Nuove misure del MISE per favorire l’accesso agli incentivi del Conto Termico

Consultazione pubblica per facilitare la semplificazione e il potenziamento del meccanismo di incentivazione

Il Ministero per lo Sviluppo Economico informa che è aperta fino al 28 febbraio 2015 la consultazione pubblica sulle nuove misure che MISE e Ministero dell’Ambiente intendono attuare  per la semplificazione e il potenziamento del conto termico, per favorire il massimo accesso agli incentivi per imprese, famiglie e pubblica amministrazione, così come previsto dall’articolo 22 dello Sblocca Italia.
Il Conto termico incentiva la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e i piccoli interventi di efficienza energetica con uno stanziamento di 900 milioni di euro annui: 700 per privati e imprese e 200 per le amministrazioni pubbliche.
Il meccanismo di sostegno alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di incremento  dell’efficienza energetica di piccole dimensioni introdotto dal decreto del Ministro dello sviluppo economico 28 dicembre 2012, è stato recentemente aggiornato con il decreto legislativo n.102 del 2014 di recepimento della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.
Le novità introdotte hanno riguardato l’ampliamento dei soggetti ammessi, la definizione di specifiche modalità che consentano alle Pubbliche Amministrazioni di optare per l’erogazione dell’incentivo attraverso un acconto e successivi pagamenti definiti in base allo stato  di avanzamento dei lavori e l’applicazione di un tetto massimo all’importo dell’aiuto non superiore al 65% del costo sostenuto.
Le recenti disposizioni normative contenute nel decreto legge 12 settembre 2014, n. 212 (“Sblocca Italia”), con riferimento al Conto Termico (articolo 22), promuovono una maggiore semplificazione procedurale dello strumento, attraverso l’utilizzo di modulistica redeterminata, nonché una diversificazione e innovazione tecnologica che favorisca il massimo accesso alle risorse per imprese, famiglie e soggetti pubblici. Fra le semplificazioni è prevista l’eliminazione dell’iscrizione ai Registri per gli impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore, elettriche o a gas, e caldaie a biomassa aventi potenza termica superiore ai 500 kW. Per tali impianti gli operatori potranno ricorrere all’accesso diretto o tramite prenotazione (per la pubblica amministrazione), nel rispetto dei requisiti già previsti.

Osservazioni e proposte possono essere trasmesse all’indirizzo e-mail contotermico@mise.gov.it entro e non oltre il 28 febbraio 2015

Scarica il documento di consultazione “Nuove misure per la semplificazione e il potenziamento del meccanismo di incentivazione denominato “Conto Termico”

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Normativa, Solare termico

Le ultime notizie sull’argomento