IL PORTALE PER L'ARCHITETTURA SOSTENIBILE, IL RISPARMIO ENERGETICO, LE FONTI RINNOVABILI IN EDILIZIA
Percorso di navigazione Infobuild energia > Notizie > Il Senato dice sì al Milleproroghe. La beffa per le rinnovabili

Il Senato dice sì al Milleproroghe. La beffa per le rinnovabili

Confermate dal Senato le norme che attaccano le rinnovabili e aiutano le fossili

E’ stato approvato il 25 febbraio 2016 in via definitiva in Senato il decreto Milleproroghe, con 155 voti favorevoli e 122 contrari, senza che il testo sia stato modificato dall’ultima versione che aveva avuto l’ok della Camera.


Per quanto riguarda risparmio energetico ed energie rinnovabili, vi ricordiamo le principali novità: 

  • E’ stata confermata la controversa norma che prevede che gli utenti non domestici debbano pagare in bolletta gli oneri di sistema distribuiti tra componenti fisse e variabili, non si sa in che misura, mentre fino ad ora si facevano prevalere le componenti variabili in base all’energia elettrica prelevata. Le associazioni di categoria nei giorni scorsi hanno criticato molto duramente la norma, considerandola punitiva nei confronti delle aziende che investono in autoconsumo ed efficienza energetica, e a sostegno invece della produzione centralizzata da fonte fossile.  
    Ricordiamo che anche per gli utenti domestici l’Autorità per l’Energia, il Gas e per il Servizio Idrico (AEEGSI) ha approvato la Delibera 582/2015 con la riforma del sistema tariffario, che ostacola i comportamenti virtuosi e la scelta di utilizzare le energie rinnovabili. 
    Agostino Re Rebaudengo, Presidente di assoRinnovabili ha commentato che in questo modo non ci sarà più alcuna differenza tra prelevare tanta o poca energia dalla rete visto che i costi non saranno più proporzionati ai consumi.
  • Slitta dal 31 dicembre 2013 a fine 2016 l'obbligo per le Regioni di attivare corsi di formazione di 80 ore per gli installatori di impianti di energie rinnovabili.
  • Gli impianti alimentati da fonti rinnovabili realizzati nei fabbricati che si trovano nelle zone colpite dal terremoto del maggio 2012 distrutti o inagibili, potranno accedere agli incentivi previsti dal IV Conto energia, purché entrino in esercizio entro il 30 settembre 2016.

Approfondisci su infobuild.it le novità del decreto Milleproroghe per edilizia e professionisti

 

Leggi il testo coordinato del Decreto Legge Milleproroghe

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia