A Londra il più grande impianto fotovoltaico galleggiante

Realizzato all’interno del Queen Elizabeth II con l’obiettivo di auto-generare un terzo dell’energia di Londra entro il 2020

Sono quasi terminati i lavori per la realizzazione dell’impianto solare galleggiante più grande d’Europa, con 23 mila pannelli solari per 6,3 megawatt di potenza, installati all’interno del bacino idrico Queen Elizabeth II, gestito dall’utility Thames River.

Il bacino costruito all’inizio degli anni ’60 nei dintorni di Walton-on-Thames, comprende più di 19 mila metri cubi d’acqua che servono quasi 10 milioni di abitanti a Londra e nel Sud est dell’Inghilterra.

Il mega impianto realizzato a pelo d’acqua coprirà circa un decimo del serbatoio, l’equivalente di otto campi da calcio a Wembley.

Si prevede che nel primo anno a regime verranno prodotti circa 5,8 milioni di chilowattora l’anno, pari al consumo annuale di circa 1.800 abitazioni.

L’utility Thames River in un comunicato sottolinea che oltre ad aver fissato un obiettivo di generare il 33% della propria energia da fonti rinnovabili entro il 2020, sta cercando di diventare sempre più efficiente per ridurre la propria dipendenza dalla rete. Nel 2014/2015 ha generato un totale di 12,5% del proprio fabbisogno di energia elettrica da fonti rinnovabili, con un aumento del 4% rispetto all’anno precedente. Nel 2015, la Thames Water si è impegnata a sostenere gli obiettivi dell’accordo di Parigi per limitare l’aumento della temperatura globale a meno di 2 gradi e questo progetto contribuirà al raggiungimento di questo obiettivo.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare fotovoltaico

Le ultime notizie sull’argomento