Advertisement

Bando da 1 milione di euro per l’efficienza energetica degli edifici di Milano

Il bando, per la prima volta aperto anche ai privati, mette a disposizione un milione di euro per il biennio 2017-2018 per interventi di riqualificazione efficiente degli immobili. 

 

Il Comune di Milano promuove un bando per interventi di efficientamento degli edifici aperto a istituti scolastici, ospedali, strutture di accoglienza, culturali, sportive e per la prima volta anche ai privati.

Il bando stanzia 1 milione di euro per il biennio 2017-2018 per interventi destinati all’efficientamento energetico degli edifici e al miglioramento della qualità dell’aria. Il contributo è a fondo perduto e copre fino al 50% delle spese sostenute per un massimo che varia tra i 40 e 70 mila euro a seconda della tipologia di intervento realizzato.

Tra i lavori ammessi rientrano la sostituzione di impianti di riscaldamento a gasolio con caldaie a metano o altri sistemi meno inquinanti, l’installazione di pannelli solari o fotovoltaici e di isolamenti termici che riguardano la struttura dell’edificio, le finestre e gli infissi.

Si tratta di una misura a favore della qualità dell’aria che a Milano presenta qualche criticità, dall’inizio dell’anno infatti ci sono stati 45 i giorni di superamento dei limiti di PM 10, quando il numero annuo di superamenti consentiti è 35: nel 2002 erano stati complessivamente 166, 73 nel 2016. Nel capoluogo lombardo il 44% degli inquinanti è legato ai veicoli e su questo le recenti misure stanno limitando la circolazione dei mezzi più inquinanti come diesel euro 3 ed euro 4; ma il 24% è dovuto al sistema di riscaldamento, per questo cambiare le caldaie a gasolio ed efficientare il sistema di riscaldamento è un contributo utile alla salute di tutti oltre che un risparmio.

L’Assessore all’ambiente Marco Granelli, ha dichiarato che prosegue l’impegno del comune meneghino a sostegno di ambiente e sostenibilità e dopo il contributo destinato a chi ha installato il filtro antiparticolato sul proprio veicolo alimentato a diesel ora l’amministrazione ha deciso di occuparsi di edilizia, assicurando un aiuto concreto a chi decide di investire sulla qualità dell’aria della propria città e sul risparmio energetico degli edifici.

L’accesso ai finanziamenti non preclude di poter contemporaneamente usufruire delle detrazioni fiscali del 65% confermate per tutto il 2017 dalla legge di Bilancio per interventi di riqualificazione ed efficientamento energetico.

Consiglia questa notizia ai tuoi amici

Commenta questa notizia

Tema Tecnico

Efficienza energetica, Incentivi e finanziamenti agevolati

Le ultime notizie sull’argomento