IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Costi-benefici delle rinnovabili termiche

Costi-benefici delle rinnovabili termiche

Dopo lo studio sulle rinnovabili elettriche (76 miliardi di euro di benefici per il Paese), l'OIR presenta i risultati della analisi costi-benefici sulle rinnovabili termiche.
Il settore del riscaldamento da fonti rinnovabili è una realtà poco conosciuta e considerata in Italia. L'Osservatorio OIR di Agici, presieduto dal prof. Andrea Gilardoni dell'Università Bocconi, ha realizzato lo studio "Costi/Benefici delle Rinnovabili al 2030 calcolati alla luce delle esperienze dell'ultimo quadriennio 2008-2011" per gettar luce su questo importante comparto e comprendere quali impatti per il Paese potrà generare il perseguimento degli obiettivi europei al 2020.

Dallo studio emerge che lo sviluppo delle rinnovabili termiche al 2030 genererà benefici per 90 miliardi di €.
Il documento di sintesi presenta 5 punti chiave:
1) Nonostante il mutevole contesto normativo, le rinnovabili termiche sono molto cresciute nell'ultimo quadriennio, generando benefici stimabili in 49 mld € per il Paese in termini di occupazione, indipendenza energetica e impatto ambientale;
2) Gli obiettivi al 2020 per le FER termiche sono molto sfidanti ma genereranno ulteriori benefici pari a 41 mld €;
3) Per uno sviluppo ancor più efficace e capillare occorre stabilizzare il regime degli incentivi e tenere conto delle peculiarità delle diverse tecnologie;
4) Le FER termiche sono ancora poco conosciute dalle famiglie: è necessaria una estesa campagna di comunicazione e il supporto del sistema finanziario per rendere meno gravoso l'investimento iniziale;
5) L'industria italiana delle FER termiche è solida e per crescere ulteriormente deve puntare ai grandi mercati emergenti dove sono necessari sistemi di riscaldamento puliti e efficienti.
 
A fronte di incentivi stimabili in 20 miliardi di € al 2020, le rinnovabili termiche genereranno impatti positivi netti per 90 miliardi €. I principali sono:
1) Sicurezza e indipendenza energetica. Le rinnovabili consentono di evitare il consumo di 9 miliardi di metri cubi di gas, ovvero l'equivalente di quanto l'Italia importa dalla Libia. L'impatto complessivo sulle bollette delle famiglie italiane è pari a 79 miliardi di €.
2) Ricadute sulle filiera industriale e sull'occupazione. Le sviluppo delle FER termiche è in grado di generare oltre 130.000 nuovi occupati rispetto al 2011. Tale valore potrà ulteriormente crescere se le aziende italiane saranno capaci di crescere nei mercati internazionali.
3) Impatto ambientale. Lo sviluppo delle rinnovabili nel riscaldamento ha un impatto importante in termini di mancate emissioni inquinati: si potrà evitare l'immissione di 17 mln ton di CO2 l'anno. Ciò è particolarmente rilevante per le grandi aree urbane dove il problema dello sforamento dei limiti di emissioni imposte dalla UE è più che mai attuale. Lo sviluppo delle FER è in grado di evitare i sempre più frequenti blocchi del traffico imposti dai Comuni perché non in grado di rispettare detti limiti.
"Rinnovabili non significa solo elettricità - afferma il prof. Gilardoni, Presidente dell'Osservatorio OIR - altrettanto importanti sono le rinnovabili termiche che avranno un ruolo centrale nel raggiungimento degli obiettivi europei.
Inoltre - continua Gilardoni - gli incentivi per promuovere le FER termiche sono molto minori rispetto all'elettrico, anzi varie tecnologie sono già competitive. Serve piuttosto una capillare campagna di comunicazione presso le famiglie e la costruzione di strumenti finanziari per aiutarle nel caso decidano di passare a tecnologie più pulite. E' necessario studiare anche misure ad hoc, come ad esempio, sconti sul prezzo dell'elettricità per chi utilizza pompe di calore per il riscaldamento. Per massimizzare le ricadute sul sistema paese è necessario altresì che la filiera italiana continui lo sviluppo all'estero, già avviato con successo anni fa. Il focus deve essere sui grandi mercati emergenti: solo a titolo di esempio in Cina sono stati installati 25 milioni di metri quadri di solare termico, l'80% del nuovo installato nel mondo".
 

Costi/Benefici delle Rinnovabili al 2030 calcolati alla luce delle esperienze dell'ultimo quadriennio 2008-2011

TEMA TECNICO:

Solare termico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
25/07/2017

Eindhoven raccoglie la sfida della sostenibilit con Nieuw Bergen

Il progetto di tetti verdi e giardini tascabili di MRVD e SDK      Eindhoven non perde un colpo in fatto di sostenibilità. Nieuw Bergen è il nome del progetto ipermoderno che ridisegna un'area di 29.000 metri ...

18/07/2017

Nuovo skyline per Lodi con Torre Zucchetti

L'ormai ex Pirellino rinasce più eco-friendly che mai     In occasione della tanto attesa inaugurazione, si torna a parlare di Torre Zucchetti, la nuova futuristica impresa di Marco Visconti. Realizzato con la collaborazione di MAP ...

16/06/2017

Un vecchio edificio in classe G diventa NZEB

Tra i progetti vincitori del concorso Viessmann 2016 la ristrutturazione efficiente di un edificio del 1929, trasformato in un immobile passivo, a energia quasi zero     Il Concorso di idee Viessmann del 2016 “Innovazioni tecnologiche e ...

07/11/2016

Un anno difficile per il solare termico nel 2015

Il settore ha il potenziale per poter fare di più nel raggiungimento degli obiettivi per il clima del 2020, ma 2015 ancora in contrazione      Secondo l'ultimo rapporto pubblicato da Estif, associazione europea degli impianti solari ...

30/06/2016

Aggiornato il contatore rinnovabili non fotovoltaiche

A maggio 2016 in calo di 51 milioni di euro rispetto al mese precedente il Contatore del “costo indicativo cumulato annuo degli incentivi” riconosciuti agli impianti a fonti rinnovabili diversi da quelli fotovoltaici.  

30/06/2016

E' on line il portale per richiedere gli incentivi rinnovabili non fotovoltaiche

Dal GSE chiarimenti sulle procedure applicative del decreto DM 23 giugno 2016 e sulla pubblicazione bandi per la partecipazione ai registri     E' da oggi in vigore il Decreto DM 23 giugno 2016 che incentiva la produzione di ...

29/06/2016

Consumi di energia da rinnovabili nelle Regioni

Il GSE ha pubblicato sul proprio sito i dati statistici sui consumi finali da FER divisi per Regione, ripartiti per fonte e con monitoraggio degli obiettivi burden sharing       Il GSE, nell’ambito dell’attività di ...

25/05/2016

Qualche chiarimento sul Nuovo Conto Termico a pochi giorni dall'entrata in vigore

  Il 31 maggio entrerà in vigore il Nuovo Conto termico, pubblicato in GU lo scorso 2 marzo, che disciplina l'incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di ...