IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Le rinnovabili nei trasporti

Le rinnovabili nei trasporti

Pubblicato dal GSE il Rapporto "Energia nel settore dei trasporti" che fotografa i consumi energetici del settore, i cambiamenti avvenuti negli ultimi 10 anni, i dati sui biocarburanti immessi in consumo in Italia nel 2017 e la percentuale di energia rinnovabile nel settore dei trasporti, considerando normativa vigente e in via di emanazione 

Rapporto GSE sulle rinnovabili nei trasporti

Il GSE ha pubblicato la seconda edizione del "Rapporto Energia nel settore dei trasporti - 2017" che presenta i consumi finali di energia nel settore, basati sui bilanci Eurostat aggiornati al 2016, considerando anche la quota di consumi provenienti da fonti rinnovabili.

 

Nel 2016 il totale dei consumi energetici nel settore Trasporti nel nostro Paese è stata di 39,1 Mtep, in calo di 430 ktep rispetto al 2015 (-1,1%) e, più in generale, tra i più bassi degli ultimi 12 anni. In realtà, si legge nel documento del GSE, nel periodo di riferimento è sensibilmente diminuito il solo consumo di prodotti petroliferi  (-7,5 Mtep tra 2005 e 2016, per una variazione pari a -17%), in particolare il diesel/gasolio registra un calo del -7%, le benzine del -46% (da 14,2 a 7,6 Mtep); viceversa tutte le altre fonti, nel periodo 2005-2016, mostrano segno +. Si segnala soprattutto la crescita dei biocarburanti, grazie anche alla presenza di meccanismi pubblici di sostegno, pari a un +589%.

 

Andamento dei consumi finali nei Trasporti tra prodotti petroliferi e rinnovabili

 

Nel 2016 i trasporti hanno inciso per un valore pari al 33,7% sui consumi energetici nazionali. Nel periodo 2005-2016 la diminuzione tendenziale dei consumi finali complessivi di energia dell’intera economia è stata del -15%, quella dei trasporti del -13%.

 

Consumi finali di energia e quota coperta dal settore Trasporti nel periodo 2005-2016

 

Nel 2016 i prodotti petroliferi hanno pesato per il 92% sul totale dei consumi per le varie modalità di trasporto; si fa principalmente riferimento al diesel (61,5% dei prodotti petroliferi, 56,6% dei consumi energetici totali nei trasporti). Significativo è anche il contributo del carburante per aviazione (cherosene), poco sopra il 10%.

Le fonti rinnovabili nel 2016 hanno contato per il 3,5% (2,7% i biocarburanti, 0,8% elettricità da FER); il gas naturale per il 2,8% e l’energia elettrica prodotta da fonti fossili per l'1,6%. In calo la quota dei trasporti ferroviari (dall’1,7% all’1,2%), mentre è aumentato il peso relativo sia dei trasporti aerei sia della navigazione interna.

 

Per quanto riguarda le fonti rinnovabili, la direttiva Direttiva 2009/28 del Parlamento europeo e del Consiglio sulla promozione dell’uso delle fonti rinnovabili di energia ha assegnato all’Italia l'obiettivo vincolante di raggiungere entro il 2020 una quota dei consumi finali lordi di energia nel settore Trasporti coperta da FER almeno pari al 10%.

 

Quota di rinnovabili nei trasporti nel 2016

 

Entro novembre 2018 inoltre dovrebbe essere approvata la nuova direttiva europea (RED II) che definisce i target europei al 2030 sulle fonti rinnovabili e per il settore dei trasporti ha fissato un obiettivo minimo al 2030 di consumi coperti da fonti rinnovabili pari al 14%, che in realtà, si legge nel Rapporto del GSE, "è in capo ai fornitori di prodotti energetici al settore dei trasporti e non appare pertanto esattamente da intendersi come un obiettivo nazionale; e inoltre non è confrontabile con il target del 10% fissato per il 2020, in quanto dovrà essere calcolato con criteri e perimetri differenti".

 

Nel 2016 la quota dei Consumi finali lordi complessivi di energia nel settore Trasporti coperta da FER risulta pari al 7,2%, in aumento rispetto all’anno precedente di circa 0,8 punti percentuali in termini assoluti.

 

In Italia la maggior parte dei consumi di energia nel settore trasporti è concentrata nei trasporti stradali, anche se la percentuale dal 1990 è calata dal 90,4% all'84,3%.

 

Il capitolo conclusivo del rapporto è dedicato a presentare i dati aggiornati sui biocarburanti immessi in consumo in Italia nel 2017, con approfondimenti sulle materie prime utilizzate e sui principali Paesi di produzione.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
13/12/2018

COP24: non trovare un accordo per il clima sarebbe un "suicidio"

Non ha usato mezzi termini António Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite nel proprio discorso in cui ha ribadito un concetto importante: il cambiamento climatico è più veloce di noi e che Katowice deve - senza mezzi ...

13/12/2018

La Camera approva la Legge di Bilancio, confermati Ecobonus e Sismabonus

La Camera nella seduta dell'8 dicembre ha approvato la Legge di Bilancio senza novità rispetto alle detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica e di ristrutturazione edilizia     La Camera, con 312 voti a favore, ...

12/12/2018

La bioplastica che cattura la CO2

Due architetti italiani progettano soluzioni ispirate al bio-digital design. A Dublino, in occasione di un summit sul clima, hanno installato una facciata rivoluzionaria che cattura e immagazzina l’anidride carbonica grazie alla luce diurna e alle ...

12/12/2018

Sistema di monitoraggio delle emissioni antropogeniche di CO2

Copernicus è un programma dell'Unione Europea che ha l'obiettivo di sviluppare un sistema di monitoraggio delle emissioni di CO2 per aiutare i paesi a verificarne il controllo e la riduzione.     Come ormai ripetiamo quasi ...

11/12/2018

In pochi paesi politiche ambientali adeguate agli obiettivi dellAccordo di Parigi

Presentato a Katowice in occasione della COP24 il Rapporto Germanwatch sulle performance climatiche di 56 paesi. In pochi hanno attuato politiche coerenti con gli obiettivi fissati a Parigi, l'Italia 23esima perde posti     E' stato ...

10/12/2018

Nel 2018 emissioni di CO2 in crescita dello 0,5%

Allarme IEA: Le emissioni di carbonio delle economie avanzate aumenteranno nel 2018 di circa lo 0,5% per la prima volta in cinque anni, invertendo la tendenza al ribasso     Secondo l'Agenzia Internazionale per l'Energia, sulla base degli ...

06/12/2018

Al MIT si lavora ad una batteria che mangia la CO2

I ricercatori del Massachussets Institute of Tecnology stanno sviluppando una batteria al litio creata dal biossido di carbonio prodotto dalle centrali elettriche. Un modo innovativo con cui ridurre i gas serra nell’atmosfera.   a cura di Tommaso ...

05/12/2018

A ottobre crescono idrico ed eolico

Segno + a ottobre per la domanda di energia in Italia. +25,1% la produzione idrica e +17,4% per quella eolica. In calo la produzione fotovoltaica       Terna, società che gestisce la rete elettrica nazionale, ha pubblicato il ...