IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Inaugurato un edificio nZEB all'Università di Sannio

Inaugurato un edificio nZEB all'Università di Sannio

Un progetto voluto per testare le innovative metodologie progettuali, costruttive e impiantistiche, che garantiscano che l'edificio produca più energia di quanta ne consumi.

 Inaugurato un edificio a energia quasi 0 all'Università di Sannio

 

E' stata inaugurata nei giorni scorsi a Benevento, in un’area di proprietà dall’Università degli Studi di Sannio, una casa sperimentale di 71 mq. ad energia quasi zero in clima mediterraneo. L'edificio è dotato di innovative tecnologie e soluzioni impiantistiche ad alta efficienza energetica che garantiscono la diminuzione dei consumi energetici e l’ottimizzazione del sistema involucro-impianti. E' previsto l'utilizzo di energie rinnovabili per il riscaldamento e il raffrescamento e di tecnologie domotiche all'avanguardia per il monitoraggio delle prestazioni energetiche e ambientali.

 

L'edificio nZEB è stato realizzato, come intervento dimostrativo in scala reale del progetto di ricerca Smart Case, dal Distretto tecnologico STRESS, con il  coordinamento scientifico del prof. Giuseppe Peter Vanoli del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi del Sannio e in collaborazione con la Regione Campania. 

L'edificio verrà utilizzato nei prossimi anni come un “living lab” dove saranno realizzate attività sperimentali e di ricerca e testate le tecnologie più innovative nell'ambito dell'edilizia sostenibile e dell'efficienza energetica.

Caratteristiche costruttive e impiantistiche

Come dicevamo sono state fatte scelte a livello costruttivo e impiantistico che garantiscono che l'edificio sia nZEB: tecnologia a pannelli X-Lam con isolamento in fibra di legno, l'impianto di climatizzazione è costituito da un’unità in pompa di calore che soddisfa le necessità di riscaldamento, raffreddamento, produzione di acqua calda sanitaria, ventilazione meccanica con recupero termodinamico e filtrazione elettronica. Un campo geotermico con sonde orizzontali a circa 2 metri di profondità assicura il pretrattamento dell’aria di immissione, monitoraggio delle prestazioni grazie ai sistemi di domotica intelligente. Il cuore di questo sistema è un hub connesso ad internet, controllabile da remoto via web o attraverso smartphone con cui si possono gestire gli impianti e i sensori a seconda delle esigenze. Il tutto con particolare attenzione all'Internet of things, in modo che gli oggetti riescano ad interagire con l’ambiente circostante comunicando dati su se stessi ed accedendo ad informazioni aggregate da parte di altri.

Nel comunicato dell'Università leggiamo che la progettazione ha tenuto in grande considerazione il funzionamento passivo dell'edificio, a garanzia delle migliori condizioni di comfort termico e igrometrico degli occupanti anche in assenza di impianti di condizionamento attivi.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
12/02/2018

Un laboratorio riqualificato NZEB

TeicosLab è il primo edificio di Milano a uso laboratorio riqualificato come Nzeb e classificato in categoria A4+  

E’ stato inaugurato nei giorni scorsi a Milano TeicosLab, la nuova sede operativa di Teicos Group, ...

08/02/2018

Un hotel galleggiante ed ecofriendly sta per sorgere in Svezia

Ispirato all’epoca in cui il legno degli alberi veniva trasportato sui fiumi, l’hotel galleggiate “Artic Bath” promette paesaggi mozzafiato e impatto quasi zero sull’ambiente.     In Svezia, sul fiume Lule, sta per ...

07/02/2018

Gli edifici NZEB, caratteristiche e prestazioni

Venerdì 9 febbraio parte il TOUR sugli edifici NZEB, che necessitano di poca energia e vantano alte prestazioni, promosso e partecipato da SOLARTEG in collaborazione con l'ente organizzatore AssForm     Solarteg, in ...

06/02/2018

RiceHouse: il riso come risorsa edilizia del futuro

L’innovativa idea di Tiziana Monterisi ha vinto il premio speciale dell’Agenzia CasaClima nell’edizione 2018 di Klimahouse Startup Award, competizione incentrata sull’innovazione green e i giovani imprenditori del ...

31/01/2018

Un futuristico grattacielo in grado di ridurre lo smog

Il grattacielo green Tao Zhu Yin Yuan in Taiwan progettato dall’eco-architetto Vincent Callebaut pensato per diminuire le emissioni di CO2     Le metropoli asiatiche si sviluppano e crescono a vista d’occhio, proiettate sempre di ...

25/01/2018

Un eco resort che unisce design e ecologia

Naman Retreat Hay Hay è il resort eco-friendly di Vo trong Nghia Architects in corso di realizzazione nel cuore del Vietnam     Il Vietnam offre alcune delle spiagge più belle al mondo: qui sorge il resort lussureggiante che ...

23/01/2018

Cosa significa vivere in una PASSIVHAUS

Dal 2000 ad oggi l’Italia ha visto crescere il numero di edifici realizzati secondo lo standard Passivhaus. Il “Polo Scolastico di Collecchio” come studio applicativo     La panoramica di edifici realizzati secondo lo ...

16/01/2018

L'architettura verde del Bosco Verticale ora è anche social housing

Sarà realizzata nei Paesi Bassi a Eindhoven la Trudo Vertical Forest, il primo Bosco Verticale in edilizia sociale, firmato da Stefano Boeri Architetti per Trudo.   @bigpicturevisual   L'architettura puà essere bella, ...