Advertisement

auroSAT di Vaillant: energia solare nelle unità plurifamiliari

Produzione collettori solari

Il nuovo sistema auroSAT di Vaillant permette di integrare perfettamente un impianto solare termico centralizzato con un tradizionale impianto di riscaldamento combinato autonomo, garantendo una costante disponibilità di acqua calda sanitaria anche in unità
plurifamiliari con un significativo risparmio energetico.
La soluzione auroSAT garantisce anche agli utenti di unità plurifamiliari di utilizzare una fonte energetica “pulita” come quella solare, con costi di ristrutturazione ridotti e un significativo vantaggio in termini di comfort abitativo.
Il dispositivo auroSAT di Vaillant è costituito da un modulo satellitare completo di scambiatore interno. Il  sistema di pre-riscaldo dell'acqua sanitaria, ne permette una produzione istantanea con la massima igiene e sicurezza (prevedendo l’installazione di un puffer con scambiatore di calore indipendente, in caso di nuove costruzioni o ristrutturazioni). Si tratta, quindi, di un perfetto esempio della strategia portata avanti da Vaillant, che punta a mettere a disposizione di ogni utente sistemi intelligenti per il comfort abitativo che utilizzano diverse fonti energetiche (gas, elettricità, combustibili liquidi e solidi, energia solare e geotermica) per ottenere una reale “ecoEfficienza”.
 
Questa soluzione può essere installata con tutte le caldaie Vaillant e permette di integrare l’impianto solare che si decide di installare in unità plurifamiliari con l’impianto di riscaldamento/acqua calda singolo già presente in ogni appartamento. auroSAT può essere abbinato a caldaie a gas combinate (riscaldamento + acqua calda) oppure a scaldabagno, senza alcuna necessità di utilizzare accessori speciali dato che include già tutti i componenti necessari per il collegamento dell'impianto solare (dovrà essere previsto un boiler ad accumulo comune, dal quale attingeranno tutti gli impianti singoli).
L’installazione di questo dispositivo risulta estremamente semplice e veloce, grazie alle dimensioni ridotte e alla sua conformazione, che semplifica l’accesso ai componenti interni. Una delle principali caratteristiche di auroSAT è, appunto, la grande flessibilità di applicazione, che ne permette l’utilizzo anche in edifici di grandi dimensioni, come condomini, uffici, palestre e scuole. Grazie a questa soluzione, Vaillant vuole estendere i vantaggi offerti dall’energia solare in termini di impatto ambientale e riduzione dei consumi al massimo numero di utenti.
 
L’ampio e diversificato know how a disposizione di Vaillant nell’utilizzo delle energie rinnovabili permette di estendere a tutti i vantaggi offerti da queste fonti pulite e poter, così, disporre di un’alternativa reale in un momento di profonda crisi energetica. Vaillant dimostra, così, di aver già recepito le indicazioni date a livello di normativa europea per quanto riguarda la combinazione “20-20-20”, ossia ridurre il consumo primario di energia del 20% e incrementare al 20% la quota di energia rinnovabile entro il 2020, e la direttiva 2002/91/CEE (recepita a livello italiano dal D.Lgs. 192/05 poi modificato dal D.Lgs. 311/06). Un fattore importante per Vaillant è proprio quello di garantire una sempre maggior trasparenza nei confronti dei clienti, per far comprendere loro quali siano le soluzioni più efficaci per le loro specifiche esigenze.
Per lo sviluppo delle proprie soluzioni nel settore delle energie rinnovabili in Italia, Vaillant può contare anche sul significativo know how a disposizione a livello di Gruppo. Vaillant Group ha, infatti, registrato nel 2008 una crescita del 30% delle vendite di prodotti che utilizzano le fonti energetiche “pulite”, grazie agli ottimi risultati ottenuti dalle pompe di calore (+55%) e dai sistemi per il solare termico (+60%). Nel 2008 il gruppo ha iniziato a realizzare direttamente i propri collettori solari all’interno del nuovo stabilimento di Gelsenkirchen (Germania), nel quale vengono costruiti 500 pannelli al giorno. Per quanto riguarda le soluzioni geotermiche, nell’impianto tedesco sono state raddoppiate le capacità produttive, arrivando a realizzare 10.000 unità all’anno. Grazie anche alle competenze sviluppate a livello di gruppo, Vaillant Italia punta così a rafforzare la propria posizione nel comparto delle energie alternative. Per i prossimi mesi, si prevede la realizzazione di nuovi modelli di collettori solari e di soluzioni innovative per il riscaldamento dell’acqua calda sanitaria. In più, Vaillant sta valutando per il prossimo futuro le opportunità offerte dal settore della cogenerazione (CHP – Combined Heat and Power), ossia la produzione congiunta e contemporanea di energia (elettricità o calore) partendo da una singola fonte, all’interno di un unico sistema integrato.   

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Solare termico

Le ultime notizie sull’argomento