IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Concorso per la progettazione di un edificio scolastico NZEB a L'Aquila

Concorso per la progettazione di un edificio scolastico NZEB a L'Aquila

Il Comune dell’Aquila lancia un concorso internazionale per la progettazione di una scuola efficiente, inclusiva e ricca di spazi verdi 

 

Concorso per la progettazione di un edificio scolastico NZEB a L'Aquila

 

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea il 22 settembre 2017 il Concorso internazionale di progettazione promosso dal Comune dell’Aquila per la realizzazione del Polo Scolastico di Sassa, che sostiutirà i Moduli ad Uso Scolastico Provvisori (MUSP) realizzati dopo il sisma dell’aprile del 2009 e che sarà aperto alla cittadinanza, quale luogo di aggregazione.


Il concorso, aperto agli ingegneri e architetti iscritti nei rispettivi Ordini professionali o Registri professionali dei paesi di appartenenza, è strutturato in due gradi, il primo in forma anonima volto a selezionare le 5 migliori proposte, mentre il secondo, sempre in forma anonima, decreterà il progetto vincitore.


Per garantire l’anonimato la partecipazione è aperta esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma ‘concorrimi’ in collaborazione con l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano.

Il concorso prevede un costo massimo dell’intervento da realizzare di € 7.285.668,44 e un importo massimo per le opere di € 6.056.400,00. 

 

Valeria Bottelli, Presidente dell’Ordine Architetti Milano, spiega che il masterplan approvato nella primavera dell’anno scorso e frutto di un laboratorio partecipativo guidato dall’arch. Mario Cucinella, ha l’obiettivo di realizzare, coerentemente con le richieste dell’Amministrazione Comunale di L’Aquila, un polo scolastico che comprenda scuola dell’infanzia, primaria e secondaria e sia aperto alla città, prevedendo spazi flessibili di laboratorio, scolastici, ludici e di relax.

Il tutto realizzato con attenzione a sostenibilità ambientale, sicurezza ed efficienza energetica.


Considerando che il polo scolastico dovrà ospitare circa 120 bambini per la scuola d’infanzia, 250 per la scuola primaria e 150 per la scuola secondaria di I° livello, si prevede che la dimensione minima del lotto adibito alla realizzazione del nuovo polo scolastico, sarà  di complessivi 12.723 mq, mentre la superficie complessiva necessaria per la costruzione del nuovo plesso risulta pari a ca 4.360 mq.

La giuria valuterà le proposte progettuali rispetto a precisi parametri:

  • qualità architettonica e valenza sociale, considerando la qualità dei progetti e la capacitàdegli ambienti di rendere la scuola aperta e inclusiva anche alla cittadinanza
  • qualità degli spazi verdi che aiutino la relazione degli alunni con l’ambiente naturale e l’aggregazione sociale sia per gli alunni, che per la comunità
  • definizione e distribuzione degli spazi scolastici: flessibilità e multifunzionalità degli spazi
  • Soluzioni tecnologiche e risparmio energetico: utilizzo di materiali, tecnologie e impianti innovativi e sostenibili; raggiungimento dell’obiettivo di edificio a energia quasi zero (NZEB) ad alta prestazione energetica. A questo proposito si dovrà prevedere l'utilizzo di schermature mobili, per controllare l’irraggiamento solare; l'utilizzo di tecniche bioclimatiche e di sistemi di climatizzazione “passivi” in sostituzione dei tradizionali sistemi energivori; Utilizzo di materiali naturali a ridotto impatto ambientale, Riciclo delle acque meteoriche per gli usi dell’acqua non potabile; Areazione naturale e ventilazione meccanica controllata; Ottimizzazione dell’acustica all’interno dell’edificio.
  •  Sostenibilità tecnico-economica: minimizzazione dei costi di realizzazione rispetto all’efficacia e funzionalità delle soluzioni tecniche proposte; riduzione dei costi di gestione e manutenzione
  • Superamento dei criteri minimi ambientali (Decreto 11.01.2017): attraverso l’uso di soluzioni capaci di garantire prestazioni superiori per alcuni o tutti i criteri enunciati in paragrafi specifici del decreto in oggetto; allestimento dell’edificio con un sistema di monitoraggio dei consumi energetici

Il vincitore del concorso riceverà un premio di € 23.650,00 - da considerarsi come anticipazione sugli onorari dei successivi livelli di progettazione - (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).

Al concorrente risultato secondo classificato è riconosciuto un premio di € 11.800,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).

Al concorrente risultato terzo classificato è riconosciuto un premio di € 7.900,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).

Ciascuno dei successivi 2 concorrenti riceverà un rimborso spese di € 1.970,00 (al netto di IVA e ogni altro onere di legge).

 

Scadenze del concorso:

  • 07.11.2017 ore 12:00:00
    Termine per la ricezione delle richieste di chiarimento per il primo grado;
  • 10.11.2017 ore 12:00:00
    Termine per la pubblicazione delle risposte alle richieste di chiarimento pervenute entro il 07.11.2017 per il primo grado;
  • 14.11.2017 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado;
  • 24.11.2017 ore 12:00:00
    Prima seduta pubblica della Commissione giudicatrice, per la lettura dei codici alfanumerici attribuiti dal sistema telematico alle diverse proposte;
  • 23.01.2018 ore 12:00:00
    Comunicazione delle proposte progettuali ammesse al secondo grado del concorso;
  • 13.03.2018 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle richieste di chiarimento per il secondo grado;
  • 16.03.2018 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la pubblicazione delle risposte ai quesiti formulati per il secondo grado;
  • 27.03.2018 ore 12:00:00
    Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al secondo grado;

Scarica il Bando per la progettazione del polo scolastico di Sassa - L'Aquila

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
18/07/2018

L’arcipelago di Vega, patrimonio Unesco, ospita il suo primo centro per visitatori

La prossima primavera si inaugura il centro visite del sito Unesco dell’Arcipelago Vega. Una struttura sobria, elegante, realizzata con materiali robusti e naturali. Un manifesto della cultura popolare norvegese, incastonato in un paesaggio ...

13/07/2018

Vivere e lavorare in un edificio BIO in legno

Il titolare dell’Azienda Agricola Debiasi ha affidato a Vario Haus la realizzazione di un edificio totalmente sostenibile, che ospita l’abitazione, il laboratorio e il punto vendita     Stefano Debiasi, titolare dell’omonima ...

12/07/2018

Casa G a energia quasi 0 realizzata in bioarchitettura

Dalla riqualificazione di un rustico di fine 800 Tiziana Monterisi Architetto ha realizzato a Moneglia un’abitazione Nzeb utilizzando esclusivamente materiali naturali e spesso poco sfruttati in edilizia quali paglia di riso, argilla, cocciopesto e ...

09/07/2018

Il Politecnico di Torino firma un progetto sostenibile per le Olimpiadi della Cina

Il Politecnico di Torino realizza “Il Parco Dora di Shougang” una delle sedi che ospiteranno le olimpiadi invernali del 2022 in Cina, progetto sostenibile e a “zero consumo di suolo”.     Nasce dalla riqualificazione ...

29/06/2018

Un edificio in sinergia con la lussureggiante natura canadese

Il progetto dell'Audain Art Museum di Patkau Architects insignito del RIBA International Prize 2018, un edificio in vetro e legno immerso nella natura   a cura di Fabiana Valentini     Un edificio di design immerso nella natura e custode ...

27/06/2018

Occitanie Tower, la torre di 40 piani con la spirale verde

Nella zona est di Tolosa sorgerà il primo grattacielo della città. Con i suoi 150 metri di altezza, l’edificio avrà una forma a spirale interrotta solo da un giardino pensile continuo che contrasta con il colore silver delle ...

25/06/2018

A Vancouver il grattacielo di legno più alto al mondo

L’archistar Shigeru Ban firma Terrace House, ambizioso progetto eco-friendly a Vancouver: un grattacielo ibrido di 71 metri in legno, vetro e acciaio   a cura di Fabiana Valentini     Le città del futuro saranno sempre ...

11/06/2018

Ecolibera, un nuovo progetto immobiliare che fa risparmiare

Ecolibera è un concetto di casa come organismo autosufficiente, capace di sfruttare il sole per produrre energia domestica e per la mobilità elettrica, cibo e acqua calda necessari al supporto vitale di chi la abita. Ecolibera è la tappa ...