A luglio rinnovabili al 37%

I dati pubblicati da Terna relativi a Luglio 2016 parlano di un calo della domanda di energia in termini assoluti e, per quanto riguarda le rinnovabili, di fotovoltaico. Crescono eolico e geotermico.

Il Rapporto mensile pubblicato da Terna relativo a Luglio 2016, evidenzia che la domanda la domanda di energia elettrica è stata di 29 TWh, con una diminuzione del 9,6% rispetto allo stesso mese 2015, legata principalmente alle temperature particolarmente alte registrate a luglio 2015 e al calendario: ci sono infatti stati due giorni lavorativi in meno.

A luglio 2016 la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l’86,4% con produzione nazionale e il 13,6% dal saldo dell’energia scambiata con l’estero. Sono aumentate rispettivamente l’energia esportata all’estero (+70,8%), la produzione eolica (+23,4%), geotermica (+3,8%) e la produzione idroelettrica (+1,9%). In calo la produzione fotovoltaica (-11,4%) e termica (-15,1%).

Nel complesso rispetto a luglio 2015 le rinnovabili crescono e coprono il 37%, in aumento rispetto a luglio 2015 quando erano a 34%.

Il ruolo delle rinnovabili nei primi 7 mesi del 2016

Da gennaio a luglio 2016 il valore cumulato della produzione netta (154.835 GWh) è in calo del -3,4% rispetto ai primi 6 mesi del 2015. Complessivamente il valore della richiesta di energia elettrica con 179.982 GWh fa segnare nel periodo una diminuzione del -3,3% rispetto al 2015.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Sostenibilità e Ambiente

Le ultime notizie sull’argomento