Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Prestigiamo: ripristineremo le detrazioni del 55% entro una settimana

Prestigiamo: ripristineremo le detrazioni del 55% entro una settimana

In questi giorni si sta discutendo sulla norma per riguardante le detrazioni del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Da ieri presso la Camera dei Deputati è in atto la discussione finale del decreto legge 185/08 recante “Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale”. L discussione probabilmente si protrarrà fino alla prossima settimana in cui verranno esaminati gli emendamenti all'articolo 29, che ricordiamo, ha ridotto in quantità e campo di applicazione l'agevolazione fiscale.

Il ministro dell'Ambiente Stefania Prestigiacomo ha annunciato nel corso della trasmissione Faccia a faccia di RadioTre, trasmessa ieri, “Oggi e domani è in discussione in Parlamento e potrebbe essere ripristinata entro una settimana. Stiamo discutendo su come reintrodurre la misura - aggiungendo che - quando ci sono detrazioni bisogna prevedere una copertura in bilancio e questa copertura è stata inferiore alla forte richiesta. Questo è anche la dimostrazione - ha precisato Prestigiacomo - che se c'è stata una forte richiesta la misura è giusta ed è stata un reale incentivo”.

Alla domanda del conduttore Luca Telese se è disposta alle dimissioni in caso la misura non venisse ripristinata Prestigiacomo ha risposto: “non siamo allo scontro, si troverà una soluzione soddisfacente per tutti. La misura è utile all’ambiente e alla nostra economia ed è un incentivo importante per l’edilizia”.

L’intenzione del ministro di battersi per il ripristino dell’incentivo, annunciata già in passato, piace a Legambiente che denuncia l’impatto del decreto sul mercato: “Il solo annuncio dell’abolizione della detrazione, secondo le stime dell’Unione nazionale dei costruttori di serramenti e leghe, avrebbe già prodotto un danno potenziale di 600 milioni di euro per l’intero comparto edilizio e di 216 milioni per quello dei serramenti - incalza il presidente Vittorio Cogliati Dezza - Ci auguriamo dunque che l’atteggiamento assunto dal ministro possa pesare favorevolmente per una rapida reintroduzione del provvedimento. Su questa partita – continua il presidente di Legambiente -  è in gioco la fiducia dei cittadini. È noto da tempo – conclude Cogliati Dezza – che il settore edilizio è uno tra i più energivori e convincere gli italiani a fare interventi per abitazioni dove si consuma meno energia e si vive meglio, è senza dubbio la strada da percorrere”.

detrazioni prestigiacomo

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
06/04/2020

Come rilanciare l'edilizia, il piano di Fillea – Legambiente post COVID-19

Fillea CGIL – Legambiente hanno presentato alcune proposte per il rilancio del settore dell'edilizia post coronavirus: ristrutturazioni energetiche a 1,2 milioni di condomini garantirebbero 430mila posti di lavoro, investimenti, risparmi in bolletta per ...

02/04/2020

Emergenza coronavirus, proroga scadenze

Arera con una delibera del 24 marzo ha posticipato di sei mesi i termini per la presentazione delle attestazioni di conformità delle norme CEI 0-16 e CEI 0-21. Per le diagnosi energetiche il MISE ha fissato al 22 maggio la scadenza per ...

02/04/2020

Energia e Intelligenza Artificiale: perché è un’unione perfetta

Il mondo dell’energia può solo trarre beneficio dall’impiego della Intelligenza Artificiale: dalla produzione all’accumulo, ecco le ultime ricerche e le più interessanti applicazioni   a cura di Andrea ...

01/04/2020

Il settore dell'energia colpito dal Covid-19, è un fattore chiave per la ripresa

La nuova pandemia di coronavirus ha creato una crisi economica e sanitaria globale senza precedenti. Il settore dell'energia, che rappresenta un fattore chiave della vita moderna, è colpito in modo particolare ma è anche fondamentale ...

30/03/2020

Il clima migliorerà (purtroppo) a causa del coronavirus, nel 2020 emissioni sotto anche del 7%

L’Ispra conferma per il 2019 il disaccoppiamento tra l’andamento delle emissioni (che si riducono) e l’andamento del Pil (che cresce), e spiega che il calo delle emissioni è dovuto soprattutto alle restrizioni alla mobilità ...

27/03/2020

Il potenziale non sfruttato dei rifiuti organici nel fornire energia pulita

Secondo un nuovo rapporto dell'IEA, le risorse mondiali di biogas e biometano potrebbero coprire il 20% della domanda globale di gas, riducendo contemporaneamente le emissioni di gas serra.     Secondo il nuovo rapporto dell'Agenzia ...

26/03/2020

Fotovoltaico e coronavirus: il momento è delicato

L’emergenza coronavirus avrà implicazioni anche nel settore del fotovoltaico. Le testimonianze di alcune delle aziende protagoniste del settore ammettono la complessità, ma guardano avanti   a cura di Andrea ...

25/03/2020

Prorogati i termini dei procedimenti per rinnovabili ed efficienza

Il GSE ha pubblicato sul proprio sito l'elenco, realizzato in collaborazione con il ministero dello Sviluppo Economico, dei procedimenti e dei relativi adempimenti prorogati a causa dell'emergenza coronavirus.   Sono esclusi i procedimenti con ...