IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Koi Cafè ad Hanoi: il progetto green di Farming Architects

Koi Cafè ad Hanoi: il progetto green di Farming Architects

Lo studio Farming Architects ha ricreato un ecosistema all’interno di un locale: un ambiente raffinato circondato da uno stagno per le carpe Koi, una cascata al coperto e un orto sul tetto.

 

 Il Koi Cafè & Spa ad Hanoi

 

Quanti di voi sognano di poter sorseggiare un caffè immersi in un ambiente raffinato ed elegante con tanto di ecosistema naturale? Questo spazio idilliaco che ricrea un ecosistema naturale esiste veramente e prende il nome di Koi Cafè & Spa, un innovativo locale di Hanoi in Vietnam progettato dallo studio Farming Architect

 

Il Koi Cafè & Spa è un piccolo gioiello di progettazione architettonica: con la sua facciata rossa fatta di piastrelle sovrapposte, il locale spicca nell’ambiente cittadino per i suoi suggestivi colori. Se gli esterni evocano un ambiente ricercato, gli interni sono ancor più incredibili: Farming Architects si è occupata di ricreare un vero e proprio ecosistema naturale con uno stagno per le carpe Koi, una cascata al coperto e un orto sul tetto. Acqua, animali e piante convivono armoniosamente nel Koi Cafè & Spa, un angolo di paradiso immerso nella caotica città.

 

All’origine del progetto vi è un’antica leggenda cinese: la tradizione narra la storia di una carpa coraggiosa che risalì il Fiume Giallo. La sua impresa valse un prezioso dono degli dei: il pesce fu trasformato, infatti, in un drago immortale. La carpa è diventata così simbolo di tenacia nella cultura cinese e fonte d’ispirazione per l’omonimo caffè a Hanoi. Il tema della carpa Koi è ricorrente in tutti gli elementi del Koi Cafè & Spa. La particolare forma delle piastrelle della facciata richiama, infatti, le scaglie del pesce, così come gli elementi curvilinei posti sul fondo del locale.

 

La facciata del Koi Cafè & Spa rende omaggio alla carpa Koi

La facciata rende omaggio alla carpa Koi riproducendone il dorso colorato.

 

Farming Architects ha sapientemente riprodotto il tema principale, plasmandolo secondo le esigenze della committenza: al terzo piano troviamo una cascata coperta le cui acque si gettano in una vasca intermedia fino ad arrivare al laghetto che ospite le carpe Koi.

 

Gli interni sono stati curati con molta attenzione per esaltare la vocazione naturalistica del progetto. Le pareti sono costituite in acciaio e presentano una delicata cascata di glicine che scende verso il basso. 

Un caffè green: tra coltura idroponica e tetti verdi 

Eco-sostenibilità e rispetto della natura. Queste sono le parole chiave del progetto di Farming Architects per il Koi Cafè & Spa, a partire dalla selezione dei materiali scelti per realizzare la struttura. Il legno, materiale sostenibile per eccellenza, che qui è stato riciclato per creare l’arredamento del locale.

 

Sezione verticale del progetto Koi Cafè & Spa  

La sezione verticale del progetto consente di vedere i diversi livelli su cui è strutturato il Koi Cafè & Spa: sulla sommità vi è un tetto verde con piante coltivabili.

 

Il Koi Cafè & Spa prevede anche la presenza di un tetto verde con piante coltivate tra cui verdure e ortaggi i quali possono essere raccolti e utilizzati per realizzare le pietanze proposte ai clienti del locale.

 

Ma il vero fiore all’occhiello del caffè è il progetto di agricoltura idroponica e di acquacoltura sviluppato dagli architetti. Il ciclo biologico prevede che l’acqua della vasca che ospita le carpe Koi venga pompata verso la vegetazione la quale si “nutre” delle deiezioni prodotte dai pesci. La vegetazione aiuta a purificare l’acqua che viene infine restituita agli acquari in una perfetta sequenza armoniosa.

 

Progettista: Farming Architects

Luogo: Hanoi, Vietnam

a cura diFabiana Valentini

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/10/2018

Un padiglione ad energia solare per il futuro della Barilla

La storia della Barilla è fondata su valori semplici e fondamentali: tradizione, famiglia e comunità. Basata sugli stessi principi è la proposta di progetto del nuovo padiglione solare fatta all’azienda alimentare ...

18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...

12/10/2018

Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

3D Crane è il nome del nuovo sistema di stampa tridimensionale realizzato dall’azienda WASP di Massa Lombarda. Il nuovo modello è stato utilizzato per Gaia, la casa realizzata con terra cruda e scarti di lavorazione del riso.   a ...

08/10/2018

Come realizzare una casa sostenibile in soli 22 metri quadri

L’edilizia utilizza il 40% delle risorse naturali del pianeta e rappresenta oltre un terzo delle emissioni di gas serra. Per fronteggiare la situazione, Yale University con il supporto dell’UN Environment e dell’UN Habitat ha realizzato un ...

18/09/2018

A New York appartamenti futuristici firmati Zaha Hadid

Il progetto 520 West 28th Street è il palazzo futuristico firmato dall’architetto Zaha Hadid. Un edificio sbalorditivo, alto 11 piani, che sorge nelle vicinanze dell’affascinante High Line Park di  New York.   a cura di Tommaso ...

11/09/2018

Hong Kong ospiterà Aero Hive, il grattacielo che respira

Lo studio di architettura Midori Architects ha vinto il premio Skyhive Skyscraper Challenge con il progetto futuristico Aero Hive. Due grattacieli progettati per adattarsi alle sfide del clima locale e ridurre la CO2 nell’aria.   a cura di ...

07/09/2018

Una villa ad alta efficienza energetica con SPA

A Brembio, in provincia di Lodi è in via di realizzazione uno dei primi progetti Ecolibera, con tetto fotovoltaico, piscina e SPA.    a cura di Silvia Giacometti     Ecolibera non è solo un progetto ma un concetto ...

07/09/2018

ZEPHIR Passivhaus Italia per la riqualificazione delle Torri di Madonna Bianca

Il Team di progettazione ZEPHIR Passivhaus Italia in collaborazione con gli Studi Bombasaro e Campomarzio ha vinto il concorso di progettazione di tre delle 11 torri di Villazzano che saranno riqualificate secondo la prospettiva nzeb e dell’efficienza ...