Proroga a ottobre per obbligo qualificazione installatori di rinnovabili

Il decreto legge emanato dal Governo per recepire la Direttiva UE 2010/31 sulle prestazioni energetiche nell’edilizia, ha accolto le richieste delle associazioni di categoria e all’art. 17 stabilisce nuone regole che disciplinano l’abilitazione professionale per svolgere attività di installazione e manutenzione di impianti da fonti rinnovabili, dando la possibilità di far valere la propria esperienza per i soggetti che hanno già lavorato, per almeno 3 anni, presso un’impresa abilitata, pur in assenza di un titolo preciso.

Il decreto prevede la proroga ad agosto 2014 per l’attestato degli installatori di “caldaie, caminetti e stufe a biomassa, di sistemi solari fotovoltaici e termici sugli edifici, di sistemi geotermici a bassa entalpia e di pompe di calore”. Si tratta di una boccata di ossigeno per tutti gli installatori che dal 1° agosto non avrebbero più potuto esercitare il proprio mestiere a meno di ottenere l’attestazione prevista dal decreto rinnovabili 28/2011 che prevedeva che la formazione professionale fosse fornita da un ente quale Regione o Provincia, tramite l’attivazione di un corso istituzionale entro la fine del 2012.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Normativa, Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento