IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > L'importanza del ritorno degli investimenti nelle costruzioni green

L'importanza del ritorno degli investimenti nelle costruzioni green

Lo scorso 26 ottobre il Festival della Scienza di Genova ha ospitato la conferenza organizzata da BAEC - consulenza globale per le costruzioni - "Il futuro Eco-nomico delle costruzioni - L'importanza del ritorno degli investimenti nelle costruzioni green", con l'obiettivo di animare il dibattito sull'edilizia green per individuare un punto di incontro tra l'esigenze ambientali/energetiche e quelle strettamente finanziarie, sensibilizzando domanda e offerta sull'importanza di innovare il processo produttivo per un'edilizia realmente sostenibile.
Dalla conferenza è emerso un nodo che deve essere sciolto per rendere sostenibile economicamente l'edilizia green e soprattutto per rilanciare il mercato immobiliare: l'extraprofitto, che oggi si dividono i proprietari dei terreni e gli immobiliaristi. Infatti, riducendo questa voce sarà possibile mettere sul mercato immobili - nuovi o ristrutturati - con elevata efficienza energetica senza aggravio di costi oggi non più sostenibili dall'acquirente, al di là della contingente contrazione del credito.
Oggi il mercato immobiliare deve fare i conti con le direttive europee che incentivano l'efficienza energetica da un lato ed il cattivo andamento economico che disincentiva gli investimenti dall'altro. "In questa situazione, immobiliaristi e proprietari dei terreni non possono più permettersi di ottenere l'impressionante extraprofitto di cui fino ad oggi hanno beneficiato" - sottolinea il Prof Alberto Pavan docente di Project Management presso la facoltà di Ingegneria del Politecnico di Milano e fondatore di BAEC - "devono decidersi a investire in efficienza energetica parte di quella fetta di profitto che risulta dalla differenza tra il prezzo naturale del prodotto (costruzione, pm sviluppo, progetto, oneri, credito, area e profitto ordinario) e il prezzo di mercato". Questa differenza ha un peso molto elevato. Dalla ricerca di BAEC risulta che ad esempio, per un appartamento del valore di 3.000€ al mq nella periferia di Milano, l'extraprofitto può pesare fino al 20%; mentre per un appartamento del centro del valore di
13.000€ al mq, superare il 40%. In sostanza, con una riduzione dell'extra si potrebbero immettere sul mercato degli immobili con un'ottima efficienza energetica senza aumentare il prezzo all'utenza finale rendendo così appetibile l'acquisto degli immobili.
"Per raggiungere questi obiettivi, ha aggiunto l'arch. Elisabetta Aiazzone, esperta di efficienza energetica Casaclima e coordinatrice della conferenza, è necessario sviluppare anche un nuovo business model coordinato da un altrettanto nuova figura professionale: l'Efficiency Manager in grado di gestire tutti i processi dalla produzione dell'energia, passando per la trasmissione e la distribuzione, alla gestione della performance degli edifici con il bilanciamento edificio-impianto, sino ai consumi finali dell'energia primaria, senza trascurare le problematiche urbanistiche come quelle finanziarie e di accesso al credito".

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...

12/10/2018

Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

3D Crane è il nome del nuovo sistema di stampa tridimensionale realizzato dall’azienda WASP di Massa Lombarda. Il nuovo modello è stato utilizzato per Gaia, la casa realizzata con terra cruda e scarti di lavorazione del riso.   a ...

08/10/2018

Come realizzare una casa sostenibile in soli 22 metri quadri

L’edilizia utilizza il 40% delle risorse naturali del pianeta e rappresenta oltre un terzo delle emissioni di gas serra. Per fronteggiare la situazione, Yale University con il supporto dell’UN Environment e dell’UN Habitat ha realizzato un ...

18/09/2018

A New York appartamenti futuristici firmati Zaha Hadid

Il progetto 520 West 28th Street è il palazzo futuristico firmato dall’architetto Zaha Hadid. Un edificio sbalorditivo, alto 11 piani, che sorge nelle vicinanze dell’affascinante High Line Park di  New York.   a cura di Tommaso ...

11/09/2018

Hong Kong ospiter Aero Hive, il grattacielo che respira

Lo studio di architettura Midori Architects ha vinto il premio Skyhive Skyscraper Challenge con il progetto futuristico Aero Hive. Due grattacieli progettati per adattarsi alle sfide del clima locale e ridurre la CO2 nell’aria.   a cura di ...

07/09/2018

Una villa ad alta efficienza energetica con SPA

A Brembio, in provincia di Lodi è in via di realizzazione uno dei primi progetti Ecolibera, con tetto fotovoltaico, piscina e SPA.    a cura di Silvia Giacometti     Ecolibera non è solo un progetto ma un concetto ...

07/09/2018

ZEPHIR Passivhaus Italia per la riqualificazione delle Torri di Madonna Bianca

Il Team di progettazione ZEPHIR Passivhaus Italia in collaborazione con gli Studi Bombasaro e Campomarzio ha vinto il concorso di progettazione di tre delle 11 torri di Villazzano che saranno riqualificate secondo la prospettiva nzeb e dell’efficienza ...

06/09/2018

Vivere in case ecosostenibili ricavate da vecchie navi mercantili

Marine Doc è il progetto che prevede la trasformazione delle vecchie navi fluviali mercantili in disuso, in nuove abitazioni di lusso ed eco sostenibili, completamente autonome dal punto di vista energetico.   a cura di Tommaso ...