Sistemi di accumulo, per Anie Energia è necessaria chiarezza normativa

Definizione del quadro normativo e regolatorio dei sistemi di storage

In seguito all’intervento nei giorni scorsi del GSE che escludeva per gli impianti fotovoltaici con accesso agli incentivi l’installazione dei sistemi di accumulo, pena decadenza dal diritto agli incentivi e il recupero delle somme già erogate, Anie Energia evidenziando l’interesse sempre maggiore da parte degli operatori ad installare sistemi di storage, in una nota sollecita interventi rapidi della normazione tecnica e la regolazione delle modalità di connessione alla rete dei sistemi di accumulo per l’ottimizzazione dell’energia autoprodotta dagli impianti a fonte rinnovabile in bassa e media tensione.

“È evidente – dichiara Nicola Cosciani, Presidente Gruppo Sistemi di Accumulo, ANIE Energia – che c’è un forte interesse da parte degli operatori di mercato ad installare i sistemi di accumulo nell’ambito degli impianti FER per migliorare l’autoconsumo e, quindi, ridurre i costi dell’energia elettrica.

“Auspichiamo – conclude Cosciani -una rapida e positiva conclusione del processo di istruttoria tecnica volta ad accogliere nelle vigenti norme CEI 0-16 e 0-21 le disposizioni idonee ad abilitare l’integrazione dei sistemi di accumulo elettrochimico negli schemi di impianto ammissibili per la connessione delle fonti rinnovabili, incentivate e non, alla rete elettrica. Sarà poi necessario un rapido intervento regolatorio dell’AEEG a valle dell’emanazione delle varianti di norme CEI 0-16 e CEI 0-21.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento