IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Qualità e professionalità sono i requisiti minimi necessari per l’attività di O&M

Qualità e professionalità sono i requisiti minimi necessari per l’attività di O&M

Le attività di gestione e manutenzione (O&M) degli impianti fotovoltaici sono ormai diventate un segmento autonomo nel settore dell'energia solare; sempre più numerose sono le aziende che si dedicano specificamente a questo tipo di business.

 

a cura di Italia Solare

 

In crescita le attività di gestione e manutenzione degli impianti fotovoltaici

 

Un servizio O&M di qualità è indispensabile per mitigare i potenziali rischi derivanti dall’usura dell’impianto, migliorano il costo dell'elettricità (LCOE) e certamente hanno un effetto positivo sui prezzi dei contratti PPA, oltre a incidere positivamente sul rendimento degli investimenti (ROI).

 

Il ciclo di vita di un impianto fotovoltaico solitamente è diviso in quattro fasi: sviluppo, costruzione, O&M e dismissione o repowering. Per i grandi impianti su un periodo di vita di un impianto di circa 30 anni, le attività di O&M si aggirano attorno ai 25 anni e sono quindi quelle che maggiormente incidono sulla durata e l’efficienza dell’impianto. 

Un servizio ancora poco regolamentato

Le attività di O&M ancora oggi sono carenti di processi definiti e standardizzati, anche se in materia le associazioni del settore si stanno adoperando per definire processi standard condivisi. La standardizzazione esistente non è esauriente e non colma alcune lacune circa i requisiti necessari per effettuare le attività di gestione e manutenzione e non fornisce indicazioni sull’attuazione di tali requisiti.

 

Sebbene nel settore Maintenance, ci siano una serie di standard tecnici internazionali che possono essere seguiti, è proprio il comparto dell’Operation, che comprende anche le attività di pianificazione e gestione amministrativa, dove si registra ancora oggi la maggior parte delle carenze.

 

Diventa quindi prioritario sviluppare e diffondere le migliori pratiche per ottimizzare la gestione degli impianti fotovoltaici e la produzione di energia. Di fatto poter contare su un servizio O&M di qualità, basato su processi standard, significa aumentare la produzione e quindi il rendimento dell’impianto.

 

Per questo, iniziative volte in questa direzione sono auspicabili, come Solar Maintenance Mark di Solar Power Europe o l’evento organizzato da Italia Solare “Mantenere efficiente il parco fotovoltaico”, in programma a Bari il prossimo 5 ottobre, dove con esperti del settore verranno illustrate tutte le sfaccettature che l’attività di O&M comporta. 

Qualità e formazione per l’O&M

Negli anni del boom fotovoltaico molti si sono improvvisati installatori, manutentori e gestori di impianti. La crisi del settore, che ha avuto effetti devastanti per tutti coloro che operavano con competenza, ha però avuto un pregio, quello di togliere dal mercato coloro che non avevano le professionalità e la serietà per operare in questo comparto.

 

Oggi il contesto è differente, non ammette trasgressioni. Un impianto fotovoltaico è conveniente e competitivo senza incentivi, a patto che sia mantenuto e gestito in maniera corretta ed efficiente. Questo significa qualità e preparazione.

 

La qualità parte dalla formazione. Un buon servizio di O&M deve contare su personale con qualifiche pertinenti per eseguire i lavori in modo sicuro e responsabile. Qualifiche che possono essere le più diverse, soprattutto oggi che con l’evoluzione della tecnologia sono sempre necessarie nuove figure professionali che devono comunque essere costantemente formate e aggiornate.

 

Tutto gira attorno al perno della qualità. Qualità che deve essere erogata e garantita per chi offre servizi di O&M e qualità che deve essere pretesa, anche a scapito di un costo maggiore della prestazione, da parte che chi richiede il servizio di gestione e manutenzione. Solo così il settore può continuare a essere competitivo sul mercato.

TEMA TECNICO:

Solare fotovoltaico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
13/12/2018

Dalla corretta regolamentazione parte la nuova era del fotovoltaico italiano

Il fotovoltaico in Italia è un settore dalle grosse potenzialità tra autoconsumo, comunità energetiche, contratti di acquisto di energia a medio-lungo termine e digitalizzazione, ma è necessaria una maggiore chiarezza. Se ne ...

04/12/2018

Un nuovo rivestimento ottimizza l'efficienza dei pannelli fotovoltaici

Sviluppata nell'ambito di un progetto dell'UE, la nanoparticella di SolarSharc autopulente, duratura e realizzata a basso costo, aumenta del 4% l'efficienza produttiva dei pannelli     Il progetto SolarSharc (SOLARSHARC - A durable ...

03/12/2018

Nuove opportunità di mercato per il fotovoltaico

Gli ambiziosi obiettivi per il fotovoltaico italiano che chiedono di triplicare l'installato da qui al 2030 si possono raggiungere: nel corso del Forum ITALIA SOLARE 2018 in programma l'11 dicembre si approfondiranno sfide ...

20/11/2018

Come garantire 68 GW di potenza fotovoltaica installata in Italia al 2030

In occasione del Forum ITALIA SOLARE 2018 in programma a Roma l’11 dicembre, aziende, istituzioni, investitori e operatori del settore si confronteranno sul presente e futuro del mercato fotovoltaico nel nostro paese       “A ...

15/11/2018

Tariffe incentivanti e detassazione Tremonti Ambiente, prorogati i termini

Il GSE ha prorogato al 31 dicembre 2019 il termine indicato per l'attestazione della rinuncia al beneficio fiscale, precedentemente fissato al 22 novembre, per gli operatori incorsi nel divieto di cumulo tra Conti Energia e la  “Tremonti ...

12/11/2018

La rinascita di Chernobyl: da nucleare, ad energia solare

A più di 30 anni dal disastro nucleare della centrale di Chernobyl, un impianto fotovoltaico da 1MW ha iniziato a produrre energia pulita che soddisfa il fabbisogno energetico di 2 mila abitazioni. Una rinascita per tutta la zona della vecchia ...

08/11/2018

Lo scenario per il fotovoltaico italiano da oggi al 2030

Dal convegno organizzato da Althesys a Rimini e dedicato alle prospettive del fotovoltaico in Italia è emerso che è necessario aumentare gli sforzi per assicurare il rispetto dei target fissati dalla UE. Si deve intervenire sugli impianti ...

31/10/2018

Il fotovoltaico apre la strada verso l’autoconsumo

Nel 2017 l’autoconsumo è stato pari a 4.889 GWh, ovvero il 20,1% della produzione complessiva degli impianti fotovoltaici, in crescita dell’1,9% rispetto al 2016. Un settore dalle grandi potenzialità ma che presenta ancora troppi ...