Una filiera che stenta a decollare

Alessandro Sotgiu, Amministratore delegato di Solarday, importante società che produce pannelli fotovoltaici con tecnologia in silicio policristallino e monocristallino, evoca un meccanismo in cui le ruote dell’ingranaggio faticano a mettersi in moto. Parlando del solare, osserva: "Una filiera che stenta a decollare e un'eccessiva burocrazia sono oggi i principali freni allo sviluppo del settore fotovoltaico in Italia”. L’Italia sta rischiando di rimanere al palo a causa delle consuete lungaggini burocratiche e di una catena del valore che incontra ancora troppe difficolta. Oggi per far partire un impianto sono richiesti ben 61 passaggi tra operatori di rete e Gse, oltre a 20 regole diverse per 20 regioni. Sarebbe necessario adottare processi semplici, chiari e condivisi: “le incertezze legislative a livello sia regionale sia nazionale, – dice Sotgiu – non fanno altro che scoraggiare operatori e cittadini ad investire in questo settore. Gli incentivi da soli non bastano: e' auspicabile lo sviluppo dell'intera filiera affinche' il conto energia rappresenti una reale opportunita' di crescita economica per il nostro Paese”. 

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico, Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento