IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Scuole belle e sostenibili a Torino

Scuole belle e sostenibili a Torino

I progetti vincitori dei bandi di concorso di architettura Torino fa Scuola per nuovi luoghi di apprendimento, aperti alla città, con tanto verde e sostenibili

 

Torino da scuola, scuole innovative e aperte alla città

 

Si è recentemente concluso il concorso Torino fa Scuola promosso da Compagnia di San Paolo e la Fondazione Agnelli in collaborazione con Città di Torino e Fondazione per la scuola del capoluogo piemontese, con l’obiettivo di realizzare due edifici scolastici innovativi e sostenibili.


In particolare il concorso ha interessato i due plessi Enrico Fermi, scuola di fine 800 che si trova in Piazza Giacomini nel quartiere Lingotto, e Giovanni Pascoli, edificio degli anni 60 di via Duchessa Jolanda nel quartiere Cit Turin.


Torino fa Scuola, oltre a voler riqualificare i due istituti al centro del bando, rappresenta anche un esempio, replicabile a livello nazionale, su come dovrebbero essere gli edifici scolastici nel nostro paese, luoghi di accoglienza per i ragazzi, ambienti di apprendimento, sicuri, ad alta efficienza energetica e belli da vivere.
In questo senso non è stata casuale la scelta delle due scuole torinesi, molto simili per struttura e condizioni alla maggior parte degli istituti presenti sul territorio nazionale.


Il progetto Torino fa scuola è stato avviato nel 2015, durante l’anno scolastico dirigenti, insegnanti, alunni e famiglie sono stati accompagnati da un architetto e un pedagogista (Sandy Attia e Beate Weyland per la Fermi; Luisa Ingaramo e Mario Castoldi per la Pascoli) e hanno lavorato alla costruzione un documento iniziale, punto di partenza per ripensare gli spazi.

 

Il bando di concorso internazionale è stato lanciato a dicembre 2016 e ha visto al partecipazione di 275 progetti, 177 per la scuola Fermi, 98 per la scuola Pascoli.

Ai primi classificati verrà riconosciuta una somma in denaro: 15.000 € per l’istituto Fermi, 12.000 € per l’istituto Pascoli.

 

A partire dall’estate 2017 sono stati avviati la fase progettuale e l’apertura dei cantieri, con la conclusione prevista per l’anno scolastico 2019/20.

I progetti vincitori

Scuola Fermi

Torino fa scuola progetto vincitore riqualificazione scuola fermi di Torino


Alberto Bottero di Torino è il capogruppo del progetto vincitore selezionato da una giuria presieduta dal Presidente di Compagnia di San Paolo Francesco Profumo, composta dagli architetti Sandy Attia, Mario Cucinella, Benedetto Camerana, Luca Molinari, da Isabella Quinto, e dalla dirigente scolastica Giuseppina Fusco.

 

La giuria ha apprezzato la capacità di dialogo tra piano architettonico e didattico, potenzialmente replicabile in altre scuole presenti sul nostro territorio.
I progettisti hanno completamente ripensato la struttura esistente, ponendo molta attenzione al collegamento tra interno e esterno e alla presenza del verde, anche all'interno, quale elemento che assume un valore pedagogico, in grado anche di regolare il microclima interno.

La struttura metallica porticata si affianca all’esistente integrandolo con nuove funzioni pubbliche con l’obiettivo di trasformare il plesso in una vera e propria community school, grazie a nuove funzioni collettive realizzate al piano terra, fruibili al termine delle lezioni dai residenti del quartiere.

Interni ed esterni sono proposti con strategie sostenibili attive e passive in linea con le scelte complessive dell’intervento, tra cui nuovi sistemi di schermatura passiva. Il fronte principale su cui affacciano tutti i cluster è in gran parte vetrato. La struttura lungo la facciata vetrata ospita una quinta vegetale costituita da rampicanti caducifogli in grado di schermare gli interni dalla radiazione estiva.


Scheda progetto:

Bottero Alberto - progettista (capogruppo)
Della Rocca Simona - progettista
Mondini Maria Chiara - collaboratore
Galanti Andrea - consulente
Saporito Emanuela - consulente
Isoardi Antonio - consulente
Toniolo Jacopo - consulente


Scuola Pascoli

Torino fa scuola, progetto vincitore riqualificazione scuola Pascoli

Silvia Minutolo di Torino è il capogruppo del progetto vincitore selezionato da una giuria presieduta dal Presidente di Compagnia di San Paolo Francesco Profumo, composta dagli architetti Luisa Ingaramo, Cino Zucchi, Michele Zini, Sebastiano Battiato, da Isabella Quinto, e dalla dirigente scolastica Laura Di Perna.

 

Il progetto è stato premiato perché risponde perfettamente all’obiettivo del concorso di trovare soluzioni spaziali innovative e in linea con l’evoluzione degli approcci pedagogici della scuola all’interno dei vincoli e delle risorse date dal patrimonio edilizio esistente.
Il progetto prevede spazi accoglienti e aperti, in grado di caratterizzare tutto il plesso.
E’ previsto lo spostamento dell’ingresso esistente e la realizzazione di un nuovo foyer che diventi atrio, spazio relax per gli studenti e luogo di incontro per la comunità. La realizzazione di una terrazza verde sul tetto risponde a una necessità di attenzione per l’ambiente e la natura.


Scheda progetto:

Minutolo Silvia - progettista (capogruppo)
Giai Via Marco - progettista
Lamarca Alessio - collaboratore
Perino Alberto - collaboratore
Wasielewski Michal Adam - collaboratore
Tortone Claudio - consulente
Racca Domenico - progettista
Lingua Simonetta - consulente

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/06/2020

Tiered Garden Complex: l’esperimento urbano per la città di Chengdu

Il Tiered Garden Complex è il progetto visionario dello studio di architettura ODA per la città di Chengdu in Cina. Un masterplan che stravolge l’idea di comunità, punta sul commercio ma non rinuncia a spazi verdi, green roof e ...

27/05/2020

Seafire Resort: l’eco-resort di lusso che strizza l’occhio all’ambiente

Oltre al comfort e al lusso dei suoi spazi, il resort sostenibile presenta diverse caratteristiche ecologiche, tra cui energia solare, illuminazione a led, materiali da costruzione riciclati, piante autoctone e persino una illuminazione turtle ...

22/05/2020

Rispetto della tradizione e innovazione

Sono iniziati a Bolzano i lavori di costruzione dell'albergo La Briosa. Il progetto firmato dagli architetti Felix Perasso e Daniel Tolpeit unisce sapientemente il rispetto delle tradizioni altoatesine e un design innovativo     Tradizione e ...

15/05/2020

Progettata a Dallas la parete verde più alta del Nord America

La società di investimenti Rastegar Property Company ha annunciato l'intenzione di realizzare a Dallas la parete verde vivente più alta del Nord America sulla facciata di un grattacielo di 26 piani.   a cura di Tommaso ...

05/05/2020

The Rainbow Tree: il grattacielo in legno con la doppia certificazione ambientale

La città di Cebu nelle Filippine ospita uno dei progetti architettonici più innovativi mai realizzati. L’uso combinato del legno con le tecniche di progettazione bioclimatica passiva e con le fonti rinnovabili, riduce la sua impronta di ...

04/05/2020

Rice House: alimentare l’economia circolare con la paglia di riso

Nell’ambito di un incontro virtuale organizzato dall’università di Pavia l’Architetto Tiziana Monterisi ha spiegato i principi che governano Rice House, start up nata dalla ricerca di soluzioni sostenibili e alternative ...

28/04/2020

Le proposte di Rete IRENE per rilanciare la filiera dell’edilizia post coronavirus

Rete IRENE ha avanzato, attraverso la pubblicazione di un Manifesto, 10 proposte concrete e specifiche finalizzate al rilancio della filiera edilizia per il post-emergenza da coronavirus.     La situazione con la quale l’Italia si ...

09/04/2020

Una galleria d’arte che produce energia dalla forza delle onde

La costa di Sochi, in Russia, potrebbe ospitare la Hydroelectric Sculpture Gallery, una galleria d’arte parzialmente sommersa. Oltre ad essere autosufficiente, grazie all’energia prodotta dal moto ondoso soddisferà ...