IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Tutti noi possiamo ridurre il nostro impatto sul clima!

Tutti noi possiamo ridurre il nostro impatto sul clima!

Vaillant e UniMi hanno presentato a Milano i risultati di un progetto pensato per aumentare la consapevolezza di quanto ognuno di noi, con i propri comportamenti, impatti sull’ambiente e sul clima. Tutti possiamo contrubuire a un futuro ecosostenibile!

 

La tua impronta: tool di Vaillant per calcolare quanto i nostri comportamenti impattano sul clima

 

Ognuno di noi può, con il proprio comportamento, ridurre l’impatto sul clima, ma è necessario che aumenti la consapevolezza di quanto e come possiamo contribuire alla sostenibilità ambientale. Sono soprattutto i giovani a non avere idea di quanto le azioni che svolgono quotidianamente possano impattare sull’ambiente, mentre basterebbero semplici accorgimenti per migliorare la propria carbon footprint.

 

Questo il tema alla base del progetto Scopri la tua impronta realizzato da Vaillant, nell’ambito del progetto The Green Evolution, e Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali dell’Università degli Studi di Milano, i cui risultati sono stati presentati nei giorni scorsi.

 

Calcolare la propria carbon footprint è semplicissimo: grazie infatti al tool online La tua impronta è sufficiente andare sul sito www.thegreenevolution.it rispondere a semplici domande per calcolare l’impatto delle nostre attività quotidiane sull’ambiente e sul clima e capire dunque se il nostro comportamento, rispetto a varie tematiche quali per esempio alimentazione, trasporti, riscaldamento, smaltimento rifiuti, sia o meno virtuoso e cosa possiamo fare per migliorare le nostre azioni.

 

Il tool, che è diviso in 4 sezioni: riscaldamento, illuminazione ed elettrodomestici, trasporti, alimentazione e trattamento dei rifiuti, traduce infatti le informazioni fornite dagli utenti in CO2 equivalente, un indicatore che misura l'impatto sul clima. Rispondendo al questionario è possibile vedere quanta CO2 creano le varie attività e quanto queste impattino sul clima.

 

Anche i bambini possono partecipare, per loro è stato sviluppato un questionario dedicato.

 

Da sempre i temi della sostenibilità e rispetto ambientale sono alla base della filosofia Vaillant e coerentemente con questa l'azienda ha deciso di realizzare questo progetto di ricerca con l’Università di Milano. Gherardo Magri, Amministratore Delegato di Vaillant Italia sottolinea infatti L’industria del comfort domestico, non possiamo certo nascondercelo, è ancora oggi causa di una quota significativa di emissione di gas serra, in particolare di CO2. Mentre lavoriamo per un futuro basato su fonti rinnovabili, amiche dell’ambiente, nel presente ci impegniamo a fare tutto il possibile per ridurre al minimo il nostro impatto, e aiutare tutti a farlo”.

 

La salvaguardia dell’ambiente e lo sviluppo sostenibile rappresentano oggi una responsabilità condivisa e il sostegno a comportamenti virtuosi che aiutino la riduzione delle emissioni dei gas ad effetto serra – ha commentato  Maurizio Maugeri, prof. di Fisica dell’Atmosfera del Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali dell’Università degli Studi di Milano – non può riguardare solo la ricerca e la didattica “ma anche quella che oggi viene chiamata Terza Missione, ovvero la propensione delle strutture universitarie all'apertura verso il contesto socioeconomico”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
19/08/2019

Pesce mangia-plastica: il rimedio estivo per liberare le spiagge dai rifiuti

Quest’anno contribuire alla pulizia delle spiagge sarà un gioco: a Torre Canne è stato realizzato un pesce mangia-plastica per liberare le spiagge dai rifiuti educando le persone alla sostenibilità anche durante le ...

09/08/2019

Il mondo a rischio "apartheid climatico"

Il cambiamento climatico avrà l'impatto peggiore sulle popolazioni più vulnerabili e i paesi meno svilippati. Secondo un esperto delle Nazioni Unite entro il 2030 potrebbe causare la povertà per 120 milioni di ...

07/08/2019

Raccolta differenziata: l’importanza del corretto smaltimento

Si sa, la produzione di rifiuti è in crescita costante e con essa la necessità di attuare una raccolta differenziata efficace che possa condurre a una via di miglioramento, in un’epoca in cui l’ecosistema appare fortemente ...

01/08/2019

Il Friuli Venezia Giulia promuove il bando accumulo per il fotovoltaico

Dopo Veneto e Lombardia anche il Friuli Venezia Giulia ha approvato un emendamento del M5S per la concessione di contributi per l'installazione di sistemi di accumulo per il residenziale. Gli ultimi bandi delle Regioni per diminuire i consumi, aumentare ...

31/07/2019

Le rinnovabili nei trasporti

Pubblicato dal GSE il Rapporto "Energia nel settore dei trasporti" che fotografa i consumi energetici del settore, i cambiamenti avvenuti dal 2005, i dati sui biocarburanti immessi in consumo in Italia e la percentuale di energia ...

30/07/2019

UpTown: presentato in anteprima un appartamento dello Smart District

Si è di recente tenuta la presentazione dell’appartamento progettato dall’interior designer Andrea Castrignano, ubicato nell’edificio in linea ospitato dalla zona sud dello Smart District UpTown. Questo evento ha segnato ...

26/07/2019

29 luglio: abbiamo finito le risorse rinnovabili

Il 29 luglio è l’Overshoot Day 2019, ovvero il giorno che segna l’inizio del debito ecologico a causa dell’eccessivo sfruttamento del pianeta. Abbiamo utilizzato tutte le risorse rinnovabili. Per soddisfare il bisogno ...

26/07/2019

In UE un Piano verde da 1.000 miliardi in 10 anni

Ursula von der Leyen guida la commissione Ue: la politica, fedelissima di Angela Merkel, promette un green deal entro i suoi primi 100 giorni. La sfida del clima fra le priorità   a cura di Tommaso Tetro     Indice degli ...