IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Info dalle aziende > Il futuro è sempre più smart e interconnesso

Il futuro è sempre più smart e interconnesso

HOVAL

14/03/2019

Tra i molti settori che l'IoT sta rivoluzionando c'è sicuramente quello del riscaldamento, con soluzioni Smart Heating che assicurano ottima efficienza, riduzione di consumi ed emissioni. Le proposte di Hoval per la riqualificazione smart delle centrali termiche

 

Hoval e la digitalizzazione: Il futuro è sempre più smart e interconnesso

 

IoT, interconnessione, smart city: questi sono alcuni fra i temi più importanti che caratterizzeranno il nostro modo di vivere. Gli habitat sono sempre più interconessi: L’Osservatorio IoT del Politecnico di Milano ha osservato che il valore di questo mercato ha superato il miliardo di euro solamente nel 2015.

 

Sono significativi anche i numeri raccolti nell’ambito della “Smart Home & Smart Building”, un mercato che ha saputo fruttare ben 520 miliardi di euro nel 2016. Appare ormai evidente quanto i sistemi smart siano parte integrante della nostra epoca, un periodo storico in cui la diffusione dell’IoT si sta davvero imponendo in molti settori, compreso quello abitativo. 

L’evoluzione dello smart heating con Hoval 

Il futuro passa anche attraverso sistemi di riscaldamento intelligenti in grado di gestire in maniera efficiente il consumo di energia e ridurre i consumi. È questo il caso delle soluzioni Smart Heating di Hoval, una scelta tecnologica ed eco friendly che permette di diminuire i consumi e le emissioni di CO2. Hoval, da sempre attenta all'innovazione e all'ambiente, non poteva non essere pioniera di questa trasformazione verso la digitalizzazione capace di sviluppare soluzioni "smart" per gestire in modo semplice la complessità dei sistemi di riscaldamento.

 

Si tratta di un mercato dall'enorme potenziale, basti pensare che in Italia il 45% dell’energia complessiva viene utilizzata per riscaldare, con conseguenze negative sulla qualità dell’aria: il riscaldamento incide sull’inquinamento per circa il 64%, tre volte di più dei trasporti. Inoltre come sappiamo in Italia il patrimonio immobiliare è vecchio ed energivoro, adottare una soluzione di riscaldamento smart è dunque una scelta positiva per l’ambiente, che garantisce la riduzione delle emissioni di CO2; si stima infatti che se venisse riqualificato il parco impianti  in dieci  capoluoghi di regione, ci sarebbe una riduzione delle emissioni compresa tra il 10 e il 50%.

 

È importante riqualificare le centrali termiche in chiave smart così da ridurre gli sprechi, migliorare la produzione e soprattutto incidere positivamente sulla qualità della vita. Hoval coglie la sfida dello Smart Heating con soluzioni progettate per gestire in modo semplice la complessità dei sistemi di riscaldamento, sia in ambito residenziale che industriale, capaci di dialogare e capire i segnali che arrivano dall'ambiente. Il sistema di regolazione digitale TopTronic collegato online, a seconda delle previsioni del tempo imposta preventivamente il riscaldamento in modo tale che funzioni a risparmio energetico in tutta la giornata. 

 

Sistema di regolazione digitale TopTronic di Hoval

 

Vediamo nel dettaglio i sistemi intelligenti firmati Hoval. I sensori utili alla gestione, al monitoraggio dei consumi e alla manutenzione sono connessi ai sistemi informatici, con il conseguente miglioramento dell’efficienza e il contenimento dei sistemi energetici.

 

In particolare Horval ha apportato notevoli cambiamenti nel settore grazie alla manutenzione predittiva, molto più efficace di quella preventiva. Con l’approccio di predictive analytics e con i dati raccolti l'intera filiera produttore-installatore e utilizzatore finale riesce invece ad avere un maggior controllo dell'impianto in tempo reale.

 

«Con i nuovi sistemi di regolazione – sottolinea il Product Manager Diego ManzocchiHoval ha di fatto rivoluzionato il concetto stesso di assistenza:  la manutenzione predittiva è infatti più efficace rispetto alla manutenzione preventiva che, basandosi esclusivamente sulla base statistica degli interventi programmati eseguiti, risulta molto più esposta al rischio di imprevisti. Con un approccio di Predictive Analytics, sulla base dei dati raccolti, monitorati e analizzati, l'intera filiera produttore-installatore e utilizzatore finale riesce invece ad avere un maggior controllo dell'impianto in tempo reale, in modo facile e intuitivo».

Richiedi informazioni su Il futuro è sempre più smart e interconnesso

Consiglia questo comunicato ai tuoi amici

Questo articolo è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO
Altri articoli riguardanti HOVAL