IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Residenza in classe A in laterizio faccia a vista a Porto San Giorgio

Residenza in classe A in laterizio faccia a vista a Porto San Giorgio

E' stata recentemente ultimata nella zona sud di Porto San Giorgio, in provincia di Fermo, la Residenza Manzoni, realizzata a soli 200 mt. dal mare. L'immobile  è composto da 30 unità immobiliari abitative di varie tipologie.
Il progetto firmato dall'arch. Andrea Valentini coniuga sperimentazione e materiali ecosostenibili alla tradizione dei materiali e sistemi costruttivi.
 
Oltre al raggiungimento della classe energetica A, particolare attenzione è stata dedicata al comfort ed al benessere abitativo interno.
Proprio per questo è stato scelto l'uso del laterizio che garantisce durabilità e prestazione nel tempo cercando di superare le intrinseche difficoltà nell'isolamento dei ponti termici. Il progettista ha scelto di sperimentare un sistema di ancoraggio della fodera esterna del laterizio a faccia vista al telaio in cemento armato con l'uso delle fibre di carbonio e calce pozzolanica che sarà oggetto fra l'altro di un protocollo di ricerca per valutarne il comportamento strutturale ai fini antisismici. Inoltre per le fodere interne del tamponamento esterno sono stati utilizzati dei laterizi con bassa percentuale di foratura a forte massa ed elevata inerzia termica al fine di garantire un ottimo comfort abitativo estivo.
Ulteriore elemento della tradizione di cui ci si è riappropriati è stato l'uso della calce idraulica naturale  NHL 5 per la realizzazione degli intonaci interni garantendo una migliore abitabilità degli ambienti grazie a un'efficace traspirabilità delle murature, una ottima regolazione igrometrica degli ambienti, e alla riduzione della formazione di microorganismi ed acari. Anche per l'isolamento dei ponti termici delle parti strutturali in cemento armato  all'esterno è stato utilizzato un termo-intonaco a base calce idraulica naturale.
Inoltre è stata utilizzata per la tinteggiatura interna una pittura ai silicati Keim di elevata prestazione e a forte potere anallergico.
Il legno è stato scelto come materiale per la realizzazione degli infissi esterni come materiale naturale e gradevole nel suo aspetto formale e naturale.
Per garantire un'ottima regolazione dei ricambi d'aria è stato installato per ogni alloggio un impianto di ventilazione meccanica controllata.
Altro elemento essenziale è stata la realizzazione di un sistema di raffrescamento passivo  con  tetto "bianco" e freddo tipo cool roof  con applicazione sulla copertura piana di un sistema di impermeabilizzazione  in pvc a massa bianca tipo Renolit, al fine di garantire la massima capacità di riflettere l'irradianza solare incidente sul tetto.
Si è cercato di realizzare un "condominio a costo quasi zero" mediante l'installazione di un impianto fotovoltaico condominiale sulla copertura. Il basso consumo energetico è stato inoltre garantito dall'uso di impianti di ascensore a basso consumo del tipo MRL.
Tutti gli alloggi sono stati provvisti di un impianto domotico di base che garantisse facilità di gestione e possibilità applicazione di ulteriori moduli espansivi di funzione.
 
Scheda Progetto
Mattoni F.V. a pasta molle: SanMarco-Terreal Italia Srl
Malta per mattoni F.V.: Ruredil
Intonaci: Spring Color Srl
Tetto Piano: Sistema Renolit Alkorbright
Impianto fotovoltaico: Solyndra
Impianto solare termico: SonnenKraft
Impianto Elettrico: Vimar
Infissi: De Carlo Infissi Spa

Complesso residenziale Marconi
Complesso residenziale Marconi

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
09/12/2019

Nuovo social housing nZEB a Prato

Il progetto nZEB, a Prato, oltre a rappresentare una risposta concreta all’esigenza abitativa con 29 nuovi alloggi e un centro civico, si pone come esempio virtuoso da molteplici punti di vista, primo fra tutti coniugare alta efficienza energetica e ...

04/12/2019

LIFE Hamburg, il campus autosufficiente che reinventa l’apprendimento

12.000 metri quadri di materiali naturali e vegetazione per connettere l’ambiente circostante con la struttura dell’edificio. È LIFE Hamburg, il progetto vincitore del concorso per realizzare il nuovo campus ecologico e autosufficiente dal ...

25/11/2019

Finestre fotovoltaiche: record di efficienza per Glass to Power

I ricercatori dell’Università di Milano-Bicocca e della start-up Glass to Power hanno raggiunto un nuovo primato, realizzando dei concentratori solari luminescenti da integrare negli edifici caratterizzati dalla più alta efficienza mai ...

25/11/2019

Il tetto solare di Tesla potrebbe essere pronto per il mercato di massa

Dopo un paio di tentativi non andati a buon fine per motivi sia tecnici che estetici, la nuova versione del tetto solare targata Elon Musk, più efficiente e più facile da montare, potrebbe finalmente arrivare al mercato consumer. ...

21/11/2019

Architettura di qualità per l’adattamento climatico

Ecco un esempio di come le città esposte al rischio inondazioni possono, con l’aiuto dell’architettura, affrontare le conseguenze del cambiamento climatico. Amburgo, importante porto commerciale sul Mare del Nord, per difendere la ...

14/11/2019

A Praga il grattacielo più alto della città ispirato ai cambiamenti climatici

Soprannominato TOP TOWER, il progetto di grattacielo dalla visione apocalittica sui cambiamenti climatici ha suscitato non poche polemiche per il suo forte impatto visivo: l’edificio incorpora una grande nave alla deriva durante un ...

13/11/2019

A ZHA il progetto dell’hub ferroviario di Tallin

Il progetto del nuovo terminal di Ülemiste in Estonia verrà realizzato dallo studio londinese di Zaha Hadid Architects. Sarà il punto di partenza della linea Rail Baltic, la ferrovia di 870 chilometri che unirà la capitale estone al ...

12/11/2019

Svezia: il primo museo della scienza a emissioni zero alimentato da energia a pedale

Visitare il museo e pedalare per alimentarlo. La città universitaria di Lund, in Svezia, ospiterà il primo museo della scienza alimentato esclusivamente dall’energia solare e dall’energia cinetica prodotta dalle pedalate delle ...