IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Pellet: una soluzione versatile che contribuisce alla decarbonizzazione

Pellet: una soluzione versatile che contribuisce alla decarbonizzazione

Il Rapporto recentemente pubblicato da Bioenergy Europe segnala la crescita del mercato del pellet di legno, un combustibile molto versatile che offre una soluzione sostenibile ed economica per la produzione di calore ed energia elettrica.

 

Pellet: una soluzione versatile che contribuisce alla decarbonizzazione

 

I combustibili versatili come il pellet, che non dipendono dalle condizioni atmosferiche, possono essere utilizzati per varie esigenze energetiche e possono contribuire alla transizione energetica e sostenibile dell'Europa.

 

Il Rapporto dedicato al Pellet pubblicato da Bioenergy Europe, in collaborazione con l'European Pellet Council (EPC), mostra un settore sano sia nel mercato del riscaldamento industriale che in quello domestico, sia in Europa che su scala globale, e che ha visto una crescita pari al 4% tra il 2017 e il 2018.

 

Il pellet di legno è un combustibile molto versatile che offre una soluzione sostenibile ed economica per la produzione di calore ed energia elettrica, le statistiche segnalano che l'UE28 produce quasi 17 milioni di tonnellate di pellet (quasi il 10% di crescita nel 2018 rispetto al 2017); gli impianti di produzione sono ormai diffusi in tutta Europa. Questo aumento della produzione, che coincide con la realizzazione di nuovi impianti, ha portato alla creazione di posti di lavoro. Considerando che la maggior parte della produzione di pellet si trova nelle zone rurali, la crescita del settore alimenta lo sviluppo di queste zone e aiuta anche a prevenire in modo cruciale e vitale gli incendi boschivi e le malattie in queste zone.

 

Grazie alla sua elevatissima efficienza unita al rilascio di emissioni estremamente basso, si tratta di un combustibile che porta grandi benefici per aiutare la transizione verso un'Europa più pulita. Inoltre, a differenza di altre soluzioni rinnovabili, i pellet sono un modo sicuro per garantire l'energia in quanto non dipendono dalle condizioni atmosferiche; sono in grado di produrre elettricità qualsiasi sia la condizione esterna.

 

L'UE28 continua ad essere il più importante produttore del settore, anche se sta cresendo in maniera importante l'Asia.

 

Chiaramente, investire in questa tecnologia può essere una leva importante per combattere il cambiamento climatico: l'attuazione di incentivi e sovvenzioni per sostituire i vecchi combustibili come il gasolio per il riscaldamento con pellet di legno è un passo avanti nel raggiungimento degli obiettivi climatici a lungo termine dell'UE. 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
10/12/2019

Piccole innovazioni sostenibili che trasformano l'abitare

Tutti noi possiamo e dobbiamo fare scelte più consapevoli e sostenibili nel nostro quotidiano, che limitino la nostra impronta ecologia. Alcune proposte per gli arredi indoor e outdoor che ci possono aiutare   la redazione

09/12/2019

La transizione energetica oltre il PNIEC

Il limite di emissioni di CO2 che l’Italia non può superare per rispettare l’aumento della temperatura globale entro 1,5° è di 3,8 miliardi di tonnellate. Lo Studio firmato Eurac Research. L’opportunità economica ...

06/12/2019

Le risorse delle Regioni per l'efficienza energetica degli edifici

I bandi e gli incentivi promossi dalle Regioni per efficienza ed energie rinnovabili: dalle smart grids in Puglia all’efficientamento energetico degli edifici in Liguria, Emilia Romagna e Lombardia, dal Piano Green in Piemonte ai tetti verdi di ...

05/12/2019

Solo un paese su 5 ha una strategia sanitaria per affrontare il cambiamento climatico

Proteggere la salute delle persone dai pericoli del cambiamento climatico, come per esempio lo stress da calore, tempeste e tsunami non è mai stato più importante, ma secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità la maggior parte dei ...

03/12/2019

COP25: le strategie per limitare il riscaldamento di 1,5°

In un momento in cui si intensificano gli allarmi per i livelli di emissioni in atmosfera senza precedenti, eventi metereologici estremi, surriscaldamento con conseguente aumento della siccità, la COP 25 di Madrid rappresenta un’occasione ...

03/12/2019

Nanotecnologie: il futuro sostenibile dell’energy storage passa da qui

Un report realizzato da scienziati internazionali sottolinea l’importanza dei nanomateriali per fare energy storage e provvedere a un futuro energetico più sostenibile   a cura di Andrea Ballocchi     Indice degli ...

02/12/2019

Diagnosi energetica: da obbligo a volano dell’efficienza energetica

Il 5 dicembre scade l’obbligo di diagnosi energetica per le grandi imprese e le energivore. È una misura per fare efficienza energetica, valida per tutte le aziende   a cura di Vittorio Gabrielli       Indice degli ...

02/12/2019

Nasce l'Europa sostenibile di Lady von der Leyen

Per il vicepresidente Ue Timmermans l'Europa sarà verde e l'Italia deve svegliarsi; poi promette un dichiarazione di intenti per la Cop di Madrid e ricorda che 3.000 miliardi al 2050 non sono risorse esagerate per le politiche ...