IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > A New Hope, una casa che rivive dopo il sisma del 2012

A New Hope, una casa che rivive dopo il sisma del 2012

Tra i progetti vincitori della menzione d'onore del concorso Viessmann 2017, A New Hope, un edificio realizzato in ottica di risparmio energetico ed eco-sostenibilità, con caratteristiche innovative dal punto di vista strutturale, delle dispersioni termiche e  antisismico.

 A New Hope, progetto vincitore del concorso Viessmann 2017

 

A Vigarano Mainarda in Provincia di Ferrara, lo Studio dBTech di Daniele Bellettati si è occupato della demolizione e ricostruzione di un fabbricato danneggiato dal sisma del 2012. L’intervento del progettista vede la realizzazione di un edificio residenziale in legno con struttura a telaio di forma pseudo quadrata, sviluppato su due livelli.

 

Il progetto ha ricevuto una delle 10 Menzioni d'Onore del  Concorso di idee Viessmann del 2017 “Into a new century: energie interconnesse a tutto campo”, dedicato al tema della progettazione sostenibile, con attenzione all’interconnessione tra il mondo termico e quello elettrico.  

 

La Giuria ha analizzato i lavori dei 252 progettisti che hanno partecipato, scegliendo i 5 vincitori e le 10 menzioni attraverso la valutazione della qualità progettuale globale delle diverse proposte, delle soluzioni impiantistiche e tecnologiche utilizzate, innovative, ad alta efficienza energetica, integrate e interconnesse, che abbiano previsto l'utilizzo delle rinnovabili.

 

Ricordiamo che fino al 30 settembre è possibile iscriversi alla nuova edizione del concorso sul tema della "Progettazione efficiente: Convergenza termico-elettrico”. 

Progetto A New Hope

Lo studio di progettazione e consulenza dBTech è specializzato nell’uso di tecnologie innovative e fonti rinnovabili, nei campi che spaziano dal civile al terziario fino al settore pubblico.

 

A New Hope, progetto vincitore concorso viessmann 2017

 

L'edificio  che si sviluppa su una superficie totale di circa 192 m2 è realizzato con pareti per le quali è stata utilizzata una triplice coibentazione: esterna a cappotto in polistirolo a basso impatto ambientale, interiore in fibra minerale e interna in fibra di legno. 

 

I solai intermedi sono stati coibentati con lana minerale mentre quelli di copertura con fibra di legno in modo da favorire lo sfasamento termico per ottimizzare il comfort e ridurre i consumi e le emissioni in atmosfera.

I materiali utilizzati

Lo studio di architettura ha scelto i materiali in ottica eco-friendly: è infatti stato utilizzato al minimo il polistirolo, anche se certificato a basso impatto ambientale, preferendo l'uso di materiali ecocompatibili come il legno e la fibra di legno.

 

Ogni dettaglio è stato curato in chiave “green”: per gli infissi è stato scelto il PVC con certificazione di produzione a basso impatto ambientale; l’impianto di riscaldamento a bassa temperatura ha previsto l'installazione di una pompa di calore aria/acqua ad energia elettrica collegata ai pannelli radianti a pavimento, con notevole rendimento energetico. Per le schermature solari sono state realizzate tende a rullo interne.

 

Dal punto di vista antisismico e strutturale l’edificio ha ridotto notevolmente la dispersione termica risultando più solido. Il fabbricato, progettato seguendo anche lo standard ASHRAE, risulta in classe A4 e consentirà un ammortamento dell'investimento in tempo brevissimo, stimato in circa 8 anni rispetto ai fabbricati convenzionali.

 

Grazie a queste scelte impiantistiche, si stima che l'edificio avrà un risparmio di energia primaria di oltre il 78% con notevole riduzione delle emissioni in atmosfera.

Una scelta d’eccellenza: Viessmann 

Lo studio di progettazione si è affidato alla qualità dei sistemi Viessmann. E' stato infatti installato un impianto di riscaldamento a bassa temperatura con produzione a.c.s. alimentato a pompa di calore aria/acqua a energia elettrica trifase Vitocal 200-S da 10 kW di potenza nominale, caratterizzato da un notevole rendimento e dal mantenimento della potenza erogata all'impianto a basse temperature esterne. 

Per la produzione di a.c.s. è stato installato un bollitore Solarcell Max da 300 l. 

 

Pompa di calore Viessmann Vitocal 200-S 

 

La pompa di calore tramite l’ausilio di un accumulo inerziale PSS da 200 I e con gli accessori Viessmann serve a distribuire il vettore energetico all’impianto. Durante il periodo invernale il riscaldamento viene garantito dai pannelli radianti a pavimento, mentre in estate gli elementi terminali sono invece ventilconvettori Vitoset a parete.

 

Gli impianti sono alimentati da pannelli solari fotovoltaici da 6 kWp con scambio sul posto.

 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/10/2018

Progetto italiano di casa green realizzata con una stampante 3D

3D Crane è il nome del nuovo sistema di stampa tridimensionale realizzato dall’azienda WASP di Massa Lombarda. Il nuovo modello è stato utilizzato per Gaia, la casa realizzata con terra cruda e scarti di lavorazione del riso.   a ...

08/10/2018

Come realizzare una casa sostenibile in soli 22 metri quadri

L’edilizia utilizza il 40% delle risorse naturali del pianeta e rappresenta oltre un terzo delle emissioni di gas serra. Per fronteggiare la situazione, Yale University con il supporto dell’UN Environment e dell’UN Habitat ha realizzato un ...

18/09/2018

A New York appartamenti futuristici firmati Zaha Hadid

Il progetto 520 West 28th Street è il palazzo futuristico firmato dall’architetto Zaha Hadid. Un edificio sbalorditivo, alto 11 piani, che sorge nelle vicinanze dell’affascinante High Line Park di  New York.   a cura di Tommaso ...

11/09/2018

Hong Kong ospiter Aero Hive, il grattacielo che respira

Lo studio di architettura Midori Architects ha vinto il premio Skyhive Skyscraper Challenge con il progetto futuristico Aero Hive. Due grattacieli progettati per adattarsi alle sfide del clima locale e ridurre la CO2 nell’aria.   a cura di ...

07/09/2018

Una villa ad alta efficienza energetica con SPA

A Brembio, in provincia di Lodi è in via di realizzazione uno dei primi progetti Ecolibera, con tetto fotovoltaico, piscina e SPA.    a cura di Silvia Giacometti     Ecolibera non è solo un progetto ma un concetto ...

07/09/2018

ZEPHIR Passivhaus Italia per la riqualificazione delle Torri di Madonna Bianca

Il Team di progettazione ZEPHIR Passivhaus Italia in collaborazione con gli Studi Bombasaro e Campomarzio ha vinto il concorso di progettazione di tre delle 11 torri di Villazzano che saranno riqualificate secondo la prospettiva nzeb e dell’efficienza ...

06/09/2018

Vivere in case ecosostenibili ricavate da vecchie navi mercantili

Marine Doc è il progetto che prevede la trasformazione delle vecchie navi fluviali mercantili in disuso, in nuove abitazioni di lusso ed eco sostenibili, completamente autonome dal punto di vista energetico.   a cura di Tommaso ...

05/09/2018

Alloggio temporaneo ad energia solare: sostenibilit ambientale e sociale

A Cambridge, un simpatico edificio del XIX secolo, che rischiava di essere demolito, è stato ristrutturato e trasformato in un alloggio alimentato ad energia solare a disposizione delle famiglie più bisognose. Il cuore del progetto? Puntare ...