IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nasce a Milano un distretto smart a energia zero

Nasce a Milano un distretto smart a energia zero

Sono partiti nel capoluogo meneghino, nell'ambito del progetto “Sharing Cities”, i lavori per la realizzazione del primo quartiere a basso impatto ambientale

 

Il Sindaco di Milano Giuseppe Sala e l’assessore alle Attività produttive Cristina Tajani all'avvio del progetto 'Sharing Cities' a Milano

 


Lo scorso agosto sono ufficialmente partiti i lavori nel quartiere milanese Porta Romana/Vettabbia, alla presenza del Sindaco Giuseppe Sala e dell’assessore alle Politiche per il lavoro, Attività produttive con delega alle Smart city, Cristina Tajani, che porteranno alla realizzazione del primo distretto a energia quasi zero, come previsto dal progetto europeo 'Sharing Cities', che dispone di una dotazione finanziaria compessiva di 25 milioni di euro.

 

Si tratta di un progetto innovativo che oltre a Milano coinvolge le metropoli di Londra e Lisbona, oltre a tre città follower, Bordeaux, Burgas e Varsavia. Gli interventi permetteranno di diminuire significativamente i consumi energetici, le emissioni di carbonio di edifici e mezzi di trasporto e il progetto può rappresentare una virtuosa base di partenza da replicare in altri quartieri e in altre città.

 

Il capoluogo meneghino nel complesso dispone di 8,6 milioni di euro destinati alla riqualificazione di cinque edifici di proprietà privata e di un edifico pubblico, per un totale di 25mila metri quadrati di unità residenziali, che permetteranno un risparmio energetico tra il 50 e il 60% rispetto agli attuali consumi di riscaldamento e del 30% sui costi dell’elettricità.

 

I primi due edifici coinvolti a Milano si trovano in via Verro 78 b, abitato da 36 famiglie per il quale la spesa prevista è di 480mila euro, e via Tito Livio 7, in cui vivono 24 famiglie, per il quale si prevede una spesa di 276mila euro.

 

Uno degli edifici coinvolti a milano nel progetto di riqualificazione 'Sharing Cities'

 

Si tratta di palazzi dei primi anni 70 in cui saranno realizzati diversi interventi di riqualificazione, pensati coinvolgendo anche i residenti: dalla posa dei sistemi di isolamento a cappotto, all’isolamento dei controsoffitti, dal controllo e regolazione a distanza degli impianti, fino alla sperimentazione di un innovativo sistema fotovoltaico per l’autoproduzione di energia da fonte rinnovabile, che in parte sarà autoconsumata e in parte ceduta alla rete.
Un innovativo sistema di gestione dell’energia, in una logica IoT (Internet delle cose), con un sistema di trasmissione dati a basso consumo, raccoglierà i dati di comfort all’interno e all’esterno degli edifici, misurerà i consumi e la produzione di energia a livello di distretto per analizzare gli effetti dei diversi interventi di efficientamento e la loro interazione, oltre a studiare ulteriori possibili logiche di ottimizzazione energetica su scala cittadina.


L’assessore Tajani evidenzia che si tratta di una sperimentazione che permette all’amministrazione di intervenire anche sulla mobilità, l’illuminazione e l’efficientamento energetico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
22/09/2017

Osservatorio edifici NZEB in Italia

Promosso dall'Enea un portale dedicato al monitoraggio nel nostro paese della realizzazione degli edifici NZEB, obbligatori per legge dal 2021
  Considerando che il decreto legislativo 192/05 chiede che prima del 2021, tutti gli edifici nuovi o ...

21/09/2017

A Case di Luce l'oscar italiano dell'efficienza energetica

Il più grande edificio in Europa costruito in Natural Beton e Biomattone ha vinto il premio CasaClima Awards per le caratteristiche di ecosostenibilità, efficienza e comfort abitativo     Case di ...

20/09/2017

2 bandi in Puglia per l'efficienza energetica

La Puglia continua a investire nell'efficientamento energetico degli edifici pubblici e promuove 2 bandi per un totale di 220 milioni    Gli assessori regionali allo Sviluppo economico Michele Mazzarano e al Bilancio Raffaele Piemontese, in ...

20/09/2017

Il cambiamento climatico, killer silenzioso

Secondo uno Studio entro il 2100 in Europa potrebbero esserci circa 152.000 decessi dovuti al cambiamento climatico       Che il cambiamento climatico porti con sé eventi estremi, problemi ambientali e danni sempre più gravi ...

19/09/2017

Ecobonus hotel cumulabile con “super ammortamento”

La risoluzione dell'Agenzia delle Entrate 118/E sancisce la possibilità di cumulare le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione negli hotel con il super ammortamento       L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato ...

19/09/2017

Se l’edilizia è sostenibile si fa bene all’ambiente e la casa aumenta valore

E’ sempre più conveniente investire nell’edilizia sostenibile, a fronte di una spesa iniziale maggiore si avranno incrementi di valore dell’abitazione, canoni più alti e tempi di vendita ridotti     Scenari ...

18/09/2017

Presente e futuro delle FER secondo Anie Rinnovabili

Il Presidente di Anie Rinnovabili Alberto Pinori ha raccontato quali sono gli impegni principali che l'Associazione vuole portare avanti: bonus per sostituzione amianto con fotovoltaico, bandi regionali per l'accumulo, liquidazione volontaria per i 180mila ...

15/09/2017

Edifici NZEB ed edilizia sostenibile

Tutto pronto per la seconda edizione di ComoCasaClima powered by Klimahouse, a Lario Fiere dal 10 al 12 novembre, focalizzata sui costruzioni sostenibili, riqualificazioni efficienti ed edifici NZEB in Lombardia     Il settore ...