IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Hong Kong ospiterà Aero Hive, il grattacielo che respira

Hong Kong ospiterà Aero Hive, il grattacielo che respira

Lo studio di architettura Midori Architects ha vinto il premio Skyhive Skyscraper Challenge con il progetto futuristico Aero Hive. Due grattacieli progettati per adattarsi alle sfide del clima locale e ridurre la CO2 nell’aria.

 

a cura di Tommaso Tautonico

 

I due grattacieli di Aero Hive che riducono la CO2

Aero Hive è l’innovativo progetto che reinterpreta i grattacieli verdi. Due torri avvolgenti, giardini pensili ed una struttura porosa che facilita la ventilazione naturale degli spazi interni.

 

"Aero Hive mira a sfidare la convinzione comune secondo cui gli alti edifici contemporanei non possano essere ventilati naturalmente. Il nostro progetto dimostra che è possibile realizzare un grattacielo diverso dai canoni comuni. Un modello di sostenibilità unico nel suo genere”. Sono le parole dell’architetto Suraksha Acharya dello studio Midori Architects, vincitori della competizione Skyhive Skyscraper Challenge. Due grattacieli dal design accattivante destinati a cambiare il modo di pensare quando si tratta di grattacieli verdi.

Aero Hive, il grattacielo che respira

Peculiarità dei due grattacieli è la capacità di “respirare” grazie ai numerosi giardini pensili contenuti all’interno e sui tetti. Questi spazi si comportano come veri e propri polmoni, assumendo ossigeno e rimuovendo anidride carbonica, contribuendo a migliorare il clima locale.

 

I giardini pensili sopra i grattacieli di Hong Kong Aero Hive

 

Le forme sinuose delle due torri non sono casuali, l’orientamento dell'edificio, la sua posizione e le variazioni di piano sono stati progettati per auto-ombreggiarsi, il che significa che gli angoli degli edifici sono allineati in modo preciso per consentire loro di ombreggiare l'un l'altro nei diversi momenti della giornata.


Un processo algoritmico in fase di progettazione ha permesso la creazione di una serie differenziata di piastre da pavimento esagonali, che variano in modo scalare in base a criteri ambientali, logiche strutturali e parametri estetici.

 

Ad Hong Kong verrà realizzato un grattacielo in grado di diminuir le emissioni di C02

Inoltre l'edificio è stato ottimizzato in modo tale che la luce del sole sia attentamente controllata, evitando il calore solare diretto. Ogni atrio su ciascun piano, contiene spazi per uffici green. Le aree verdi non sono solo ricreative, ma proteggono dai forti venti che contraddistinguono la zona. Le finestre con doppi vetri che compongono il rivestimento sono ottimizzate per portare la luce naturale diffusa all'interno, limitando la radiazione solare diretta. Inoltre, il rivestimento poroso che ricopre l’intera struttura consente una circolazione dell'aria ottimale in tutti gli spazi.


Completano il progetto due tetti a campana in cima alle due torri, dove verranno realizzati due giardini pubblici aperti al pubblico. La scelta di ricorrere a così tanto verde è duplice: da un lato, preserva lo spazio verde della città e dall’altro minimizza l'effetto "isola di calore urbana", comune nel clima tropicale di Hong Kong. I rigogliosi giardini pensili creano un habitat naturale per l’avifauna locale, oltre a filtrare gli inquinanti della metropoli.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
16/01/2019

In Europa si lavora alla ristrutturazione zero energy

Il progetto UE Transition Zero vuole estendere in Europa il metodo Energiesprong per ristrutturare e trasformare vecchie abitazioni in case Net Zero Energy   a cura di Andrea Ballocchi     L’edilizia deve cambiare il proprio status ...

16/01/2019

L'edificio in legno più alto d'Europa è a Jesolo

Lo studio DEMOGO ha realizzato a Jesolo la Cross Lam Tower, una struttura di 12 piani realizzata secondo i principi della bioarchitettura. E' l'edificio in legno più innovativo e alto d’Europa. Su Casa.it le abitazioni in ...

11/01/2019

IR Arquitectura sperimenta con il design modulare

Una mini casa per vivere a contatto con la natura. Formata da 5 moduli essenziali, dotata di pannelli solari e flessibile a seconda delle esigenze   a cura di Fabiana Valentini     Le case del futuro? Essenziali, ecologiche e di piccole ...

21/12/2018

Amsterdam Valley, un'oasi verde nel quartiere commerciale

Il quartiere Zuidas di Amsterdam è il principale centro d’affari internazionali dei Paesi Bassi. A causa del suo target business, il quartiere non attrae l’interesse di chi vorrebbe viverci. Almeno sino ad ora.   a cura di Tommaso ...

19/12/2018

Non demolire è la migliore tecnica green

Molto spesso gli edifici più green sorgono al posto di vecchie strutture che vengono demolite. Realizzare un nuovo edificio, significa aggiungere altro calcestruzzo che impiegherà decenni per ripagare il suo debito di carbonio. L'esempio ...

10/12/2018

L’edificio per uffici più sostenibile al mondo? Il Bullitt Center di Seattle

Realizzato quattro anni fa, il Bullitt Center di Seattle può vantare diverse tecnologie che l’hanno reso uno degli edifici più sostenibili al mondo. Certificato Living Building Challenge, per i prossimi 250 anni eviterà bollette ...

07/12/2018

Una foresta urbana a Treviso

A Treviso, di fronte al fiume Sile, dove un tempo sorgeva una struttura industriale in abbandono, lo studio Stefano Boeri Architetti ha realizzato un piccolo “bosco urbano” a misura della città   a cura di Claudia ...

28/11/2018

Il gioiello europeo di Pegognaga

Nel piccolo paese mantovano è stata realizzata la prima Passivhaus Plus di livello europeo. Una ristrutturazione di due edifici che ha seguito i principi della progettazione energeticamente sostenibile,  con un’attenzione insistente ...