IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Solstice on the park: il grattacielo che massimizza la luce solare

Solstice on the park: il grattacielo che massimizza la luce solare

26 piani, 250 appartamenti e un tetto verde con una vista impressionante sul vicino parco e sullo skyline di Chicago. Il tutto progettato secondo il concetto del solar carving, la modellazione architettonica che migliora l’uso della luce solare. Il grattacielo ha vetri inclinati di 71° per ottenere la massima efficienza solare possibile

 

la redazione

 

Solstice on the park a Chicago: il grattacielo che massimizza la luce solare

 

Indice degli argomenti:

Il quartiere Hyde Park di Chicago ospita “Solstice on the park”, uno dei primi progetti dello studio di architettura Gang, su come modellare gli edifici per massimizzare l’uso della luce solare.

 

Il solar carving, questo il nome della tecnica utilizzata, sfrutta gli angoli incidenti dei raggi del sole per “scolpire” la forma dell’edificio.  Alto 26 piani, il nuovo grattacielo, riunisce design e tecnica per migliorarne il rapporto con la luce naturale, modellando l’architettura per massimizzare la luce del sole in inverno e minimizzare il guadagno solare in estate.

Solar carving: modellare l’architettura in favore della luce solare

L’edificio è alto poco più di 80 metri e ospita 250 appartamenti. Sul tetto un meraviglioso green roof è in grado di offrire una vista spettacolare sullo skyline di Chicago e sullo storico Jackson Park.


A prima vista il grattacielo colpisce per la sua facciata geometrica che alterna vetro e metallo. Il team di progettisti ha innanzitutto individuato l'angolo ottimale per avere la massima efficienza solare per la latitudine di Chicago, che è di 72 gradi. Questa geometria, in cui agli angoli verticali si alternano agli angoli di 72°, rispecchia l’angolo del sole durante il solstizio d’estate.

 

I vetri inclinati del grattacielo di Chicago Solstice on the park


Questa disposizione fa sì che durante i mesi estivi ci sia più ombra e si minimizza il guadagno di calore, riducendo l’utilizzo dei condizionatori d’aria e favorendo il risparmio energetico. Al contrario, nei mesi invernali, quando il sole è più basso nel cielo, il layout favorisce il riscaldamento solare passivo.

 

Inoltre, le rientranze ricavate dagli angoli di 72° offrono appartamenti con ampi spazi sui balconi, consentendo ai residenti di godere di aria fresca e vista all'aperto.

 

Ampi balconi caratterizzano il progetto di Chicago Solstice on the park

Solstice on the park: design interno

L’ingresso del grattacielo accoglie gli ospiti in un ambiente luminoso ed ampio.

 

Vista hall interna del progetto di Chicago Solstice on the park

 

Al piano terra, oltre alla reception, ci sono una sala lettura, uno spazio dedicato ad attività ludiche o riunioni di gruppo, un’area con tv a grande schermo e l’accesso al centro fitness. I piani superiori si raggiungono grazie a tre ascensori panoramici, che offrono diverse vedute su ciò che circonda il grattacielo.

 

Gli appartamenti sono spaziosi, molto ben illuminati con luce naturale e dotati di sistemi domotici avanzati. Le ampie e inclinate vetrate di cui sono dotati regalano un’esperienza unica, una vista che toglie il fiato, qualunque sia il panorama su cui ci si affaccia.

 

img by Studio Gang

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
28/02/2020

Nuovo campus tecnologico di Shenzhen, che sembra una catena montuosa

Situato nella baia di Qianhaia in Cina, il nuovo campus tecnologico del colosso tecnologico cinese occuperà 133 ettari. Il suo profilo ondulato, i pannelli fotovoltaici e i numerosi spazi verdi dimostrano un connubio ...

26/02/2020

Efficienza energetica in alta quota: così rinasce il borgo antico

In una borgata in Alta Val di Susa, a più di 1600 metri d’altezza, è stato avviato un progetto di riqualificazione che vede protagonista URSA Italia. Ecco le sfide affrontate.   a cura di Andrea Ballocchi     Indice ...

25/02/2020

Efficienza energetica negli edifici storici: le strategie per ridurre i consumi

La necessità di ridurre drasticamente le emissioni inquinanti, in un’epoca che sembra dirigersi sempre più verso un incontrollato declino ambientale, deve interessare in modo considerevole quella consistente fetta di edificato storico che ...

14/02/2020

La serra bioclimatica per il risparmio energetico, un progetto di ENEA

ENEA lancia un nuovo progetto sostenibile realizzando una serra bioclimatica con orto idroponico finalizzata allo studio e alla valutazione delle nuove prestazioni energetiche della “Scuola delle Energie”, l’edificio su ...

10/02/2020

La nuova sede Unipol a Milano: una torre tonda con serra bioclimatica

Un altro grattacielo si aggiungerà presto allo skyline di Milano. Il nuovo quartier generale della Unipol, nella zona di Porta Nuova, sarà il primo della città a poter contare su una forma tonda. L'edificio punta alla certificazione LEED ...

31/01/2020

Tetto romboidale per la nuova sede Adidas in Germania

15 mila metri quadri, una forma a diamante in pianta con un caratteristico tetto a forma di rombo. È Halftime, la nuova sede tedesca del famoso marchio sportivo, presentata nel 2018 ma appena completata.    a cura di Tommaso ...

24/01/2020

The Orbit, la smart city del futuro che non rinuncia all’ambiente

Immaginate di trasformare una cittadina dai connotati rurali in una città del futuro, che combina fibra ottica, veicoli autonomi e aeroporti per droni, senza perdere la connessione con l’ambiente naturale.   a cura di Tommaso ...

14/01/2020

La più grande parete verde in Europa assorbirà 8t di inquinamento atmosferico

Un albergo a cinque stelle nel cuore di Londra in grado di contrastare l’inquinamento atmosferico grazie a 3.700 metri quadri di parete verde. Un contributo importante al verde urbano londinese e alla lotta ai cambiamenti climatici.   la ...