Advertisement

Rinnovabili: bene gli USA nonostante siano calati i consumi

Gli Stati Uniti hanno consumano nel 2009 più energia rinnovabile rispetto all’anno precedente, nonostante la diminuzione del consumo generale di energia.
Questo quanto è emerso da una nuova ricerca, pubblicata dal Lawrence Livermore National Laboratory (LLNL) che mostra come gli americani abbiano utilizzato 94,6 quadrilioni di BTU nel 2009, in calo da 99,2 quadrilioni di BTU nel 2008 – tagliando l’equivalente di circa 791 milioni di barili di greggio.

Mentre il consumo di carbone, petrolio e gas naturale è diminuito, l’uso dell’energia eolica è aumentato significativamente da 0,51 quads nel 2008, a 0.70 quad nel 2009, con un incremento pari a circa 33 milioni di barili di greggio.

Secondo l’analista di energia LLNL AJ Simon, la significativa diminuzione del carbone per produrre energia elettrica è il risultato di tre fattori. In primo luogo, un calo generale della domanda di energia elettrica, il passaggio di combustibile al gas naturale, e un offset creato dalla produzione eolica.

Nel frattempo, il consumo di energie rinnovabili è stato rafforzato dai progressi tecnologici e dai sussidi del governo.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento