IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nuovo brevetto per pompa di calore elio-assistita

Nuovo brevetto per pompa di calore elio-assistita

Il Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano ha brevettato una nuova pompa di calore che unisce la tecnologia tradizionale di tipo aria-acqua con quella dei pannelli solari ibridi fotovoltaici termici

 

Dal Polimi Nuovo brevetto per pompa di calore elio-assistita

 

Le pompe di calore elettriche sono sempre più utilizzate in edilizia per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Il loro funzionamento grava quasi del tutto sulla rete elettrica nazionale perché l’energia deve provenire da una sorgente a bassa temperatura (circa tra il 60% e 80% da acqua, aria o terreno) e l’energia elettrica deve essere prelevata dalla rete elettrica nazionale (circa tra 20% e 40%).

 

Un nuovo brevetto del Dipartimento di Energia del Politecnico di Milano assicura interessanti vantaggi perché richiede un prelievo di energia elettrica dalla rete ridotto e assicura la produzione di acqua calda sanitaria anche in assenza di irraggiamento.

 

La nuova pompa di calore unisce la tecnologia tradizionale di tipo aria-acqua con quella dei pannelli solari ibridi fotovoltaici termici. In particolare nell'evaporatore speciale a triplo fluido acqua-aria-refrigerante, che fa da congiunzione, oltre a scorrere il fluido refrigerante, è ricavato un circuito in cui scorre contemporaneamente acqua.

 

Quest’ultimo circuito ad acqua è collegato al campo di pannelli solari ibridi che sono usati per aumentare la temperatura dell’acqua e per produrre energia elettrica.

 

In questo modo, si legge nel comunicato del Politecnico, la temperatura media dell’aria che passa attraverso l’evaporatore aumenta grazie al riscaldamento imposto dalla portata di acqua calda che proviene dal campo di pannelli solari, assicurando l’ottimizzazione delle prestazioni energetiche della pompa di calore.

 

Inoltre, la potenza elettrica generata dal campo di pannelli solari ibridi viene usata per soddisfare la richiesta della pompa di calore diminuendone in questo modo il prelievo dalla rete elettrica o garantendone il funzionamento autonomo.

 

Vantaggi della nuova pompa di calore

  • Funziona anche in assenza di radiazione solare
  • In presenza di radiazione solare, funziona con prestazioni energetiche migliori a parità di effetto utile
  • richiede un minor prelievo di energia elettrica dalla rete
  • Garantisce prestazioni migliori anche del campo di pannelli solari ibridi
  • Nella stagione estiva, può essere utilizzata per raffrescare gli ambienti e assicurando che i pannelli solari vengano utilizzati per la produzione di acqua calda sanitaria

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
17/01/2019

L'energia rinnovabile la fonte pi competitiva nei paesi arabi

I paesi del GCC, Consiglio di Cooperazione del Golfo, nell'ambito dei propri piani di sviluppo, installeranno 7 gigawatt (GW) di nuova capacità di energia elettrica da fonti rinnovabili entro gli inizi del ...

16/01/2019

In Europa si lavora alla ristrutturazione zero energy

Il progetto UE Transition Zero vuole estendere in Europa il metodo Energiesprong per ristrutturare e trasformare vecchie abitazioni in case Net Zero Energy   a cura di Andrea Ballocchi     L’edilizia deve cambiare il proprio status ...

15/01/2019

Lidrogel salato che cattura lumidit dellaria per produrre acqua

L’aria della Terra contiene quasi 13 mila miliardi di tonnellate d’acqua, una riserva di acqua potabile enorme e rinnovabile. Ogni tentativo di sfruttare questa fonte di acqua è stato inefficiente, costoso e complesso. Almeno sino ad ...

14/01/2019

La corretta gestione della risorsa idrica in Italia

Il 30 gennaio a Milano la presentazione del Water Management Report: focus sulle applicazioni e il potenziale di mercato in Italia       L'Energy&Strategy Group del Politecnico di Milano presenta il 30 gennaio ...

10/01/2019

Rinnovabili al 30% nel 2030 nel Piano nazionale per energia e clima

Mise e Ministero dell’Ambiente hanno inviato alla Commissione europea la proposta per il Piano nazionale integrato per l'Energia ed il Clima (PNIEC) al 2030. Una volta approvato gli obiettivi saranno vincolanti      Inviata a ...

09/01/2019

Canapa rinforzata, ledilizia green migliora e conviene

Il progetto europeo ISOBIO ha sperimentato e intende promuovere materiali edili naturali a base canapa commercialmente interessanti   a cura di Andrea Ballocchi     La canapa e altri materiali naturali sono ottimi alleati per abbattere ...

08/01/2019

Le buone notizie su ambiente ed energia che hanno caratterizzato il 2018

Il sistema energetico globale è in rapida trasformazione, gli obiettivi di sviluppo sostenibile al 2030 e l'accordo di Parigi sul clima, impongono ai paesi, città e imprese di tutto il mondo di intraprendere azioni significative per lo sviluppo ...

07/01/2019

Isola URSA a Klimahouse: va in scena la sostenibilit!

In occasione di Klimahouse di Bolzano, dal 23 al 26 gennaio torna “Isola URSA”, la struttura dal grande impatto visivo che quest'anno ospiterà momenti di formazione e approfondimento su sostenibilità e ambiente, moderati da ...