IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Progetti > Il grattacielo futuristico The Tulip targato Foster + Partners

Il grattacielo futuristico The Tulip targato Foster + Partners


  • Luogo
    Londra, GRAN BRETAGNA
  • Cronologia
    - realizzazione: da 2018
  • Progettisti
    Foster + Partners
  • Categoria di intervento
    CENTRI POLIFUNZIONALI
Il grattacielo futuristico The Tulip targato Foster + Partners per Londra

 

Londra potrebbe presto avere un nuovo e innovativo grattacielo. Se la proposta progettuale verrà approvata, il 30 St Marye Building, noto come The Gherkin, avrà un nuovo vicino.

 

a cura di Tommaso Tautonico

 

Il grattacielo futuristico The Tulip targato Foster + Partners per Londra

 

Un grattacielo da utilizzare come punto di osservazione privilegiato sulla città, un’attrazione culturale ed educativa a disposizione dei cittadini londinesi, e dei turisti.

 

The Tulip, punto di osservazione privilegiato sulla città

 

Tutto questo è The Tulip, il nuovo concept presentato dallo studio Foster + Partners alla città di Londra.  La scelta del nome non è casuale, The Tulip si ispira alla natura, nella forma e nei contenuti, in linea con quanto previsto dallo schema di certificazione Breeam.

 

The Tulip, punto di osservazione privilegiato sulla città

 

Dall’inizio del nuovo millennio lo skyline di Londra può contare su nuovi grattacieli che riflettono la sua crescita come centro finanziario globale. Inoltre, la City of London Corporation ha promosso una serie di iniziative mirate ad animare il cuore della città, un Miglio Culturale con strutture turistiche di livello mondiale.

The Tulip: design, innovazione e sostenibilità

Con il suoi 305 metri di altezza, The Tulip vuole diventare il nuovo simbolo culturale della città di Londra. Il suo design richiama un tulipano, con lo stelo realizzato in cemento ad alta resistenza e il bocciolo fatto di acciaio e ampie vetrate. La sua forma morbida, con ingombro minimo, riflettono il concetto di uso ridotto delle risorse.

 

Fiore all’occhiello del progetto è lo spazio educativo nella parte superiore, un’aula nel cielo, dove ogni anno 20 mila bambini delle scuole statali londinesi potranno apprendere al meglio la storia della città, godendo di una vista a 360°.

 

Una vista mozzafiato dal grattacielo londinese The Tulip


The Tulip non è solo design e cultura, ma anche sostenibilità. Valutato come “eccellente” dal protocollo per l’edilizia sostenibile Breeam, il progetto può vantare su alcune soluzioni architettoniche in grado di aumentare di otto volte la superficie verde.

 

The Tulip: architettura futuristica e sostenibilità

 

Al piano terra infatti, oltre ad un piccolo parco, sono presenti un padiglione di due piani con un giardino pensile e due grandi pareti verdi. L’aspetto paesaggistico è in linea con quanto chiesto dal sindaco di Londra di essere il primo National Park City.

 

Il suo design minimal, celle solari integrate che producono l’energia necessaria, sistemi energetici efficienti e soluzioni tecnologiche per il risparmio idrico, permettono un risparmio del 42% delle emissioni di carbonio e del 48% di acqua.

 

The Tulip è stato progettato usando i principi dell’economia circolare, e nel suo futuro proporrà azioni “zero rifiuti in discarica”: al suo interno sarà vietato l’utilizzo della plastica monouso, coerentemente con la strategia londinese zero waste. Completano il progetto, 284 parcheggi per biciclette, un modo per disincentivare l’uso dell’auto e favorire la mobilità sostenibile, uno sky bar e un ristorante panoramico.


Residenti e turisti potranno passeggiare su ponti in vetro sospesi, ammirare lo splendido panorama della città e chi vorrà, potrà godere di un’esperienza in “gondola” all’esterno, una sorta di ruota panoramica realizzata lungo la facciata dell'edificio.
"Sulla scia del design pioneristico di 30 St Mary Axe, The Tulip incarna lo spirito progressista e lungimirante della città di Londra” ha dichiarato Norman Foster, fondatore e presidente esecutivo di Foster + Partners. "Offre vantaggi significativi ai londinesi e ai turisti, sarà un punto di riferimento culturale e sociale con risorse educative ineguagliabili per le generazioni future”.

 

Al fine di misurare la percezione che i londinesi hanno del progetto The Tulip, la società di ricerche indipendente ComRes ha svolto un sondaggio che ha coinvolto più di 1.000 londinesi e ha rilevato un riscontro generalmente molto positivo da parte dei cittadini: il 69% degli intervistati ritiene infatti che The Tulip, avrebbe un impatto positivo sulla City, incrementandone l’attrattiva dal punto di vista culturale e turistico.

 

img by fosterandpartners.com

Consiglia questo progetto ai tuoi amici

Commenta questo progetto

Il progetto è inerente le seguenti categorie
RISPARMIO ENERGETICO