Advertisement
IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > La Svezia è leader nella transizione energetica verso un'economia a basse emissioni di CO2

La Svezia è leader nella transizione energetica verso un'economia a basse emissioni di CO2

La Svezia è il paese con la quota più bassa di combustibili fossili nel suo approvvigionamento di energia primaria tra tutti i paesi membri dell'IEA, e la seconda economia a bassa intensità di carbonio.

 

La Svezia è leader nella transizione energetica verso un'economia a basse emissioni di CO2

 

La Svezia è leader nella transizione energetica tra i paesi che fanno parte dell'IEA, grazie a politiche di mercato che si concentrano sull'efficienza energetica e sulle energie rinnovabili e la tassazione delle emissioni di CO2, che ha contribuito a guidare la decarbonizzazione in diversi settori.

 

L'Agenzia Internazionale dell'Energia analizzando le politiche energetiche del paese ha verificato che sono realizzate in maniera coerente con i suoi obiettivi climatici. Nell'accordo energetico del 2016 e nel quadro climatico a partire dal 2017, la Svezia ha fissato obiettivi ambiziosi, tra cui l'obiettivo a lungo termine di zero emissioni nette entro il 2045. 

"La Svezia ha dimostrato che ambiziose politiche di transizione energetica possono accompagnare una forte crescita economica", ha dichiarato Paul Simons, vicedirettore esecutivo dell'IEA. Con l'accordo sull'energia ora in vigore, è giunto il momento di attuare una chiara tabella di marcia verso l'obiettivo a lungo termine della neutralità delle emissioni di carbonio che nel paese sono stabili dal 2013.

 

Nell'analisi si presta particolare attenzione alle emissioni legate ai trasporti, settore che pur rappresentando in Svezia meno di un quarto del consumo finale di energia, causa oltre la metà delle emissioni di CO2: obiettivo del paese è di ridurre le emissioni dei trasporti del 70% tra il 2010 e il 2030. A questo scopo il governo ha introdotto precise politiche, tra cui un sistema di bonus/penalità per sostenere l'acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni e misure per aumentare l'uso dei biocarburanti.

 

Il sistema elettrico è un altro elemento importante nella transizione energetica della Svezia che ha  decarbonizzato la sua produzione di elettricità attraverso investimenti  nelle energie rinnovabili. Pur avendo diverse centrali nucleari che continueranno a funzionare per i prossimi decenni e non avendo preso una posizione netta contro la costruzione di nuove centrali, il paese non mostra molto interesse a investire in questo settore.

 

Nel frattempo, la Svezia ha fissato l'ambizioso obiettivo di raggiungere entro il 2040 una produzione di elettricità rinnovabile al 100%. L'IEA raccomanda al governo di valutare attentamente come raggiungere tale obiettivo e quali saranno le implicazioni per la stabilità della rete e la sicurezza dell'approvvigionamento.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
30/05/2020

Dalla cucina alle camere: come risparmiare sul gas in casa

Sprechi, tariffe esose, fasce orarie, regolazione, misurazione: gestire l’uso del gas in casa comporta alcune difficoltà che possono tradursi in un costo esageratamente alto della bolletta. Come risparmiare? Scopriamo le principali tecniche per ...

29/05/2020

UE: rinnovabili per una ripresa economica sostenibile

La presidente della commissione Ue Ursula von der Leyen ha presentato il programma biennale da 750 miliardi di euro che guarda alle energie rinnovabili per garantire la crescita sostenibile e l'occupazione della "Next Generation EU"   la ...

28/05/2020

Coronavirus: crollo degli investimenti energetici

Lo shock economico mondiale causato dalla pandemia di Covid-19 sta avendo effetti drammatici a livello globale sugli investimenti in tutti gli ambiti del settore energetico: dalla fornitura di carburante e di energia all'efficienza, con gravi implicazioni per ...

26/05/2020

Le osservazioni di Italia Solare e Legambiente per far partire le Comunità energetiche

ITALIA SOLARE e Legambiente hanno risposto al documento di consultazione sulle comunità energetiche inviando ad ARERA le proprie osservazioni in 7 punti     ITALIA SOLARE e Legambiente hanno inviato ad Arera un documento in 7 punti con ...

25/05/2020

Le rinnovabili ad aprile coprono il 47% della domanda elettrica

I dati pubblicati da Terna confermano il calo della domanda di elettricità ad aprile; forte crescita per le rinnovabili che hanno coperto il 47% della domanda, contro il 36% del 2019. +26,9% per il fotovoltaico, in calo l'eolico     Gli ...

22/05/2020

Efficienza energetica e condomini: la guida ENEA

I condomini in Italia sono milioni e promuovere gli interventi di efficienza energetica su questi edifici permetterebbe di ridurre le emissioni, migliorare le prestazioni del comparto edile e aumentare il benessere di molte persone.   a cura di Arch. Gaia ...

21/05/2020

Accendono i colori della natura e valgono oltre 150 miliardi all’anno, il lavoro delle operose api

Dalle api dipende il 35% della produzione agricola mondiale per un valore economico stimato di 22 miliardi soltanto per l’Europa. Ieri è stata la Giornata mondiale a loro dedicata, istituita dalle Nazioni Unite. Operose come pochi altri esseri ...

19/05/2020

Lockdown, fino a -75% di emissioni nelle città a intenso traffico

L'infrastruttura Europea ICOS – Integrated Carbon Observation System ha analizzato l'andamento delle emissioni in 7 città, caratterizzate da intenso traffico, nel periodo del lockdown a causa del coronavirus: importanti cali, fino al 75%, ...