A Bologna il più grande impianto fotovoltaico d’Europa in market parity

Il CAAB inaugurerà il prossimo autunno un nuovo impianto fotovoltaico integrato da un impianto di accumulo energetico di taglia industriale da 50 kW

A Bologna il più grande impianto fotovoltaico d'Europa in market parity

Continuano gli investimenti in sostenibilità del CAAB, Centro Agroalimentare di Bologna- che dopo aver installato l’impianto fotovoltaico su tetto più grande d’Europa, che si sviluppa su più di 100.000 mq per 15 milioni di Kwh e alimenta Fico Eataly World, inaugurerà il prossimo autunno l’impianto fotovoltaico della nuova area mercatale che ospita mercato ortofrutticolo di Bologna.

Si tratta di un progetto ambizioso a livello europeo, promosso dal CAAB e sviluppato da REA – Reliable Energy Advisors (società specializzata nel settore delle rinnovabili e delle utilities), che prevede la realizzazione di un nuovo impianto fotovoltaico di potenza 449,82 kW che in aggiunta sarà integrato da un impianto di accumulo energetico di taglia industriale da 50 kW, per l’utilizzo dell’energia richiesta dalle utenze del Centro Agroalimentare e non utilizzata istantaneamente.

Il nuovo impianto soddisferà parte dei consumi elettrici del CAAB, che sono prevalentemente notturni, alimentando inoltre 3 colonnine per la ricarica di veicoli elettrici.

Ciò che rende questo progetto particolarmente innovativo è che sarà il più grande impianto realizzato in Italia dotato di sistema di accumulo di taglia industriale in regime di market parity, cioè economicamente sostenibile anche in assenza di incentivi.

Lo scorso dicembre il Fondo Energia della Regione Emilia-Romagna si è aggiudicato il finanziamento di 437.000 € a tasso agevolato volto alla promozione di interventi di riduzione dei consumi. CAAB per la realizzazione dell’impianto ha aperto lo scorso 26 marzo un Bando di gara, con procedura su invito. L’appalto, è stato sviluppato in conformità al Nuovo Codice degli Appalti (D.Lgs 50/2016) e prevede un importo complessivo a base di gara di circa 500.000 €.

I 7 operatori inviatati a partecipare avranno tempo fino al 27 aprile p.v. per presentare le proprie offerte.

Il CAAB si è avvalso di REA come partner, che ha seguito tutte le fasi dell’operazione, sia come advisor tecnico-finanziario, sia per lo sviluppo autorizzativo, l’assistenza per la predisposizione del capitolato di gara e progettazione dell’impianto stesso.

L’impegno del CAAB è verso l’utilizzo esclusivo di tecnologie green, conferma il Direttore Generale Alessandro Bonfiglioli, “dal primo gennaio i veicoli totalmente elettrici per trasporto merci accedono gratuitamente alle piattaforme CAAB, mentre i mezzi ibridi pagano il 50% del canone. Rispetto ai dettaglianti il risparmio previsto è di circa 600 € su base annua”.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento