Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Inverter ABB per uno dei più grandi parchi fotovoltaici in Europa

Inverter ABB per uno dei più grandi parchi fotovoltaici in Europa

FIMER

I nuovi inverter di stringa da 50 kW di ABB alimentano uno dei più grandi parchi solari del Regno Unito

 

 

Per il nuovo parco solare Vine Farm nel Regno Unito che, con un'estensione di 1 km2 è uno dei più grandi realizzati nel paese, BayWa r.e. ha scelto gli inverter TRIO-50.0 di ABB per convertire la luce solare in 46 MWp di energia destinata a 11.500 abitazioni.
La costruzione del parco solare di Vine Farm è iniziata lo scorso ottobre e ha richiesto sette mesi di lavori.

 

ABB e BayWa r.e. hanno già collaborato in altri progetti con soddisfazione di entrambe le realtà. In questo caso, come spiega Jari Tukia, Global Vice-President Marketing and Sales, Power Conversion, ABB , con una potenza di 46 MW questo è un grande parco solare in cui verrà provata l’affidabilità degli inverter TRIO-50 in installazioni di queste dimensioni. “Questo è uno dei primi impianti su larga scala nel quale è stato utilizzato il nuovissimo TRIO-50.0 e fungerà da guida per l’utilizzo di inverter di stringa in impianti analoghi in futuro.”


Per il parco sono stati utilizzati 146.572 moduli fotovoltaici suddivisi in stringhe e 435 unità TRIO-50.0 che collegano 10 stringhe, 341 inverter TRIO-27.6 e 351 inverter TRIO-20.0 che collegheranno altre 10 stringhe ciascuno.

TRIO-50.0 è l’inverter di stringa di nuova generazione con cui ABB ha ampliato la propria gamma trifase fino a 50 kW. Gli inverter ABB sono stati scelti sia per la potenza nominale che perché utilizzano lo stesso protocollo di comunicazione, entrambi benefici importanti per impianti distribuiti con capacità superiori a 100 kW come la mega-centrale di Vine Farm.

Inverter TRIO-50.0


TRIO-50.0 è formato da tre elementi principali: una sezione centrale con l’inverter vero e proprio e due moduli laterali con i compartimenti per la connessione in corrente continua a monte (verso l’impianto fotovoltaico) e in corrente alternata a valle (verso la rete).

TRIO-50.0 presenta una topologia a due stadi con una tensione minima in ingresso più bassa, che assicura maggiore flessibilità ed efficienza nella produzione di energia.

I TRIO-50.0 si caratterizzano per la leggerezza degli inverter di stringa rendendo veloce ed efficiente l’installazione e la messa in funzione, con costi iniziali più bassi e semplificando la gestione del ciclo di vita e i costi di gestione dell’impianto, caratteristiche molto apprezzata nelle centrali di grandi dimensioni.

Come sottolinea Giacomo Bambi, product manager di TRIO-50.0 in ABB, l’installazione richiede solo due addetti, senza che siano necessari strutture, opere murarie o macchinari. “L’inverter di stringa può essere sostituito facilmente: anche un addetto non tecnico può effettuare una modifica e rimettere in funzione l’impianto. Grazie al cablaggio separato dal modulo inverter, ciascun modulo può essere sostituito senza scollegare gli altri, semplificando la manutenzione. Tutto questo si traduce in un’installazione rapida ed economica. TRIO-50.0 è quindi la soluzione ideale per grandi impianti basati su un concetto distribuito”.

 

Fra i molti vantaggi che il prodotto offre negli impianti solari di grandi dimensioni, come il parco di Vine Farm, è assicurara una resa maggiore nelle giornate nuvolose. Al passaggio delle nuvole i pannelli non vengono interessati tutti contemporaneamente. Poiché ogni inverter gestisce una porzione più piccola di moduli solari, è in grado di migliorare la raccolta di energia nelle giornate nuvolose o in luoghi collinari.

 

Donny George, referente commerciale di ABB per BayWa r.e commenta che TRIO-50.0 è in grado di assicurare un rapido ritorno dell'investimenti e un'ottima resa energetica, garantisce infatti un rapporto c.c./c.a. molto superiore, fino al 130 percento, senza alcun effetto sulla garanzia del prodotto". 

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
26/03/2020

Fotovoltaico e coronavirus: il momento è delicato

L’emergenza coronavirus avrà implicazioni anche nel settore del fotovoltaico. Le testimonianze di alcune delle aziende protagoniste del settore ammettono la complessità, ma guardano avanti   a cura di Andrea ...

24/03/2020

Pannelli fotovoltaici bifacciali: più energia allo stesso costo

I ricercatori del National Renewable Energy Laboratory stanno testando i primi moduli fotovoltaici in grado di assorbire la luce da entrambi i lati del pannello. 10% in più di energia a fronte di un costo appena superiore rispetto ai moduli ...

09/03/2020

+21% le installazioni di rinnovabili fra gennaio-novembre

Pubblicato da Anie Rinnovabili l'Osservatorio di novembre 2019: crescono nei primi 11 mesi dell'anno le installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico che complessivamente superano 1 GW di potenza     Crescono del 21% le ...

06/03/2020

Efficienza record per la cella solare “tandem” in perovskite made in Italy

Un gruppo di ricerca italiano formato da Università di Roma “Tor Vergata”, ENEA e Istituto Italiano di Tecnologia ha realizzato un’innovativa cella solare "tandem" in perovskite e silicio che ha ...

27/02/2020

Fonti rinnovabili in Italia e Europa, i dati aggiornati del GSE

Il Gestore dei Servizi Energetici ha pubblicato sul proprio sito il documento aggiornato con le statistiche su sviluppo e diffusione delle fonti rinnovabili in Italia ed Europa nel 2018     Indice degli argomenti: Diffusione delle FER in ...

17/02/2020

Enorme potenziale occupazionale del fotovoltaico

Due nuovi studi stimano che entro il 2050 le energie rinnovabili in generale e il fotovoltaico in particolare, offriranno importanti opportunità di lavoro. Attesi 1,73 milioni di posti di lavoro nel solare in Europa entro il 2050   la ...

06/02/2020

E se le celle solari funzionassero di notte?

Alcuni ricercatori dell'Università della California hanno sviluppato un prototipo di celle fotovoltaiche notturne che utilizzano la terra come fonte di calore e il cielo come dissipatore di calore     Un team di ricercatori ...

04/02/2020

A Madrid il primo impianto fotovoltaico collettivo di autoconsumo

Il Gruppo Iberdrola installerà a Madrid il primo sistema solare di autoconsumo collettivo per un’area del centro: 60 pannelli fotovoltaici installati su un edificio residenziale e i residenti saranno compensati per l'energia prodotta in ...