IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Nasce il Coordinamento delle Associazioni delle rinnovabili termiche e dell’efficienza energetica (C.A.R.T.E.)

Nasce il Coordinamento delle Associazioni delle rinnovabili termiche e dell’efficienza energetica (C.A.R.T.E.)

Airu, Anest, Assolterm, Assotermica, Coaer, Consorzio GeoHP, Fiper, Itabia, Italcogen, Ugi, Associazione regionale consorzi forestali lombardi, Lombardy Energy Cluster, Amici della Terra, hanno costituito il Coordinamento delle Associazioni delle Rinnovabili Termiche e l'Efficienza energetica (C.A.R.T.E.), con l'obiettivo di promuovere iniziative finalizzate ad ottenere la necessaria attenzione al ruolo delle rinnovabili termiche nelle politiche italiane di promozione delle fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica. Il coordinamento inoltre si prefigge di sostenere l'attivazione dei diversi strumenti utilizzabili nell'intervento pubblico per le rinnovabili termiche: incentivazione, regolazione, informazione e sviluppo del monitoraggio statistico di un settore dei consumi di energia poco conosciuto.

"Il varo degli schemi di decreti ministeriali in attuazione del Decreto legislativo 28/2011 - si legge nel comunicato - conferma, nonostante alcuni lodevoli propositi espressi, che la politica del governo di attuazione della direttiva 2009/28/CE continua a relegare nella marginalità il ruolo delle fonti rinnovabili termiche (solare termico, biomasse, geotermia, pompe di calore, biometano). Ancora una volta vengono compiute scelte che allocano nuove importanti risorse a carico delle tariffe senza un'analisi costi/benefici contestuale rispetto alle scelte di incentivazione per le Fer termiche e l'efficienza energetica come correttamente previsto dalla direttiva 2009/28/CE".

Tale problematica è stata recentemente evidenziata anche a livello di UE dal comunicato congiunto:"Energy roadmap 2050: né caldo né freddo?, con il quale le principali associazioni europee delle filiere economiche connesse all'utilizzo delle rinnovabili termiche hanno richiamato l'attenzione su una realtà che è stata definita il gigante dormiente delle rinnovabili, le cui potenzialità continuano ad essere ignorate.

"In questi anni - continua il comunicato - l'Italia è riuscita a produrre energia elettrica da fonti rinnovabili con tassi di crescita estremamente interessanti. L'emergenza gas dello scorso febbraio mostra che la stessa attenzione e programmazione va posta allo sviluppo delle Fer termiche e agli interventi di efficienza energetica per: sviluppare e consolidare la produzione di calore e raffreddamento da fonti rinnovabili; far fronte ai cambiamenti climatici in atto; ridurre la dipendenza nell'approvvigionamento di combustibili esteri.
Incentivare la crescita e le aziende competitive del made in Italy, come recentemente affermato dal Ministro Passera al Salone del Mobile, si traduce nel rilanciare il settore della green economy e, in particolare, delle energie rinnovabili. Si ribadisce, a tal fine, l'urgenza di recuperare il ritardo nella definizione di una politica chiara e condivisa per la produzione di calore e raffreddamento da fonti rinnovabili che valorizzi la specificità di queste tecnologie, che hanno differenziali di costo inferiori rispetto ad altre soluzioni, richiedono misure di incentivazione ridotte per il sistema paese, ma soprattutto necessitano di un miglior accesso al credito.

Con le rinnovabili termiche e l'efficienza  si può andare oltre l'obiettivo minimo obbligatorio del 17%, riducendo i costi dell'incentivazione e aumentando la ricaduta sull'economia italiana. Per fare questo è necessario rielaborare il PAN portando l'obiettivo 2020 al 20% con un approccio globale e non con fughe in avanti, come l'incomprensibile annuncio dell'innalzamento del obiettivo del solo settore elettrico.

Per i regimi di incentivazione per le Fer termiche si ritiene indispensabile la definizione di una quadro di misure stabili con orizzonte 2020 a partire da i nuovi contributi per i piccoli interventi, la riforma dei TEE, dall'istituzione del fondo di garanzia per gli investimenti nelle reti di Teleriscaldamento, dalla stabilizzazione dei regimi di agevolazione fiscale e il coordinamento con i sistemi di incentivazione regionale.

Una buona regolazione può accelerare anche senza costi la penetrazione delle Fer termiche semplificando i regimi autorizzativi, (DM posa sonde geotermiche), rafforzando gli obblighi per gli edifici, e definendo  standard tecnici equilibrati.
La diffusione delle FER termiche può avere, inoltre un grande sviluppo anche tramite politiche di informazione rivolta alle imprese e alle famiglie".

Per presentare le proprie proposte il Coordinamento delle Associazioni delle Rinnovabili Termiche e l'Efficienza energetica (C.A.R.T.E.) ha chiesto al Presidente Monti e ai Ministri competenti (Sviluppo economico, Ambiente e Politiche agricole) un incontro e l'apertura di un tavolo di lavoro per la definizione dei Decreti Ministeriali attuativi del D.lgs. n. 28/2011 per le rinnovabili termiche e l'efficienza energetica.

TEMA TECNICO:

Solare termico

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento
29/06/2016

Consumi di energia da rinnovabili nelle Regioni

Il GSE ha pubblicato sul proprio sito i dati statistici sui consumi finali da FER divisi per Regione, ripartiti per fonte e con monitoraggio degli obiettivi burden sharing       Il GSE, nell’ambito dell’attività di ...

25/05/2016

Qualche chiarimento sul Nuovo Conto Termico a pochi giorni dall'entrata in vigore

  Il 31 maggio entrerà in vigore il Nuovo Conto termico, pubblicato in GU lo scorso 2 marzo, che disciplina l'incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza energetica e per la produzione di ...

11/05/2016

850mila impianti rinnovabili nei comuni italiani. Primato nella produzione di energia FV

  Investimenti, innovazioni tecnologiche e politiche internazionali per la lotta ai cambiamenti climatici, a partire dall'Accordo sul Clima di Parigi, stanno cambiando lo scenario energetico internazionale e le fonti rinnovabili hanno un ruolo ...

31/03/2016

Inaugurato impianto ibrido a tre rinnovabili negli USA

  La centrale di Stillwater realizzata da Enel Green Power a Fallon, nel Nevada, inaugurata alla presenza del premier Matteo Renzi, per la prima volta combina tecnologie basate sul geotermico a ciclo binario a media entalpia, il solare termodinamico e ...

17/03/2016

Impianto solare termico nel carcere di Castrovillari

Negli ultimi anni l’Autorità di Gestione del POI Energia e il Ministero dello Sviluppo Economico, in collaborazione con il ministero di Giustizia - Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, hanno attuato delle misure di ...

03/03/2016

Conto Termico 2016 in Gazzetta: incentivi e novità

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.51 del 02 Marzo 2016, il nuovo Conto Termico 2.0 tramite il decreto del 16 Febbraio 2016. Il decreto, che disciplina l'incentivazione di interventi di piccole dimensioni per l'incremento dell'efficienza ...

24/02/2016

Tutte le novità del nuovo conto termico

Manca solo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale perché diventi effettivo il nuovo conto termico, dopo la firma del decreto da parte dei Ministri dello sviluppo economico, Federica Guidi, dell’ambiente, Gian Luca Galletti e delle ...

27/01/2016

Soddisfazione Associazioni per il nuovo conto termico

Anima, Assoclima e Assotermica in un comunicato congiunto esprimono soddisfazione per il nuovo Conto Termico approvato lo scorso 20 gennaio dalla Conferenza Stato-Regioni che, grazie alla semplificazione del meccanismo di incentivi per la produzione di ...