IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Uponor e TEBE: un programma per il calcolo di CO2 e consumi energetici

Uponor e TEBE: un programma per il calcolo di CO2 e consumi energetici

UPONOR

E' un programma di comparazione di emissioni di CO2 e consumi energetici nato dalla collaborazione tra Uponor e il Dipartimento TEBE del Politecnico di Torino. Calcola con diligenza l'energia consegnata all'impianto (energy delivered to the building technical system), l’energia primaria (primary energy) e le emissioni di CO2 (CO2 emissions). Sono contemplate, nei calcoli, le valutazioni delle efficienze di produzione, di emissione e di regolazione che dipendono dalle scelte progettuali in rapporto alle tecnologie di produzione, alle tipologie di terminali di impianto e ai sistemi di regolazione scelti. Lo scopo è di avere una accurata stima delle riduzioni di emissioni di CO2 e dei consumi energetici, con l'adozione di impianti radianti, in rapporto ad una configurazione impiantistica standard. Il programma può anche svolgere delle valutazioni preliminari sul benessere termico all’interno di un ambiente campione definito dall’utente, per individuare l’influenza di differenti terminali di impianto nella caratterizzazione dell’ambiente termico. I dati di input richiesti all’utente sono: il carico termico invernale ed estivo; la temperatura di set point interna; la temperatura di progetto esterna; la superficie netta dell’edificio in pianta; il volume netto climatizzato e la località in cui l’edificio si trova. Per le valutazioni di benessere termico l’utente deve poi indicare le dimensioni del locale campione e il numero di pareti disperdenti verso l’esterno.

E' semplice da usare. Agendo su menù a tendina si può definire la configurazione impiantistica scelta per la climatizzazione invernale e estiva, mentre le configurazioni impiantistiche di riferimento sono rappresentative di una condizione comune (caldaia convenzionale a metano, radiatori e regolazione centralizzata on/off per il caso invernale, pompa di calore elettrica aria/acqua, ventilconvettori e regolazione centralizzata on/off per il caso estivo). L’energia risparmiata e la riduzione delle emissioni di CO2 sono stime utili ad orientare in modo rapido le scelte dell’utente, esse sono infatti sviluppate sulla base dei dati imputati ed assumendo schemi occupazionali e carichi endogeni standard. La facilità d'uso di sposa alla chiarezza interpretativa, perché i livelli di benessere termico sono espressi graficamente con le luci di un semaforo. Con luci verdi, il sistema scelto dall’utente dà luogo, in condizioni di progetto e dunque anche in condizioni di esercizio, ad un buon ambiente termico; se le luci sono gialle si hanno condizioni termiche non ottimali in condizioni di progetto, che tuttavia potrebbero essere accettabili in fase di esercizio. Ma è quando le luci del semaforo sono rosse che le cose non vanno bene: significa che a progetto si verificano condizioni termiche non adeguate, e che e perciò l’ambiente potrebbe non essere in grado di garantire migliori condizioni in fase di esercizio. Il tool, in formato .exe, si può richiedere gratuitamente attraverso la pagina dedicata della sezione Centro Servizi del sito www.uponor.it.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/11/2018

La rinascita di Chernobyl: da nucleare, ad energia solare

A più di 30 anni dal disastro nucleare della centrale di Chernobyl, un impianto fotovoltaico da 1MW ha iniziato a produrre energia pulita che soddisfa il fabbisogno energetico di 2 mila abitazioni. Una rinascita per tutta la zona della vecchia ...

09/11/2018

Progetto di riqualificazione di un condominio con criteri di sostenibilit certificata

Da un iniziale problema di ammaloramento della facciata di un edificio con il distacco di alcune piastrelle, alla diagnosi energetica, alla riqualificazione efficiente dell’immobile, nel rispetto del progetto originario. L’intervento di ...

30/10/2018

La metamorfosi dellHotel des Postes: da palazzo storico ad edificio zero emissioni

Trasformare un vecchio edificio storico, punto di riferimento della città, in un’icona moderna dell’ecologia, senza rinunciare ai suoi preziosi elementi architettonici. Così l’Hotel des Postes cambia la sua pelle.   a ...

25/10/2018

Biosphera Equilibrium, rigenerare mente e corpo nel rispetto dell'ambiente

Un’abitazione energeticamente autosufficiente, flessibile, mobile, in grado di adattarsi ai diversi contesti climatici e di assicurare il miglior benessere psico fisico, nel rispetto dell’ambiente.     Questa è in due parole ...

18/10/2018

Costruzioni ipogee: i vantaggi di vivere in una casa interrata

“Vivere sottoterra” può non sembrare molto allettante, anche se in realtà le costruzioni ipogee offrono diversi vantaggi in termini di comfort interno e di tutela ambientale. Oggi, con la diffusione delle costruzioni ipogee, vi sono ...

12/10/2018

Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

3D Crane è il nome del nuovo sistema di stampa tridimensionale realizzato dall’azienda WASP di Massa Lombarda. Il nuovo modello è stato utilizzato per Gaia, la casa realizzata con terra cruda e scarti di lavorazione del riso.   a ...

08/10/2018

Come realizzare una casa sostenibile in soli 22 metri quadri

L’edilizia utilizza il 40% delle risorse naturali del pianeta e rappresenta oltre un terzo delle emissioni di gas serra. Per fronteggiare la situazione, Yale University con il supporto dell’UN Environment e dell’UN Habitat ha realizzato un ...

18/09/2018

A New York appartamenti futuristici firmati Zaha Hadid

Il progetto 520 West 28th Street è il palazzo futuristico firmato dall’architetto Zaha Hadid. Un edificio sbalorditivo, alto 11 piani, che sorge nelle vicinanze dell’affascinante High Line Park di  New York.   a cura di Tommaso ...