Advertisement

11 milioni di persone occupate nelle energie rinnovabili

Pubblicato un nuovo Report di Irena: in crescita gli occupati nelle energie rinnovabili (lo scorso anno erano 10,3 milioni). Un maggior numero di paesi ha sfruttato i vantaggi socioeconomici della transizione energetica. Il fotovoltaico occupa un terzo della forza lavoro. In Cina il 39% di tutti i lavoratori green 

Irena: 11 milioni di persone occupate nelle energie rinnovabili

Secondo il Rapporto “Renewable Energy and Jobs Annual Review di Irena, Agenzia internazionale per le energie rinnovabili, nel 2018 nel mondo sono state impiegate undici milioni di persone nel settore delle energie rinnovabili, in crescita rispetto ai 10,3 milioni del 2017, nonostante un aumento più lento nei mercati chiave delle energie rinnovabili, compresa la Cina, che comunque continua ad impiegare il 39% dei lavoratori green.

Dal Rapporto emerge che sta cambiando lo scenario geografico del settore delle energie pulite con una diversificazione della filiera: se fino a poco tempo fa le industrie delle energie rinnovabili erano concentrate in pochi mercati importanti, come la Cina, gli Stati Uniti e l’Unione Europea, oggi i paesi dell’Asia orientale e sudorientale stanno emergendo come esportatori di pannelli solari fotovoltaici. Paesi come la Malesia, la Tailandia e il Vietnam sono stati responsabili di una maggiore percentuale di crescita dell’occupazione nel settore delle rinnovabili nel 2018, il che ha permesso all’Asia di mantenere una quota del 60% di posti di lavoro nelle energie green in tutto il mondo.

Francesco La Camera, Direttore Generale di IRENA ha sottolineato: “Al di là degli obiettivi climatici, i governi stanno dando priorità alle energie rinnovabili come motore della crescita economica a basse emissioni di carbonio, considerando anche le numerose opportunità di lavoro presenti in tutti i principali settori dello sviluppo sostenibile – ambientale, economico e sociale”.

Il solare fotovoltaico e l’eolico rimangono le industrie più dinamiche

Il fotovoltaico con un terzo del totale della forza lavoro nel settore delle energie rinnovabili, mantiene il primo posto nel 2018, davanti ai biocarburanti liquidi (2,1 milioni di posti di lavoro), all’energia idroelettrica ed eolica.

Nel 2018, l’occupazione nel fotovoltaico è cresciuta in India, Asia sudorientale e Brasile, mentre Cina, Stati Uniti, Giappone e Unione Europea hanno perso posti di lavoro. Dal punto di vista geografico, l’Asia ospita oltre tre milioni di posti di lavoro nel fotovoltaico, quasi nove decimi del totale globale. 

Nel settore del vento, l’eolico onshore è responsabile della maggior parte degli 1,2 milioni di posti di lavoro del settore. La Cina da sola rappresenta il 44% dell’occupazione eolica mondiale, seguita da Germania e Stati Uniti. Le energie rinnovabili off-grid – insieme all’espansione dell’accesso all’elettricità – hanno contribuito alla creazione di posti di lavoro in Africa e in Asia.

L’energia idroelettrica ha la maggiore capacità installata di tutte le energie rinnovabili, ma ora la crescita è rallentata. Il settore impiega direttamente 2,1 milioni di persone, tre quarti delle quali si occupano di gestione e manutenzione.

Gli impiegati nelle energie rinnovabili nel 2018 per settore

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Eolico, Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento