Prospettive per le energie rinnovabili e l’efficienza energetica nei Paesi del Mediterraneo

Presentati i risultati del progetto europeo MED-Desire per promuovere l’efficienza energetica e l’utilizzo delle tecnologie solari

Sono stati presentati a Roma i risultati del progetto europeo MED-DESIRE (MEDiterranean DEvelopment of Support Schemes for Solar Initiatives and Renewable Energies), co-finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma ENPI CBC del Bacino del Mediterraneo 2007-2013, per promuovere l’efficienza energetica e l’energia solare in tutta l’area del Mediterraneo, stimolare la domanda di tecnologie energetiche sostenibili, attraverso lo studio di piani di finanziamento innovativi e di strumenti d’incentivazione del mercato.

Il progetto ha coinvolto 9 partner da cinque nazioni (Egitto, Libano, Italia, Spagna Tunisia), coordinati dalla Regione Puglia, Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro – Sezione Ricerca Industriale e Innovazione e dall’ARTI – Agenzia Regionale della Puglia per la Tecnologia e l’Innovazione (co-attuatore del progetto).

Quello che emerge principalmente è che l’area del Mediterraneo ha un enorme potenziale nella produzione di energia solare, ma ci sono ancora troppe barriere che ne limitano la diffusione, mancano norme precise che rendano obbligatorio l’utilizzo delle tecnologie solari negli edifici, inoltre non sempre i tecnici e gli installatori possiedono le competenze necessarie e la qualità dei componenti degli impianti solari spesso non è elevata, non vi sono infine adeguati incentivi economici. E’ dunque necessario sostenere le tecnologie con norme adeguate e migliorare la qualità degli impianti, proprio per questo MED-DESIRE ha sostenuto l’adozione di nuovi standard tecnici e il rafforzamento degli enti di certificazione locali e dei laboratori di test; ha, inoltre, promosso la qualità delle installazioni solari con iniziative rivolte a professionisti e installatori e la qualificazione di formatori tecnici nelle scuole professionali.

In particolare saranno organizzati 10 corsi di formazione pilota: 4 sulle tecnologie solari distribuite, rivolte ai formatori delle scuole professionali (in Egitto, Libano, Tunisia) e ai tecnici e installatori in Italia (Puglia); 3 sulle ordinanze solari e 3 sui meccanismi finanziari in Egitto, Libano e Tunisia; 5 iniziative di capacity building (2 visite di studio ai 3 laboratori dell’ENEA in Italia rivolte a gruppi di esperti dei Paesi coinvolti nel progetto e 3 seminari sulla qualità della filiera del fotovoltaico, nonché 12 missioni tecniche in Egitto, Libano e Tunisia. 

MED-DESIRE ha elaborato 3 meccanismi finanziari innovativi per sostenenere gli investimenti pubblici e privati in tecnologie di energia solare distribuita in Tunisia (installazioni di impianti fotovoltaici di medie dimensioni), Egitto (per impianti solari termici nel settore domestico) e in Libano (dedicato a vari tipi di tecnologie).

Inoltre, il progetto ha sviluppato 3 tipologie di regolamentazioni solari che introdurranno l’obbligo per i proprietati e i costruttori edili di installare impianti solari termici nelle nuove costruzioni o in edifici soggetti a manutenzione straordinaria in città pilota della Tunisia (Hammam-Sousse), Libano (Tiro) ed Egitto (attraverso l’Autorità per le Nuove Comunità Urbane – NUCA).

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento