55%, detrazione possibile fino a tutto dicembre

Ultima chiamata per il 55%: la detrazione sugli interventi per il risparmio energetico scade il prossimo 31 dicembre. La proroga del bonus dovrebbe arrivare con il decreto sulla crescita, ma – in attesa di vedere gli eventuali correttivi – le prossime sono le ultime settimane per conquistare lo sconto fiscale nella sua versione attuale. Dagli infissi alla caldaie, dalla coibentazione ai pannelli solari per l'acqua calda.
Per i privati (persone fisiche) vale il principio di cassa, quindi farà fede la data del bonifico, ma non serve che i lavori finiscano entro la fine dell'anno: i ritardatari potranno comunque beneficiare della detrazione per gli acconti pagati quest'anno, a patto di inviare la Comunicazione alle Entrate entro il 2 aprile dell'anno prossimo.
Proprio alla detrazione del 55% – e alle novità dettate dalle tre manovre d'estate anche per gli altri bonus fiscali – è abbinata la Guida in regalo con Il Sole 24 Ore in edicola lunedì 10 ottobre. Un inserto speciale che spiega come organizzarsi in vista della scadenza di fine anno e fa il punto sulla burocrazia dei bonus riservati a chi investe nella ristrutturazione o nella riqualificazione energetica della propria abitazione: l'eliminazione della Comunicazione di inizio lavori a Pescara per il 36%, la cancellazione dell'obbligo di indicare la fattura in manodopera (previsto anche per il 55%), l'abbassamento dal 10% al 4% della ritenuta sui bonifici, la possibilità di negoziare il trasferimento del bonus al momento della compravendita e i riflessi in edilizia dell'Iva al 21 per cento.
 
Fonte www.ance.it

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Le ultime notizie sull’argomento