IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il ruolo delle Smart windows nelle costruzioni sostenibili

Il ruolo delle Smart windows nelle costruzioni sostenibili

Al via il ciclo di incontri Progettare, costruire ed abitare sostenibile

Il Dhitech partecipa all’evento in programma domani a Roma presso l’ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e Ricerca Ambientale, dedicato ai materiali da costruzione sostenibili e che rientra nei martedì dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale, organizzati dall’Energy Manager di Istituto. Si tratta di un ciclo di incontri, realizzati in collaborazione con Archit ROMA e RUBNER Haus, aperti al pubblico, che prevedono il rilascio di crediti formativi per i professionisti del settore. Lo scopo è quello di fornire ai ricercatori ed ai tecnologi l’occasione di incontro con specialisti del settore, Università, Enti di Ricerca ed appunto Distretti Tecnologici.
L'appuntamento di domani è dedicato ai materiali da costruzione sostenibili, in particolare si parlerà di legno-acciaio-vetro, che offrono sistemi e soluzioni innovative, con ridotti impatti ambientali, per realizzare edifici in linea con i princìpi della sostenibilità energetico-ambientale. Verranno presentati esempi concreti per l’architettura e i temi trattati spazieranno dall’applicabilità alla progettazione, dalla sicurezza ai processi di riciclaggio.
In particolare  Francesco Matteucci, uno dei responsabili del Nanotechology Living Lab, approfondirà nel suo intervento le smart windows fotovoltacromiche: “Partendo da alcuni concetti base di innovazione tecnologica, focalizzerò il mio intervento sulle nanotecnologie, illustrando il modo in cui queste possono e potranno essere applicate al settore dell'edilizia sostenibile, con particolare riferimento al settore delle smart windows. Nel corso della presentazione verranno mostrati alcuni prodotti, prototipi e linee di ricerca. Lo sviluppo degli ecosistemi dell'innovazione tecnologica si configura, oggi più che mai, come il risultato di un processo partecipato sia dal tessuto industriale-imprenditoriale, che da quello politico, finanziario e sociale.”

Il Distretto Tecnologico High Tech è una società consortile costituita, per la parte pubblica, dalle Università del Salento, il Politecnico e l’Università di Bari, il Consiglio nazionale delle ricerche, l’Istituto Italiano di Tecnologia e la Provincia di Lecce. Nella parte privata, invece, rientrano una serie di imprese locali, nazionali ed internazionali, tra cui Alenia Aermacchi, Ge Avio, StMicroelectronics, Ospedale San Raffaele ed altre. Il Presidente è il professor Lorenzo Vasanelli.

Il Distretto è stato costituito nel 2005 per promuovere e sostenere le politiche di innovazione della Regione Puglia e del Ministero dell’Università e della Ricerca nei settori scientifici delle nanotecnologie e dei materiali avanzati, nonché delle Tecnologie dell’Informazione e comunicazione. Loscopo del Distretto è facilitare ed orchestrare lo sviluppo di un Ecosistema di Imprenditorialità Innovativa High-Tech.

 

Progettare, costruire ed abitare sostenibile

Martedì 24 febbraio, dalle 9,30 alle 18, ISPRA -Sala conferenze Via V. Brancati 48 e 60, Roma

Dispositivo fotovoltacromico con layer fotovoltaico basato su perovskiti ad elevata trasparenza

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia