili ed efficienti –ha affermato Claudia Terzi, assessore all’Ambiente della Regione Lombardia- incoraggiando la discussione su tecnologie sempre più innovative.Con l’attuazione del nuovo Piano Energetico Ambientale Regionale (PEAR), la Lombardia propone la riduzione di energia proveniente da fonti fossili e l’utilizzo delle risorse a nostra disposizione in modo più efficiente e razionale, intervenendo sui singoli processi di utilizzazione che possano portare a una maggiore efficienza energetica”.

 

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
05/10/2018

- 17% per fotovoltaico, eolico e idroelettrico nei primi 8 mesi del 2018

Anie Rinnovabili ha pubblicato l'Osservatorio FER di agosto che mostra ancora un calo, -17%, delle installazioni nei primi 8 mesi dell'anno rispetto al 2017.      Nel periodo gennaio-agosto 2018 le nuove installazioni di fotovoltaico, ...

03/10/2018

La Cina sperimenta per la prima volta finestre fotovoltaiche e isolanti

I ricercatori della South China University of Technology hanno sviluppato un prototipo di finestra fotovoltaica in grado di svolgere due funzioni differenti e molto importanti: produrre energia ed isolare termicamente.   a cura di Tommaso ...

28/09/2018

Blockchain al servizio della digital energy

Il settore energetico è protagonista di una vera e propria trasformazione digitale, verso un modello di produzione decentralizzata e distribuita di energia elettrica, in cui gli acquisti e le vendite di energia elettrica saranno certificati ...

28/09/2018

Le osservazioni di Anie Rinnovabili sullo schema di Decreto FER

ANIE Rinnovabili, che ha analizzato la bozza di Decreto ministeriale di incentivazione alle FER, esprime molta soddisfazione per la programmazione su base triennale e la possibilità di installazione di moduli fotovoltaici a seguito della bonifica da ...

24/09/2018

Detrazione del 50% per sistemi di accumulo collegati al fotovoltaico

L'Agenzia delle Entrate rispondendo all'interpello di un contribuente ha chiarito che l'acquisto di un sistema di accumulo collegato al fotovoltaico, sia contestuale che successivo all'installazione dell'impianto solare, dà diritto alla detrazione del ...

21/09/2018

Monitoraggio GSE delle fonti rinnovabili nelle regioni italiane

Il GSE ha pubblicato i dati statistici sui consumi di energia rinnovabile nelle Regioni italiane, con monitoraggio degli obiettivi burden sharing.        Ai sensi del Decreto Legislativo 28 del 3/3/11 e del Decreto 11/5/2015 del ...

11/09/2018

Bozza nuovo decreto rinnovabili con incentivi al fotovoltaico

Sta girando in questi giorni la bozza del nuovo Decreto Rinnovabili, già approvata da Ministro dello Sviluppo Economico, che prevede incentivi per gli impianti alimentati da rinnovabili, tra cui il fotovoltaico per il periodo 2018/2020 e introduce il ...

10/09/2018

A luglio le rinnovabili coprono il 36,6% della domanda di energia. In calo il fotovoltaico

A luglio 2018 la domanda di energia è aumentata dell’1,3% rispetto allo stesso mese del 2017. Tengono le rinnovabili grazie alla buona performance dell'idroelettrico (+13,9%); calano fotovoltaico, eolico e ...